Browsing Tag:

Spezie

carne

Alette di pollo marinate e speziate

ali di pollo speziate e marinate

Amo alla follia queste ricette ma proprio tanto, il pollo è sicuramente la carne che mangio più spesso, ne mangio poca ma il pollo mi piace perchè molto molto versatile, fritto, ripieno, al forno, marinato, speziato, semplice ai ferri, grigliati ecc…

In questa ricetta ho messo insieme sapori e ingredienti che amo come lo zenzero, la soia, il miele (che in realtà non amo ma nelle marinate lo trovo fantastico), l’aglio, davvero una ricetta molto semplice, unico accorgimento, regolarsi con i tempi, la carne deve marinare almeno due ore, più resta nella salsa meglio è.

E’ un periodo intenso e dopo alcune ricette elaborate, non tanto in termini di difficoltà quanto di tempo, ho optato per qualcosa di davvero veloce, semplice poi tornerò a sfornare Krapfen, pangoccioli, focacce ecc…l’ho detto no che è l’anno dei lievitati quindi….

Buon week end!

 

ali di pollo con spezie e marinatura

 

Ingredienti:

8 alette di pollo (con o senza pelle)

3 cucchiai di olio di oliva

2 cucchiai di soia

1 cucchiaio abbondante di miele

mezza radice di zenzero

1 spicchio di aglio medio

 

alette di pollo speziate e marinate

 

1 Preparate la marinata, mettete insieme in una pirofila l’olio, il miele e la soia.

2 Mescolate e unite la radice di zenzero grattugiata o tagliata a fettine e l’aglio tritato, amalgamate e mettete la carne, con un cucchiaio irrorate bene tutta la carne, mescolando più volte, lasciate riposare almeno due ore.

3 Cuocete in una padella antiaderente con la marinatura, fuoco medio/basso, circa 25 minuti.

NOTE: la marinatura assaggiate, c’è chi la preferisce più dolce quindi mettete altro miele, con meno soia, o con del limone, dovete assaggiare e sentire se vi piace il sapore, idem per la quantità di zenzero e aglio.

 

ali di pollo con spezie marinate

Primi

Noodles con verdure speziate e gamberi

noodles con gamberi speziati e verdure

Noodles molto particolari, non so se si trovano nei negozi orientali, sicuramente non nei supermercati tradizionali, sono sottili sottili, si cuociono davvero in un istante, sembrano quasi dei fili, sono tipici della regione di Nagasaki in Giappone.

Ormai li mangio come la pasta, con quello che ho in casa, ci si può abbinare di tutto, pesce, carne, uova, legumi, verdure, volendo anche formaggio, anche se non ho mai provato, la differenza è che son pronti subito e quando uno ha fretta e tanta fame è una bella differenza.

Ultimo giorno di una settimana intensa, soprattutto nei miei pensieri, a tratti mi è sembrato di essere in una bolla come in un altro mondo, una dimensione strana, diversa, insolita, dove tutto risultava essere ovattato, ingrandito o rimpicciolito a seconda dello stato d’animo.

Ben venga il week end per riposarsi, dormire, investire al meglio il proprio tempo recuperando energie, non so che tempo ci sarà ma l’idea è sfruttare un abbonamento di quattordici giorni gratis per vedere alcuni film, buon week end!

 

noodles speziati con gamberi e verdure

 

Ingredienti:

per due persone

200 gr di noodles

100 gr di piselli

1 porro medio

100 gr di mazzancolle

olio evo

salsa di soia

mix peperoncino, aglio, paprika circa mezzo cucchiaino

 

noodles con verdure gamberi speziati

1 Pulite il porro, eliminate le parti alle estremita’ e tagliatelo a rondelle.

2 In una padella antiaderente versate due cucchiai abbondanti di olio, il mix di spezie, lasciate scaldare un minuto poi unite il porro e i piselli (freschi o surgelati), mescolate, lasciate cuocere a fiamma viva per 5/10 minuti.

3 Abbassata la fiamma sul medio e aggiungete due cucchiai di salsa di soia, mescolate e fate cuocere altri 5/10 minuti scarsi, nel mentre pulite le mazzancolle eliminando la testa, la coda, il guscio e unitele alle verdure, mescolate e lasciate giusto insaporire per qualche minuto.

