Browsing Tag:

Spezie

Lievitati

Taralli pepe e sugna

taralli pepe e sugna

Una ricetta che volevo provare da secoli, per me sono divini, una di quelle droghe per cui uno tira l’altro e potresti mangiarne a decine, magari non dei miei che sono enormi.

La prossima volta provo a farli più piccoli, come prima volta mi sono voluta attenere rigidamente alla ricetta per non sbagliare ma effettivamente sono troppo grandi, ci si sente più in colpa a mangiarne tanti….

Un classicone che se amate taralli, grissini, lievitati, pepe e sapore non potete non provare, non ricordo dove li ho assaggiati la prima volta ma ricordo che erano ottimi e dopo li ho sempre mangiati con gusto.

Ammetto che i miei sono buoni ma non sono del tutto soddisfatta, grandezza a parte devo perfezionare la ricetta, sicuramente devo aggiungere pepe.

Ricetta di Simona del blog Tavolartegusto, una grande cuoca, le sue ricette sono infallibili.

 

taralli con pepe e strutto

 

 

Ingredienti:

500 gr di farina 00

180 ml di acqua

150 gr di mandorle + 30 mandorle intere

200 gr di strutto a temperatura ambiente

10 gr di lievito di birra

1 cucchiaino di zucchero

1 cucchiaino di miele

sale

3/4 cucchiaini di pepe

 

taralli napoletani con pepe e sugna

 

1 Preparate un lievito, sciogliete il lievito in 80 ml di acqua tiepida, unite 100 gr di farina (dei 500) e lo zucchero, mescolate con una forchetta fino a ottenere una specie di pastella, coprite con la pellicola e lasciate lievitare un’oretta.

2 Accendete il fuoco a 200 gradi, tostate 150 gr di mandorle per 5-8 minuti, lasciate raffreddare.

3 In una ciotola riunite la farina, lo strutto, le mandorle tritate finemente, il miele, il sale, il pepe e i 100 ml di acqua, impastate fino a ottenere un composto omogeneo, controllate bene che lo strutto sia ben amalgamato.

4 Formate i taralli prendendo due pezzi di composto da 50 gr l’uno, formate dei cilindri lunghi 20 cm, unite le due estremità e intrecciate la pasta chiudendo i lembi nella parte inferiore del tarallo, proseguite ugualmente fino al termine della pasta.

5 Bagnate le mandorle in modo tale che aderiscano bene, disponete tre su ogni tarallo, nei punti in cui c’è la piega, fatele incastonare bene pigiando un pochino, lasciare lievitare due/tre ore.

6 Infornate in forno caldo a 180 gradi per circa 45/50 minuti.

 

taralli napoletani con pepe e strutto

 

 

 

Patate

Sformato di patate e taleggio

sformato di patate con formaggio taleggio

Giornate fredde, ieri prima sciarpa di lana e cappello, a mezzanotte tornavo a casa quattro gradi, voglia di piatti caldi, avvolgenti, profumati, filanti e anche molto semplici.

Con la patate si va sempre sul sicuro, avevo visto qualcosa di simile su una delle tante riviste di cucina che sfoglio e ho deciso di replicare con quello che avevo in casa, tanto queste sono ricette che non si sbagliano, che tu metta del salame a pezzetti, della mozzarella, panna o uova, qualsiasi formaggio o qualche spezia, delle verdure o altro va sempre bene.

Vi parrà assurdo ma questa settimana devo riuscire o quanto meno vorrei tentarci, a tirar fuori l’albero di Natale e gli addobbi, si l’ho detto Natale, quella parola che molti amano, altri detestano. Non manca molto, poco più di un mese e quest’anno lo trascorrerò all’estero quindi voglio godermi l’albero il più possibile comunque, tradotto devo allestirlo prima del tempo.

E voi siete pronti? siete già nel pieno delirio regali? dove lo passiamo? cosa cucino? ma alla nonna piacerà la solita sciarpa? e dove metto i bimbi a casa da scuola? compriamo altre palline o l’albero vero? panettone  o pandoro? regali utili o buoni regalo? Ogni anno solite domande, molteplici risposte!

 

sformato al forno con patate e taleggio

 

Ingredienti:

800 gr di patata a pasta gialla

250 gr di Taleggio

250 ml di panna

Parmigiano grattugiato q.b.

noce moscata

sale pepe

 

sformato di patate e taleggio

 

1 Sbucciate le patate e tagliate o con la mandolina ma secondo me vengono troppo sottili, o a mano formando fette alte 2-3 mm.

