Browsing Tag:

Pollo

carne

Pollo al curry rosso

pollo, carne, curry rosso, spezie, dal mondo, latte di cocco

pollo, carne, curry rosso, spezie, dal mondo, latte di cocco

Più volte ho espresso il mio amore per il pollo, niente di originale, piace più o meno a tutti, costa poco, è molto versatile, ha un sapore poco invadente, si cucina rapidamente, si sposa bene con numerosi ingredienti e soprattutto è l’alimento di cui si sfama gran parte del mondo.

In India, in Africa, a Cuba, in Peru, ho mangiato quantità di pollo significative, peraltro polli molto più buoni, non di allevamento, preparato fritto, nel forno a legna, ripieno, saltato e poi condito con insalata, formato polpette, grigliata con salsa bbq, semplice ai ferri in padella.

Ovviamente in questi paesi esistono anche altri tipi di carne ma non certo la quantità e varietà che abbiamo noi, manzo, vitello, maiale (non nei paesi musulmani), poco altro, scordiamoci il cinghiale, il capriolo, l’anatra, il coniglio ecc…mai visti, pollo pollo sempre e solo pollo.

Grazie a questi viaggi ho imparato a mangiarlo in mille modi e infatti quando lo cucino mi piace variare, questa ricetta è di Vatinee, una grande amica blogger, la ricetta me l’ha data lei, sul suo blog A Thaipianist ne trovate una più o meno identica con qualche piccola variante.

Appena ho avuto in mano la ricetta l’ho preparata, il caso vuole che avessi la salsa si pesce, il curry rosso e il latte di cocco, che dire? me ne sono innamorata, so che diventerà una droga, almeno fino a quando avrò gli ingredienti che poi non riesco a trovare subito facilmente.

Dovete procurarvi tutto e provare, non ha niente a che fare con il pollo al curry classico, ha un sapore più deciso, netto! Non ve ne pentirete, buona settimana!

pollo, carne, curry rosso, spezie, dal mondo, latte di cocco

Ingredienti:

per due persone

400 gr di petto di pollo

2 cucchiai di olio di mais

1 spicchi di aglio

1-2 cucchiaini di curry rosso

200 ml di latte di cocco

4 cucchiai di salsa di pesce

3 cucchiaini di zucchero

peperoncino

pollo, carne, latte di cocco, curry rosso, dal mondo, spezie

1 Tagliate il pollo a pezzetti.

2 In una padella versate l’olio, aspettate che si scaldi, unite l’aglio.

3 Unite il pollo e la pasta di curry. Mescolate.

4 Versate il latte di cocco, la salsa di pesce, lo zucchero e il peperoncino, amalgamate.

5 Cuocete a fuoco medio/alto fino a che il pollo non sarà cotto, servite subito, potete aggiungere menta o coriandolo.

pollo, carne, curry rosso, spezie, dal mondo, latte di cocco

carne

Polpette di pollo allo chardonnay

polpette, carne, pollo, vino, bevande, chardonnay, contorno, secondo

Buona settimana, la ricetta non è mia ma della rivista Sale & Pepe, da lì ho preso l’ispirazione cambiando alcuni passaggi e ingredienti che non avevo o non volevo usare (nell’originale, per esempio, c’era la pancetta).

Avevo voglia di sperimentare una ricetta nuova  e usare lo Chardonnay che mai avevo utilizzato per cucinare, amo molto gli abbinamenti con i vini, la birra, i liquori, gli amari, regalano sempre nuovi sapori e abbinamenti interessanti. Provatele, ve le consiglio.

Non parlo più della neve, mi porto sfortuna da sola, nevica ovunque (o ha nevicato) tranne che a Milano, quando ero in montagna, nulla, ora taccio e penso che abbiamo già superato la metà del mese di gennaio; sembra ieri che facevamo l’albero di Natale, pensavamo ai regali ecc…e invece è passato quasi un mese.

Una banalità ma lo scorrere del tempo fa sempre pensare ed è un pungolo per non dormire sugli allori, tradotto ci sono milioni di cose da fare. Mi metto al lavoro, buon martedì.

polpette, carne, pollo, bevande, vino, chardonnay, contorno, secondo

Ingredienti:

500 gr di macinato di pollo (se non lo trovate prendete il petto e tritatelo)

2 fette di pane a cassetta

1 uovo

30 gr di parmigiano grattugiato

erba cipollina qualche stelo

farina q.b.