4 Cuocete i noodles come da istruzioni, i miei procedimento identico a quello della pasta, salate l’acqua, spegnete il fuoco, cottura un minuto/due, scolate e fate saltare due minuti con il condimento, servite subito caldi.

NOTE usando la salsa di soia non ho aggiunto sale, assaggiate e regolatevi secondo il vostro gusto, idem per la salsa di soia potete metterne di più o di meno, con le spezie partite con poche se vi sembra che non si sentano aggiungetene poco alla volta.

Pesce

Gamberi al curry e latte di cocco

gamberi con latte di cocco e curry

Ricetta di Tania  del blog speck and the city, questo mese per lo scambio ricette fra amiche blogger ho scelto un piatto dal profumo orientale, speziato, saporito ma delicato, con tanti sapori che amo come il latte di cocco, l’erba cipollina, il curry.

Ricetta veramente molto semplice e da pochi minuti con cui potete fare bella figura in una cena magari un po’ diversa dal solito, se volete lanciarvi sull’etnico e un modo originale di presentare il pesce, nello specifico i gamberi.

Amo questi sapori, in India mi sono deliziata di infiniti piatti simili, magari identici ma con una spezia o un erba differente, l’arte della cucina indiana credo consista proprio in questo, la stessa verdura la preparano in duemila modi diversi, dai più ovvi a quelli che se ti dico con che verdura sono stati realizzati ti stupisci.

Sfatiamo il mito di una cucina sempre e solo speziata, ci sono anche piatti senza spezie, tantissime zuppe di verdure o legumi, il pane è divino, tanto pesce, il pollo preparato magistralmente in molteplici modi, il riso, in un mese non mi sono mai stancata della cucina cosa che invece è successa in Peru, in Africa, a Cuba dove più o meno si mangiano sempre le stesse pietanze.

Consiglio spassionato andate in India!

La ricetta l’ho copiata e incollata da Tania perchè non ho cambiato nulla!

 

gamberi al curry e latte di cocco

Ingredienti:
  • 500 g di gamberi
  • 2 cucchiai di olio extra vergine d’oliva
  • 1 spicchio d’ aglio
  • 100 ml di latte di cocco
  • 2-3 cucchiaini di curry in polvere
  • 3 cucchiai di salsa di soia
  • 1 cucchiaino di zucchero di canna
  • prezzemolo
  • erba cipollina
  • sale e pepe q.b.
Pulire i gamberi dal carapace ed eliminare l’intestino, ovvero quel filamento scuro lungo il dorso, aiutandosi con uno stuzzicadenti.  Marinare i gamberi con 1 cucchiaio di salsa di soia e del pepe macinato per circa 5/10 minuti.
Tritare l’aglio e l’erba cipollina. Scaldare l’olio in un wok e far rosolare l’aglio e l’erba cipollina. Aggiungere i gamberi, il curry, il latte di cocco, la salsa di soia e cuocere per circa 5/10 minuti mescolando continuamente per amalgamare bene tutti gli ingredienti. Se necessario aggiungere sale e pepe.
gamberi marinato al latte di cocco e curry
DOLCI

Ciambella speziata

ciambella alle tre spezie

Brutta è brutta e su questo penso ci sia poco da dire, la ricetta non mi è venuta, è una ricetta di un’altra blogger, non so bene se ho sbagliato qualcosa io, se la ricetta non è esatta ma qualcosa non ha funzionato.

Detto ciò, ho capito subito che non sarei riuscita a creare i dolcetti che avrei dovuto, ho pensato di rimediare con una ciambella improvvisata, l’impasto era talmente tanto che sprecarlo mai, ho messo insieme la ciambella come sono riuscita, buona lo è, questo posso assicurarvelo e anche tanto profumata.

Mannaggia che peccato, mi pregustavo queste ciambelline e invece, sbagliare è normale e credo sia anche bello condividere con voi gli errori invece che mostrarvi ricette sempre perfette, riuscite e impeccabili.