2 Togliete la crosta al formaggio e tagliatelo a fette grossolanamente.

3 Sbattete la panna (se vi pare poca potete aggiungere un uovo) con la noce moscata, sale e pepe.

4 Imburrate una pirofila o uno stampo a cerniera, disponete uno strato di patate poi di formaggio, proseguite nello stesso modo fino al termine degli ingredienti ricordandovi ogni tanto di salare e aggiungere se volete del parmigiano.

5 Accendete il forno a 170 gradi, mentre si scalda versate la panna sullo sformato, spolverate di parmigiano la superficie, infornate per circa 45 minuti, fate riposare 10 minuti e servite.

DOLCI

Apple pie

torta di mele alle spezie

Mi chiedo come possa essere possibile che su queste pagine manchi questa torta, l’ho preparata tante volte ed è forse la torta di mele che preferisco perchè si lo ammetto, non sono un amante delle torte di mele!  Buone sono buone ma preferisco altri generi fra le torte da credenza, tipo amaretti, crostata, paesana ecc…

Un classico fra i classici, chi non la conosce, se poi avete una certa età (non pensate che sia decrepita…) ricorderete nonna papera sfornare questa torta, perfettamente tonda, farcitissima di mele, rustica, casereccia, io ho in mente l’immagine scolpita.

Una torta semplicissima da fare perchè in fonda una volta pronta la frolla il gioco è fatto, non ci sono molti ingredienti, niente preparazioni, strati, consistenze, nulla di nulla, se poi la servite con della panna montata o una pallina di gelato alla crema o vaniglia, la morte sua!

E’ venerdì, regalatevi questa torta per la colazione, la merenda, la gita fuori porta in queste giornate che almeno a Milano sono belle e nelle ore centrali della giornata, anche calde, e se dovesse essere brutto tempo invitate amici a casa e godetevi tutti insieme questo scrigno di dolcezza.

 

torta alle mele americana

Ingredienti:

per la frolla (dovrete ottenere due dischi)

440 gr di farina

2 uova + 2 tuorli

250 gr di burro

120 gr di zucchero

5 mele renette

1 cucchiaino di cannella

noce moscata q.b.

100 gr di zucchero

1 cucchiaio di farina

1 limone

burro per la teglia

 

torta alle mele speziata

 

1 Preparate la frolla impastando insieme tutti gli ingredienti, il burro freddo tagliato a pezzetti, lavorate fino a ottenere una pasta liscia compatta e omogenea, riponete in frigorifero.

2 Sbucciate e tagliate a tocchetti grossolanamente le mele, riponetele in una ciotola, unite le spezie, lo zucchero, la farina e il succo di limone, mescolate.

3 Imburrate bene uno stampo a cerniera o una tortiera, con il mattarello stendete la pasta dividendola in due, dovrete ottenere due dischi di cui uno, quello superiore un po’ più grande.

4 Stendete il disco più piccolo sulla tortiera, circa 5-6 mm, fate bene aderire ai bordi, la pasta deve un po’ sbordare la teglia, aggiungete il ripieno, distribuitelo equamente, ricoprite con il disco di pasta più grande, chiudete bene i bordi e se volete decorate con la frolla che resta o create una specie di cornicione l’importante è che i due lembi di pasta siano chiusi perfettamente.

5 Accendete il forno 180 gradi mentre si scalda incidete con un coltello la superficie dalla torta, quattro taglietti di circa 4 cm, dalla foto si intuisce come, infornate per 50 minuti, sfornate, mangiate tiepida o a temperatura ambiente.

 

torta alle mele

 

Patate/ Primi

Fettucce con polpo e patate piccanti

fettucce con polpo e patate piccanti

Polpo e patate un duo classico, un po’ come dire cacio e pepe, pomodoro e mozzarella, prosciutto e melone e molti altri, di solito si mangia in insalata condito con olio sale pepe e prezzemolo, oggi nella pasta piccante.

Piccante grazie al peperoncino numero 5 Jalapeno di Peperita  peperoncino di media piccantezza che si sposa bene con le verdure, il pesce, le torte salate, oltre allo Jalapeno ho utilizzato anche il condimento Chilisecret che si ottiene dalla spremitura di olive, peperoncino, curcuma e pepe, per me fantastico.

Il risultato una pasta piccante ma il giusto con quell’aroma di curcuma e retrogusto di olive a insaporirla, un piatto inventato che sicuramente replicherò e che mi spiace aver fatto un dosi giuste ma non sufficienti a togliersi la voglia.