150 ml di Chardonnay

140 gr di panna acida (se non la trovate strizzate qualche goccia di limone nella panna fresca, mescolate)

1 cucchiaio di mascarpone

mezzo porro

brodo di pollo q.b.

olio evo

sale e pepe

polpette, carne, pollo, vino, bevande, chardonnay, contorno, secondo

1 Mettete nel mixer la carne, il pane, il parmigiano e l’uovo, fate andare fino a quando avrete ottenuto un composto omogeneo. Se occorre (a me no) unite del pangrattato per amalgamare.

2 Trasferite la carne in una ciotola unite l’erba cipollina tagliate fine, sale e pepe, mescolate.

3 Formate le polpette e passatele nella farina.

4 Prendete una padella, versate due tre cucchiai di olio, dopo qualche istante unite il porro tagliato a rondelle fini, fate cuocere un paio di minuti, unite le polpette, lasciate rosolare qualche minuto poi sfumate con il vino, lasciatelo evaporare.

5 Unite il mascarpone e la panna acida, mescolate delicatamente, regolate di sale, fate cuocere a fiamma dolce per circa 15 minuti (se le polpette son piccole anche meno) unendo poco alla volta il brodo, valutate voi la quantità di brodo da aggiungere, ovviamente non devono galleggiare ma non si devono neanche attaccare. Spegnete e servite decorando con l’erba cipollina e una spolverata di pepe.

polpette, carne, pollo, vino, bevande, chardonnay, contorno, secondo

carne

Pollo in agrodolce

pollo, carne, agrodolce, orientale, dal mondo, verdure

Il pollo mi piace molto, una carne molto versatile, sempre ottima, che sia cotta al forno, arrosto, fritto, preparato sulla griglia, ripieno, in insalata, si sposa con la verdure, i formaggi, i legumi, le uova, insomma un po’ con tutto.

Agrodolce non l’avevo mai preparato, solo mangiato in ristoranti cinesi, thai, giapponesi, un sapore che mi piace, quel dolce/salato zuccherino che regala un tocco in più al piatto.

Ho voluto provarlo, ebbene credo di aver scoperto un nuovo amore, dopo il cioccolato, lo speck, il parmigiano e il pesto, il pollo in agrodolce con il passaggio intermedio della frittura.

Ora che l’ho scoperto non lo lascio più e soprattutto me lo preparo a casa invece che mangiarlo fuori dove non sempre è buono, ammetto di essere molto soddisfatta!

Giornata intensa come il week end che mi aspetta, mi metto all’opera, buon fine settimana!

pollo, carne, agrodolce, orientale, dal mondo, verdure

 

Ingredienti:

per due persone

300 gr di petto di pollo

1 peperone rosso medio

50 gr di fagiolini

per la salsa agrodolce:

200 ml di passata

25 cl di aceto di vino bianco

40 ml di acqua

2 cucchiai di salsa di soia

30 gr di zucchero

10 gr di maizena

per la pastella:

50 gr di maizena

50 gr di farina

mezzo cucchiaino di bicarbonato di sodio

110 ml di acqua

sale

olio per friggere

 

pollo, carne, agrodolce, orientale, dal mondo, verdure

1 Preparate la salsa agrodolce versando la passata di pomodoro in una casseruola, unite l’aceto, la soia, lo zucchero, mescolate, unite l’acqua e la maizena mescolando in modo che la maizena si amalgami bene, mettete a cuocere a fuoco medio fino a che non si addensa, mescolate di tanto in tanto, spegnete.

2 Lavate il peperone, pulitelo e tagliatelo a pezzetti, lavate i fagiolini e tagliateli grossolanamente a pezzetti di un paio di cm, metteteli a cuocere in una padella con dell’acqua per circa 20/25 minuti, mettete il coperchio.

pollo, agrodolce, carne, orientale, verdure, dal mondo

3 Preparate la pastella, versate in una ciotola la farina, la maizena, il bicarbonato, salate e poco alla volta diluite l’acqua, dovrete ottenere un composto liquido e senza grumi.

4 Tagliate il pollo a pezzetti, immergetelo nella pastella, mettete a scaldare dell’olio in una padella antiaderente, quando sarà ben caldo friggete per pochi minuti il pollo, un pezzo alla volta come a bocconi, ben distanziati, saranno cotti quando saranno dorati, scolateli su un foglio di carta assorbente.