Bando alle ciance, ora vi lascio la ricetta, a Milano oggi è festa, è il patrono della città, un week end natalizio che più natalizio non si può, c’è la prima della Scala, accendono l’albero in pizza Duomo, tanti mercatini, fiere, bancarelle, un delirio di gente ma una delle poche volte che apprezzo Milano.

ciambella con le spezie

Ingredienti:

primo impasta

15 gr di lievito di birra

130 ml di latte

1 cucchiaio di zucchero

350 gr di farina 00

per il secondo impasto:

200 gr di farina

200 gr di burro morbido

15 gr di miele

1 tuorlo

100 gr di zucchero

per farcire:

100 gr di burro

mix spezie cannella, noce moscata, cardamomo, zenzero

2 cucchiai abbondanti di zucchero

 

ciambella alle spezie

1 Preparate il primo impasto facendo scaldare il latte, deve essere tiepido, scioglietevi il lievito, in una ciotola mettete la farina, lo zucchero e aggiungete poco alla volta impastando il latte, dovrete ottenere un composto omogeneo e liscio, coprite con la pellicola e lasciate lievitare per circa 30 minuti.

2 Aggiungete al primo impasto gli ingredienti del secondo, impastate fino a ottenere una pasta compatta, liscia e omogenea, fate lievitate fino a che non raddoppia, sempre coperta con pellicola.

3 Prendete l’impasto dividetelo in due parti uguali, stendete la pasta una alla volta in due rettangolo circa 25 per 40, sciogliete il burro, con un pennello distribuitelo sul primo rettangolo, aggiungete le spezie sull’intera superficie, regolatevi autonomamente sulla quantità, mettete una spolverata di zucchero, di canna meglio, chiudete avvolgendolo su stesso come una girella, fate la stessa cosa con il secondo rettangolo.

4 Ungete una teglia con del burro, va bene quello fuso rimasto anche se poco, distribuite i due cilindri di pasta cercando di sovrapporli, lasciate lievitare una mezzora.

5 Spolverate di zucchero (io avevo ancora un po’ di burro, l’ho spalmato sopra), infornate a 200 gradi per circa 40 minuti. Sfornate e lasciate intiepidire. Se volete spolverate di zucchero a velo.

 

Creme/ DOLCI/ Senza categoria

Orange curd alla cannella

crema spalmabile all'arancia e cannella

Ricetta semplice semplice, buona e profumata per insaporire il panettone, le fette biscottate, una fetta di pane ma anche regalino carino, economico, che si conserva per un paio di settimane.

Arancia e cannella un classicone, ammetto che io e le arance abbiamo un rapporto strano, per esempio mi piace molto la spremuta ma per nulla la marmellata di arance, se amare poi……odio!

I curd si possono preparare praticamente con tutta la frutta, albicocche, pesche, limone, melograno, pere, mele e altro, basta che siano frutti succosi, ecco la banana meglio di no, pensate anche a cachi, prugne, frutti di bosco, fragole, una ricetta sempre uguale per crearne tanti diversi.

Giornata molto piena, corro a immergermi nelle mie attività, buon martedì.

 

crema con arancia e spezia alla cannella

 

Ingredienti:

4 uova

200 gr di zucchero

120 gr di burro

succo di due arance

cannella

 

 

1 Sbattete le uova e lo zucchero in una casseruola fino a ottenere un composto spumoso e chiaro.

2 Spremete le arance e versate il succo sul composto.

3 Unite il burro, mettete sul fuoco medio, mescolate fino a che non si addensa, alla fine unite la cannella quantità a piacere, lasciate intiepidire e trasferite in vasetti, conservare in frigorifero.

 

crema all'arancia e cannella

DOLCI

Biscotti al burro e cannella glassati

Dichiaro ufficialmente aperta la stagione natalizia, via alle danze, durante l’anno non seguo mai le ricette del periodo, vedi Pasqua, festa del Papà, della donna ecc…ma su Natale non transigo.

Stagione aperta ma ancora non ho pensato a nulla, pensavate fossi lanciatissima con idee, consigli, trucchi e trucchetti? Ecco no, ho qualche idea ma devo concentrarmi, trovare il tempo per dedicarmi a quello, comunque credo che più che ricette vi lascerò idee regalo golose!