Amanti del peperoncino sul sito di Peperita trovate un’ampia gamma di scelta, dai più delicati ai quelli per palati forti, non mancano consigli per gli abbinamenti e altri prodotti sempre a base di peperoncino.

La giornata, come sempre ultimamente, è molto ricca e piena di cose da fare per cui mi bevo un’ altra tazza di te e mi metto al lavoro. Buon martedì.

 

fettucce con polpo e patate al peperoncino

 

Ingredienti:

per due persone

200 gr di fettucce

2 patate medio/piccole

120 gr di polpo

Chilisecret di Peperita (o olio in alternativa)

peperoncino (per me numero 5 jalapeno)

prezzemolo

sale

 

fettucce con polpo e patate al peperoncino

 

1 Lessate le patate, sbucciatele e tagliate a pezzetti grossolanamente.

2 Lessate il polpo e tagliatelo a pezzetti.

3 Mettete a bollire l’acqua per la pasta, nel mentre in una padella scaldate un paio di cucchiai abbondanti di Chilisecret, unite le patate e il polpo, il peperoncino, regolate di sale e lasciate insaporire per 5-10 minuti.

4 Buttate la pasta poi scolatela e saltatela un paio di minuti nel condimento, servite aggiungendo un pizzico di prezzemolo.

 

pasta con polpo e patate piccanti

Antipasti

Biscotti cacio e pepe

biscotti salati con cacio e pepe

Di solito parlando di cacio e pepe si parla di pasta oggi parliamo di biscotti! Niente di che, una ricetta di una semplicità unica, quasi ridicola ma che ricorda la famosa pasta e quel sapore deciso del cacio e del pepe.

Idea del tutto casuale, mi capita spesso quando non ho una ricetta che voglio fare già pensata, un ingrediente da finire o da provare, quando mi dico puoi cucinare di tutto quindi? a volte penso penso e poi decido in un istante con un pensiero flash! Così è stato!

I biscotti salati per me sono sinonimo di aperitivo, di semplicità, pochi ingredienti, cottura velocissima, mettici un bicchiere di vino, un pezzo di formaggio o qualche fetta di salame e il gioco è fatto. Senza tanti fronzoli, preparazioni, un aperitivo buono casereccio e veloce che sostituisce patatine, salatini o simili.

Venti settembre, un mese volato, non posso dire senza averne percezione perchè ce l’ho e anche piuttosto netta ma posso affermare che sicuramente è trascorso rapidamente fra mille pensieri, idee, cose da fare, a cui pensare, da risolvere, ieri è stato uno di quei giorni in cui a sera ero stremata dalla quantità di informazioni, notizie,parole che ho letto, detto, ascoltato!

Anche oggi mi butto in una giornata ricca, buon mercoledì!

 

biscotti con cacio e pepe

 

Ingredienti:

130 gr di farina

90 gr di burro

100 gr di cacio

pepe

sale

1 Fate ammorbidire il burro a temperatura ambiente.

2 Grattugiate finemente il cacio.

3 In una ciotola riunite gli ingredienti e lavorateli insieme fino a formare una pasta liscia e omogenea, rispetto al sale e alla quantità di pepe regolatevi secondo i vostri gusti.

4 Accendete il forno a 180 gradi, mentre si scalda stendete la pasta fra due fogli di carta forno aiutandovi con un mattarello. Spessore circa 5 mm, con uno stampino formate i biscotti e disponeteli su una teglia distanziandoli, infornate e cuocete per circa 14-15 minuti, dovranno risultare dorati. Proseguite fino a terminare la pasta, ristendete i vari avanzi senza problemi.

Pesce/ Primi/ Senza categoria/ verdure

Noodles con fiori di zucca e mazzancolle al chili

noodles saltati con mazzancolle e fiori di zucca in salsa chili

Un esperimento, dubito o quanto meno non credo che nei paesi orientali mangino i fiori di zucca ma li avevo, durano poco e con le mazzancolle si sposano alla perfezione. Ho visto i noodles che stazionavano da un po’ in dispensa e adorandoli ho pensato ecco il pranzo.

Sempre in dispensa ho visto la salsa chili thailandese, acquistata diversi mesi fa e mi sono detta proviamo, a me sono piaciuti, la salsa ottima per nulla piccante come credono in tanti.

Sto cercando di godere appieno delle verdure estive che fra poco ci abbandoneranno e io e amo tanto, molto più di quelle invernali, melanzane, peperoni, pomodori, fagiolini, fiori di zucca, cetrioli, il basilico fresco mi mancheranno!