5 Unite il pollo alle verdure (l’acqua di cottura dovrebbe essersi asciugata), mescolate poi unite la salsa agrodolce, lasciate cuocere a fuoco medio per circa dieci minuti, servite caldo.

pollo, carne, agrodolce, verdure, dal mondo, orientale

 

pollo, carne, agrodolce, orientale, dal mondo, verdure

carne

Crocchette di pollo patate e aglio orsino

carne, pollo, crocchette, patate, aglio orsino, erbe

Due foto rubate al volo prima che la faine aprissero le danze, tre minuti piatto vuoto!

Se non amate l’aglio orsino non mettetelo, vi assicuro che non è come l’aglio “normale”, è secco, un’erba, non è difficile da digerire, non lascia odore, dimenticatevi l’aglio, questo ha un sapore deciso ma differente dall’aglio che siamo abituati a utilizzare.

Se riuscite a conservarne un po’ o prepararne in abbondanza, il giorno dopo sono ancora più buone.

Tornerò con le ricette passo passo quando sarò a Milano, in montagna per mancanza di spazio e utensili mi risulta difficile, sono comunque ricette molto semplici quelle di queste settimane.

A proposito di montagna, questa è stata una settimana splendida, sole, caldo tutti i giorni, una rarità dato che le settimane precedenti qualche giorno brutto e/o di pioggia c’è stato. Mi godo queste ultime giornate di sole, un sole diverso da luglio, caldo ma diversamente caldo, alto ma più basso del mese precedente, anche la luce ha un altro “colore”, intensità, difficile descrivere ma se foste qui capireste al volo.

Buon week end.

carne, pollo, crocchette, patate, aglio orsino, erbe

Ingredienti:

per circa una ventina di crocchette

400 gr di petto di pollo

2 patate lesse medie

1 cucchiaino di aglio orsino

1 uovo

pangrattato q.b.

sale

olio per friggere

carne, pollo, patate, erbe, aglio orsino

1 Sbucciate le patate e schiacciatele con una forchetta.

2 In una padella antiaderente cuocete il petto di pollo ai ferri, lasciate intiepidire.

3 Riunite nel mixer il pollo, le patate, l’aglio orsino e l’uovo, frullate fino a ottenere una consistenza omogenea.

4 Aggiungete poco alla volta il pangrattato, dovrete ottenere una consistenza abbastanza densa, regolate di sale.

5 Scaldate in una padella antiaderente abbondante olio, quando sarà ben caldo con un cucchiaio formate le crocchette direttamente nella padella, bastano tre quattro minuti di cottura, quando da entrambi i lati avrete una crosta ben compatta e dorata, trasferite su un foglio di carta assorbente e servite.

carne

Pollo piccante al cioccolato

pollo, carne, cioccolato, spezie,

pollo, carne, cioccolato, spezie

Una ricetta non per tutti, si facciano avanti i palati curiosi, temerari, versatili, l’abbinamento pollo peperoncino e cioccolato esiste da secoli, soprattutto nei paesi sudamericani patria del cioccolato, o meglio delle fave di cacao, ottimi i cioccolati provenienti dal Venezuela, dall’Equador, per noi si tratta di un sapore particolare, insolito, potrei sbagliarmi ma a istinto direi che o piace o non piace.

Un mix di sapori intensi, il succo d’arancia, i semi di coriandolo, lo scalogno, i peperoncini freschi, provate, se avete voglia di un piatto diverso sperimentate, la preparazione è molto semplice e anche gli ingredienti li potete reperire facilmente, forse solo il coriandolo può essere difficile da trovare ma i semi credo meno di quello fresco.

Da amante del pollo e del cioccolato lo promuovo, non un piatto da mangiare spesso ma ogni tanto niente male, soprattutto perchè il mio pollo è un pollo di provenienza certa, non dalla grande distribuzione ma da un contadino.

Buona settimana!

 

pollo, carne, cioccolato, spezie

 

Ingredienti:

per quattro persone

un pollo intero pulito

1 spicchio d’aglio

4 scalogni

2 cucchiai di olio d’oliva

il succo di 3 arance

4 peperoncini rossi freschi

2 cucchiaini di peperoncino secco

1 cucchiaino di coriandolo secco

400 gr di pomodori pelati

1 cucchiaio di zucchero di canna (io non l’avevo e ho messo l’altro)

prezzemolo fresco tritato a piacere

150 gr di cioccolato amaro

pollo, spezie, cioccolato, carne

1 Prendete una casseruola ampia, scaldatela sul fuoco con l’olio, unite lo scalogno affettato grossolanamente e lo spicchio d’aglio affettato, lasciate cuocere qualche minuto poi unite il pollo diviso in pezzi, lasciate rosolare per cinque minuti.