Intanto ho cominciato a prendere gli addobbi, spero in giornata anche l’albero e poi addobbare casa, è presto? si forse ma a me l’albero piace tanto e alla fine manca solo un mese a Natale e in giro le luci sono già accese, i panettoni sono già schierati ovunque (ho visto i primi a ottobre…aiuto)!

La ricetta di oggi dei semplicissimi biscotti al burro e cannella glassati, male, sono glassati male ma l’operazione è stata eseguita da un piccolo aiutante e se non pubblicassi le foto con i suoi biscotti ci resterebbe male, questi sono perfetti da regalare o ci fate un piccolo buchino e potete appenderli all’albero.

Buona giornata e buona preparazione al Natale.

 

biscotti al burro e cannella glassati

Ingredienti:

500 gr di farina

150 gr di zucchero a velo + 100 gr

125 gr di fecola di patate

375 gr di burro morbido

cannella q.b.

2 cucchiai di acqua bollente

 

biscotti con cannella al burro e glassa

1 Assicuratevi che il burro sia del tutto morbido, prendete una ciotola capiente o lavorate direttamente su un piano di lavoro, setacciate la farina, la fecola e lo zucchero a velo, unite il burro e la cannella e cominciate a impastare, io a mano, ovviamente anche con l’impastatrice va bene.

2 Proseguite fino a che non avrete ottenuto una pasta morbida, compatta, omogenea.

3 Stendetene piccoli pezzi con il mattarello infarinato su un piano infarinato e con lo stampino formate il biscotto. Proseguite fino al termine dalla pasta, gli scarti attorno ai biscotti si lavorano bene di nuovo.

4 Accendete il forno a 180 gradi, mentre si scalda disponete la carta forno su una teglia e distribuite i biscotti leggermente separati, infornate per circa 13 minuti, dovranno risultare dorati.

5 Preparate la glassa setacciando i 100 gr di zucchero a velo, aggiungete un cucchiaio di acqua ben calda, mescolate, se necessario unite poca poca acqua alla volta, dovrete capire quando avrete raggiunto la consistenza giusta, in questo caso la glassa deve essere abbastanza densa non liquida.

6 Sui biscotti freddi distribuite con una sach a poche o una matita fatta apposta la glassa lungo i bordi, lasciare rapprendere o qualche minuto in frigorifero, o in un luogo freddo. Si conservano bene una decina di giorni chiusi in una scatola di latta.

Lievitati

Taralli pepe e sugna

taralli pepe e sugna

Una ricetta che volevo provare da secoli, per me sono divini, una di quelle droghe per cui uno tira l’altro e potresti mangiarne a decine, magari non dei miei che sono enormi.

La prossima volta provo a farli più piccoli, come prima volta mi sono voluta attenere rigidamente alla ricetta per non sbagliare ma effettivamente sono troppo grandi, ci si sente più in colpa a mangiarne tanti….

Un classicone che se amate taralli, grissini, lievitati, pepe e sapore non potete non provare, non ricordo dove li ho assaggiati la prima volta ma ricordo che erano ottimi e dopo li ho sempre mangiati con gusto.

Ammetto che i miei sono buoni ma non sono del tutto soddisfatta, grandezza a parte devo perfezionare la ricetta, sicuramente devo aggiungere pepe.

Ricetta di Simona del blog Tavolartegusto, una grande cuoca, le sue ricette sono infallibili.

 

taralli con pepe e strutto

 

 

Ingredienti:

500 gr di farina 00

180 ml di acqua

150 gr di mandorle + 30 mandorle intere

200 gr di strutto a temperatura ambiente

10 gr di lievito di birra

1 cucchiaino di zucchero

1 cucchiaino di miele

sale

3/4 cucchiaini di pepe

 

taralli napoletani con pepe e sugna

 

1 Preparate un lievito, sciogliete il lievito in 80 ml di acqua tiepida, unite 100 gr di farina (dei 500) e lo zucchero, mescolate con una forchetta fino a ottenere una specie di pastella, coprite con la pellicola e lasciate lievitare un’oretta.

2 Accendete il fuoco a 200 gradi, tostate 150 gr di mandorle per 5-8 minuti, lasciate raffreddare.

3 In una ciotola riunite la farina, lo strutto, le mandorle tritate finemente, il miele, il sale, il pepe e i 100 ml di acqua, impastate fino a ottenere un composto omogeneo, controllate bene che lo strutto sia ben amalgamato.