Mi mancheranno ma è vero che l’aria specie mattina e sera ormai è frizzantina, un golfino fa piacere e quindi viene naturale pensare a torte da colazione al cioccolato, le prime zuppe, un bell’arrosto e riporre la gelatiera, desiderare piatti caldi.

Voi come vivete questo periodo di transizione? Buona giornata.

 

noodles thailandesi conditi con mazzancolle fiori di zucca e salsa chili

Ingredienti:

per due persone

180 gr di noodles

una decina di fiori di zucca ( i miei erano grandi)

130 gr di mazzancolle

2 cucchiai di olio

2 cucchiai di salsa chili

sale pepe

1 Pulite le mazzancolle e i fiori di zucca precedentemente lavati.

2 In una padella mettete a scaldare l’olio poi unite i fiori e le mazzancolle, fate saltare per 3-4 minuti poi unite la salsa chili, mescolate, assaggiate e regolatevi secondo il vostro gusto, se metterne di più o cominciare mettendone meno. Cottura in tutto 10-15 minuti al massimo giusto il tempo di far amalgamare la salsa al resto.

3 Nel frattempo mettete a scaldare l’acqua, per i noodles seguite le istruzioni sulla confezione, i miei sono stati in acqua qualche minuto dopo l’ebollizione poi scolati e saltati nel condimento.

4 Regolate di sale e pepe e servite subito caldi.

 

verdure

Crostini con peperoni e zucchine

crostini, pane, antipasto, verdure, peperoni, zucchine, vegano

Il lusso della semplicità! E due! L’ho detto anche settimana scorsa ma i piatti estivi sono così, devono essere così, veloci, freschi, poca cottura, poco sforzo, gusto, bontà, colore.

Ho optato per queste due verdure saltate rapidamente per lasciarle croccanti ma potete divertirvi con pomodori, melanzane, fagiolini, fiori di zucca e ovviamente carne, pesce, uova, legumi, salse, io ho voluto lasciarle semplici semplici aromatizzandolo con un soffritto leggero di aglio olio peperoncino.

Un pranzo o aperitivo davvero da un quarto d’ora che si può organizzare in un lampo ovunque e con quello che si ha, è chiaro che il caldo mi sta mettendo a durissima prova????

Dite quello che volete ma in città il caldo è devastante, ero da amici in campagna, pochi km da Milano e c’erano almeno 3-4 gradi in meno, caldo ma un altro vivere, qua è proprio una gabbia, manca l’aria, l’asfalto è rovente, non rinfresca, insomma io odio il caldo in città.

E con questa bottà di ottimismo cominciamo una nuova settimana!

 

crostini, pane, antipasto, aperitivo, vegano, peperoni, zucchine, verdure

 

Ingredienti:

pane tipo toscano, altamura, ma anche a cassetta

1 peperone rosso

1 peperone verde/giallo

1 zucchine grande

aglio

olio evo

peperoncino

basilico qualche foglia

 

crostini, pane, antipasto, verdure, peperoni, zucchine, vegano

 

1 Lavate le verdure, asciugatele, pulitele e tagliatele a tocchettini piccoli.

2 Scaldate due tre cucchiai di olio in una padella antiaderente, unite uno spicchio di aglio e del peperoncino fresco o in polvere, lasciate scaldare un paio di minuti e unite le verdure, cuocete girando di tanto in tanto per circa 15 minuti, se necessario unite dell’acqua per non farle attaccare.

3 Mentre le verdure si intiepidiscono tostate il pane tagliato a fette.

4 Guarnite le fette con la verdure, regolate di sale (pepe se volete) e decorate con del basilico.

 

crostini, antipasto, pane, peperoni, zucchine, verdure, vegano

verdure

Panzanella rivisitata

panzanella, verdure, pomodori, cetrioli, toscana, regionale, erbe

panzanella, toscana, regionale, pomodoro, cetrioli, erbe

 

La panzanella un classico della cucina estiva e della cucina toscana, esistono varie versione, chi mette la cipolla, chi il sedano, con o senza aglio, la mia, quella che preferisco solitamente è pane cetrioli pomodori aglio basilico olio sale e pepe!

Oggi ho apportato qualche piccola modifica, ho eliminato l’aglio e il basilico, il pane tagliato a dadini e fritto in olio ottenuto dalla spremitura di olive peperoncino curcuma e pepe.