4 Formate i taralli prendendo due pezzi di composto da 50 gr l’uno, formate dei cilindri lunghi 20 cm, unite le due estremità e intrecciate la pasta chiudendo i lembi nella parte inferiore del tarallo, proseguite ugualmente fino al termine della pasta.

5 Bagnate le mandorle in modo tale che aderiscano bene, disponete tre su ogni tarallo, nei punti in cui c’è la piega, fatele incastonare bene pigiando un pochino, lasciare lievitare due/tre ore.

6 Infornate in forno caldo a 180 gradi per circa 45/50 minuti.

 

taralli napoletani con pepe e strutto

 

 

 

Patate

Sformato di patate e taleggio

sformato di patate con formaggio taleggio

Giornate fredde, ieri prima sciarpa di lana e cappello, a mezzanotte tornavo a casa quattro gradi, voglia di piatti caldi, avvolgenti, profumati, filanti e anche molto semplici.

Con la patate si va sempre sul sicuro, avevo visto qualcosa di simile su una delle tante riviste di cucina che sfoglio e ho deciso di replicare con quello che avevo in casa, tanto queste sono ricette che non si sbagliano, che tu metta del salame a pezzetti, della mozzarella, panna o uova, qualsiasi formaggio o qualche spezia, delle verdure o altro va sempre bene.

Vi parrà assurdo ma questa settimana devo riuscire o quanto meno vorrei tentarci, a tirar fuori l’albero di Natale e gli addobbi, si l’ho detto Natale, quella parola che molti amano, altri detestano. Non manca molto, poco più di un mese e quest’anno lo trascorrerò all’estero quindi voglio godermi l’albero il più possibile comunque, tradotto devo allestirlo prima del tempo.

E voi siete pronti? siete già nel pieno delirio regali? dove lo passiamo? cosa cucino? ma alla nonna piacerà la solita sciarpa? e dove metto i bimbi a casa da scuola? compriamo altre palline o l’albero vero? panettone  o pandoro? regali utili o buoni regalo? Ogni anno solite domande, molteplici risposte!

 

sformato al forno con patate e taleggio

 

Ingredienti:

800 gr di patata a pasta gialla

250 gr di Taleggio

250 ml di panna

Parmigiano grattugiato q.b.

noce moscata

sale pepe

 

sformato di patate e taleggio

 

1 Sbucciate le patate e tagliate o con la mandolina ma secondo me vengono troppo sottili, o a mano formando fette alte 2-3 mm.

2 Togliete la crosta al formaggio e tagliatelo a fette grossolanamente.

3 Sbattete la panna (se vi pare poca potete aggiungere un uovo) con la noce moscata, sale e pepe.

4 Imburrate una pirofila o uno stampo a cerniera, disponete uno strato di patate poi di formaggio, proseguite nello stesso modo fino al termine degli ingredienti ricordandovi ogni tanto di salare e aggiungere se volete del parmigiano.

5 Accendete il forno a 170 gradi, mentre si scalda versate la panna sullo sformato, spolverate di parmigiano la superficie, infornate per circa 45 minuti, fate riposare 10 minuti e servite.

DOLCI

Apple pie

torta di mele alle spezie

Mi chiedo come possa essere possibile che su queste pagine manchi questa torta, l’ho preparata tante volte ed è forse la torta di mele che preferisco perchè si lo ammetto, non sono un amante delle torte di mele!  Buone sono buone ma preferisco altri generi fra le torte da credenza, tipo amaretti, crostata, paesana ecc…

Un classico fra i classici, chi non la conosce, se poi avete una certa età (non pensate che sia decrepita…) ricorderete nonna papera sfornare questa torta, perfettamente tonda, farcitissima di mele, rustica, casereccia, io ho in mente l’immagine scolpita.

Una torta semplicissima da fare perchè in fonda una volta pronta la frolla il gioco è fatto, non ci sono molti ingredienti, niente preparazioni, strati, consistenze, nulla di nulla, se poi la servite con della panna montata o una pallina di gelato alla crema o vaniglia, la morte sua!

E’ venerdì, regalatevi questa torta per la colazione, la merenda, la gita fuori porta in queste giornate che almeno a Milano sono belle e nelle ore centrali della giornata, anche calde, e se dovesse essere brutto tempo invitate amici a casa e godetevi tutti insieme questo scrigno di dolcezza.

 

torta alle mele americana

Ingredienti:

per la frolla (dovrete ottenere due dischi)

440 gr di farina

2 uova + 2 tuorli

250 gr di burro

120 gr di zucchero

5 mele renette

1 cucchiaino di cannella

noce moscata q.b.

100 gr di zucchero

1 cucchiaio di farina

1 limone

burro per la teglia

 

torta alle mele speziata

 

1 Preparate la frolla impastando insieme tutti gli ingredienti, il burro freddo tagliato a pezzetti, lavorate fino a ottenere una pasta liscia compatta e omogenea, riponete in frigorifero.

2 Sbucciate e tagliate a tocchetti grossolanamente le mele, riponetele in una ciotola, unite le spezie, lo zucchero, la farina e il succo di limone, mescolate.

3 Imburrate bene uno stampo a cerniera o una tortiera, con il mattarello stendete la pasta dividendola in due, dovrete ottenere due dischi di cui uno, quello superiore un po’ più grande.

4 Stendete il disco più piccolo sulla tortiera, circa 5-6 mm, fate bene aderire ai bordi, la pasta deve un po’ sbordare la teglia, aggiungete il ripieno, distribuitelo equamente, ricoprite con il disco di pasta più grande, chiudete bene i bordi e se volete decorate con la frolla che resta o create una specie di cornicione l’importante è che i due lembi di pasta siano chiusi perfettamente.

5 Accendete il forno 180 gradi mentre si scalda incidete con un coltello la superficie dalla torta, quattro taglietti di circa 4 cm, dalla foto si intuisce come, infornate per 50 minuti, sfornate, mangiate tiepida o a temperatura ambiente.

 

torta alle mele

 

Patate/ Primi

Fettucce con polpo e patate piccanti

fettucce con polpo e patate piccanti

Polpo e patate un duo classico, un po’ come dire cacio e pepe, pomodoro e mozzarella, prosciutto e melone e molti altri, di solito si mangia in insalata condito con olio sale pepe e prezzemolo, oggi nella pasta piccante.

Piccante grazie al peperoncino numero 5 Jalapeno di Peperita  peperoncino di media piccantezza che si sposa bene con le verdure, il pesce, le torte salate, oltre allo Jalapeno ho utilizzato anche il condimento Chilisecret che si ottiene dalla spremitura di olive, peperoncino, curcuma e pepe, per me fantastico.

Il risultato una pasta piccante ma il giusto con quell’aroma di curcuma e retrogusto di olive a insaporirla, un piatto inventato che sicuramente replicherò e che mi spiace aver fatto un dosi giuste ma non sufficienti a togliersi la voglia.

Amanti del peperoncino sul sito di Peperita trovate un’ampia gamma di scelta, dai più delicati ai quelli per palati forti, non mancano consigli per gli abbinamenti e altri prodotti sempre a base di peperoncino.

La giornata, come sempre ultimamente, è molto ricca e piena di cose da fare per cui mi bevo un’ altra tazza di te e mi metto al lavoro. Buon martedì.

 

fettucce con polpo e patate al peperoncino

 

Ingredienti:

per due persone

200 gr di fettucce

2 patate medio/piccole

120 gr di polpo

Chilisecret di Peperita (o olio in alternativa)

peperoncino (per me numero 5 jalapeno)

prezzemolo

sale

 

fettucce con polpo e patate al peperoncino

 

1 Lessate le patate, sbucciatele e tagliate a pezzetti grossolanamente.

2 Lessate il polpo e tagliatelo a pezzetti.

3 Mettete a bollire l’acqua per la pasta, nel mentre in una padella scaldate un paio di cucchiai abbondanti di Chilisecret, unite le patate e il polpo, il peperoncino, regolate di sale e lasciate insaporire per 5-10 minuti.

4 Buttate la pasta poi scolatela e saltatela un paio di minuti nel condimento, servite aggiungendo un pizzico di prezzemolo.

 

pasta con polpo e patate piccanti

CONSIGLIA Gli smart food del futuro