Questo condimento è dell’azienda agricola  Peperita   di Rita Salvadori, ho conosciuto Rita un mese per un progetto di social eating a cui partecipiamo entrambe in ruoli diversi, eravamo a pranzo a casa mia e lei portò i suoi prodotti da abbinare al pasto.

La sua azienda si trova in Toscana a Bibbona, produce peperoncino da 17 anni, solo ed esclusivamente peperoncino, ha oltre 80000 piante e 17 varietà, Rita una vera appassionata ricevette in dono un seme di peperoncino per coltivarlo ed oggi grazie a studi attenti e sperimentazione ha costruito un impero di bellezza e bontà.

Lei è una forza della natura, arrivo’ a casa mia che neppure sapevo ci sarebbe stata e aspettavo per prima un’altra persona, lei salì e mi ritrovai di fronte una persona molto affabile, socievole, disinvolta, dopo dieci minuti mi sembrava fosse in casa da sempre; notevole la sua passione, l’energia con cui racconta dei suoi peperoncini, degli abbinamenti, delle ricette che si possono realizzare, tanti davvero tanti.

Vi consiglio di guardare il sito per scoprire dove trovare i suoi peperoncini, scoprirete un mondo affascinante, molto più ricco e articolato di quanto si possa immaginare, ci sono anche patè, confetture, gli insaporito, tante idee regalo, i kit!

Quanto alla ricetta, diversa, particolare, il mix curcuma peperoncino pepe intenso ma non invadente, insaporisce molto, non ho quasi messo sale, il pane fritto ottimo croccante saporito!

 

pomodori, cetrioli, panzanella, toscana, regionale, pane, erbe, verdure

 

Ingredienti:

per 4 bicchierini

1 cetrioli grande

10-15 pomodori datterini

3 fette di pane

condimento chilisecret (spremitura di olive curcuma pepe peperoncino)

sale

basilico per decorare

 

panzanella, verdure, pomodori, cetrioli regionale, erbe, toscana

 

1 Tagliate il pane a dadini, in una padella versate due tre cucchiai di olio, quando sarà ben caldo unite il pane e lasciate indorare girando ogni tanto per 3-4 minuti, scolate su un foglio di carta assorbente.

2 Sbucciate il cetriolo e riducetelo a dadini, stessa cosa con i pomodori precedentemente lavati.

3 Assemblate il vostro bicchierino mettendo uno strato di pomodori poi di pane infine di cetrioli, regolate di sale e unite un goccio di olio, decorate con il basilico.

 

panzanella, verdure, pomodori, cetrioli, toscana, regionale, erbe

DOLCI

Chocolate chip cookies alla zucca

biscotti, zucca, verdura, cioccolato, spezie, colazione, merenda, verdure, dal mondo

In casa è notte ma proprio notte, un buio notevole, immaginate fare le foto….andiamo oltre, è triste ma ben venga questa pioggia che lava la città, che ripulisce un po’ l’aria terribile che a Milano è un marchio di fabbrica, ahimè.

Bando alle lamentele, oggi è pure venerdì, non pensiamo al tempo ma a prepararci una signora colazione nel week end, o una merenda già oggi. Ricetta di Mary  del blog Un’americana tra gli orsi, già il nome del blog è molto carino.

Non ho ancora avuto il piacere di conoscere Mary di persona, spero avvenga presto ma posso dirvi che è una persona davvero molto carina, sempre gentile, discreta, mai banale, mai sopra le righe, leggo sempre i suoi post su Facebook perchè regala sempre belle frasi, spunti di riflessione, belle immagini.

Ho visto questa ricetta appena la pubblicò tempo fa e subito me la sono salvata perchè mi ha incuriosita, amo i cookies e tutto quello che contiene la parola cioccolato, la zucca nei dolci già sperimentata, volevo provare questo abbinamento biscottoso.

Per me sono ottimi, davvero da fare e rifare, calcolate bene i tempi, unico accorgimento, grazie Mary.

Questa settimana solo ricette delle amiche, del resto sfornano tali e tante prelibatezze che non posso esimermi dal replicarle, vi auguro un felice week end!

biscotti, zucca, verdura, cioccolato, spezie, colazione, merenda, verdure, dal mondo

La ricetta è la sua precisa identica, ho solo cambiato le spezie, quindi la copio e incollo.

  1. 1 uovo
  2. 1 bicchiere di purea di zucca
  3. 1/2 bicchiere di olio di semi
  4. 1 bicchiere di zucchero semolato
  5. un pizzico di sale
  6. 1 cucchiaino di cannella in polvere
  7. 1 cucchiaino di vaniglia oppure 1 bustina di vanillina (io ho messo cardamomo e noce moscata, vedete voi cosa preferite)
  8. 3 bicchieri di farina
  9. 2 cucchiaini di lievito per dolci
  10. 1 cucchiaino di bicarbonato
  11. 1 bicchiere di gocce di cioccolato

 

cioccolato, zucca, verdure, merenda, colazione, dal mondo, spezie

 

  1. Mettete l’uovo, la purea di zucca e l’olio in una ciotola e mescolate bene. Aggiungete lo zucchero, il sale e le spezie. Unite la farina setacciata con il lievito e il bicarbonato e amalgamate bene gli ingredienti. Per ultimo, unite le gocce di cioccolato all’impasto. Coprite con pellicola per alimenti e mettete in frigo a riposare per almeno 3 ore (io l’ho tenuto tutta la notte). Dopo il riposo in frigo, riprendete l’impasto. Riscaldate il forno a 180° e rivestite una teglia con della carta forno. Aiutandovi con un cucchiaio, prelevate un po’ d’impasto e fatelo scendere sulla carta forno. Distanziate i biscotti tra di loro per evitare che si possano toccare in cottura. Cuocete per circa 10 minuti o fino a leggera doratura.
  1. NOTA: Questi biscottini si realizzano con il semplice ausilio di un bicchiere da 200 ml (quello della Nutella per intenderci) e un cucchiaino.

 

cioccolato, biscotti, zucca, verdure, spezie, merenda, colazione, dal mondo

carne

Pollo al curry rosso

pollo, carne, curry rosso, spezie, dal mondo, latte di cocco

pollo, carne, curry rosso, spezie, dal mondo, latte di cocco

Più volte ho espresso il mio amore per il pollo, niente di originale, piace più o meno a tutti, costa poco, è molto versatile, ha un sapore poco invadente, si cucina rapidamente, si sposa bene con numerosi ingredienti e soprattutto è l’alimento di cui si sfama gran parte del mondo.

In India, in Africa, a Cuba, in Peru, ho mangiato quantità di pollo significative, peraltro polli molto più buoni, non di allevamento, preparato fritto, nel forno a legna, ripieno, saltato e poi condito con insalata, formato polpette, grigliata con salsa bbq, semplice ai ferri in padella.

Ovviamente in questi paesi esistono anche altri tipi di carne ma non certo la quantità e varietà che abbiamo noi, manzo, vitello, maiale (non nei paesi musulmani), poco altro, scordiamoci il cinghiale, il capriolo, l’anatra, il coniglio ecc…mai visti, pollo pollo sempre e solo pollo.

Grazie a questi viaggi ho imparato a mangiarlo in mille modi e infatti quando lo cucino mi piace variare, questa ricetta è di Vatinee, una grande amica blogger, la ricetta me l’ha data lei, sul suo blog A Thaipianist ne trovate una più o meno identica con qualche piccola variante.

Appena ho avuto in mano la ricetta l’ho preparata, il caso vuole che avessi la salsa si pesce, il curry rosso e il latte di cocco, che dire? me ne sono innamorata, so che diventerà una droga, almeno fino a quando avrò gli ingredienti che poi non riesco a trovare subito facilmente.

Dovete procurarvi tutto e provare, non ha niente a che fare con il pollo al curry classico, ha un sapore più deciso, netto! Non ve ne pentirete, buona settimana!

pollo, carne, curry rosso, spezie, dal mondo, latte di cocco

Ingredienti:

per due persone

400 gr di petto di pollo

2 cucchiai di olio di mais

1 spicchi di aglio

1-2 cucchiaini di curry rosso

200 ml di latte di cocco

4 cucchiai di salsa di pesce

3 cucchiaini di zucchero

peperoncino

pollo, carne, latte di cocco, curry rosso, dal mondo, spezie

1 Tagliate il pollo a pezzetti.

2 In una padella versate l’olio, aspettate che si scaldi, unite l’aglio.

3 Unite il pollo e la pasta di curry. Mescolate.

4 Versate il latte di cocco, la salsa di pesce, lo zucchero e il peperoncino, amalgamate.

5 Cuocete a fuoco medio/alto fino a che il pollo non sarà cotto, servite subito, potete aggiungere menta o coriandolo.

pollo, carne, curry rosso, spezie, dal mondo, latte di cocco

CONSIGLIA Torta di mais