2 Unite il succo d’arancia, i peperoncini freschi lavati puliti e affettati finemente, il peperoncino secco, mescolate.

3 Unite i semi di coriandolo, i pelati, e lo zucchero, amalgamate e cuocete per cinque minuti, nel mentre scaldate il forno a 200 gradi.

pollo, carne, cioccolato, spezie

4 Mettete in forno per quaranta minuti.

5 Sfornate e coprite con il cioccolato spezzettato a pezzetti e del prezzemolo, mescolate, servite subito.

pollo, carne, cioccolato, spezie,

carne

Pollo al curry e latte di cocco

pollo, carne, spezie, india, dal mondo, coriandolo, zenzero, peperoncini, cocco,aglio

pollo, carne, spezie, india, dal mondo, coriandolo, zenzero, peperoncini, cocco,aglio

 

Oggi voliamo in India, anzi facciamo un piccolo giro intorno al mondo.

Il piatto l’ho mangiato in India, il pollo viene preparato in tanti modi, sempre diversi con verdure, spezie e altro, basta una spezia per cambiare il sapore o una cottura più lunga o corta, un erba aggiunta all’ultimo, si può mangiare pollo tutti i giorni per un mese con un sapore sempre differente.

Ricordo che il cibo veniva servito in modo molto essenziale, solo in alcuni ristoranti c’era la tovaglia altrimenti ti portavano il piatto direttamente sulla tavola o in vassoi di metallo come quello in foto, i tovaglioli se c’erano al centro della tavola tipo bar, tutto molto semplice, pochi fronzoli, così ho voluto lasciarlo.

Un giro per il mondo perchè la ricetta appunto è Indiana, il vassoio anche, il bicchiere di te, in India Chai, viene da Cuba, lo presi ormai molti anni fa e quando andai in India ne vidi spesso di molto molto simili; la teiera viene dalla Mauritania, da un piccolo paese sperduto nel deserto, comprata per due soldi da un ambulante, lo stile è identico a quello indiano, colorato, con disegni.

In un unico piatto un po’ per caso all’inizio, per volontà alla fine ho messo insieme svariati ricordi, cimeli di viaggio, un mix di colori, materiali, ricordi, profumi, se mi concentro senza troppa fatica ricordo dove ho comprato tutti gli oggetti, in che luogo, quando, la contrattazione per averli, necessaria e prassi in molti paesi del mondo.

Sul pollo non c’è molto da dire, solitamente questi sapori o piacciono o li si evita, difficile descriverne il gusto, anche perchè ogni ingrediente va dosato con gli altri secondo il proprio piacere, meno aglio, più zenzero, meno denso e quant’altro.

La ricetta è di Jamie Oliver rivisitata, lui mette sempre mille ingredienti, per esempio eran presenti i pomodorini gialli, le foglie di curry che non saprei neppure dove cercarle, il coriandolo fresco, il mio in polvere. Fotografare la carne non è facile ma spero che dalle immagini si percepisca la consistenza.

pollo, cocco, zenzero, coriandolo, curry, india, dal mondo, peperoncini, carne, aglio

Ingredienti:

per quattro

2 peperoncini verdi

2 cucchiai di curry

1 spicchio d’aglio

6 cm di radice di zenzero

1 cucchiaio di coriandolo (io in polvere)

2 cucchiai di olio di semi

1 cipolla media

800 gr di petto di pollo

400 ml di latte di cocco

sale

riso per servire (facoltativo)

pollo, carne, cocco, zenzero, peperoncini, aglio, coriandolo, spezie, india, dal mondo

1 Lavate e pulite i peperoncini, tagliateli a rondelle, metteteli in un mixer con lo spicchio di aglio, la radice di zenzero sbucciata e tagliata a pezzetti, il curry, il coriandolo, sale e 4 cucchiai di acqua, frullate fino ad avere un composto omogeneo.

pollo, carne, cocco, india, dal mondo, spezie, coriandolo, zenzero, curry, peperoncini, cocco

2 In una padella capiente scaldate l’olio, aggiungete il composto, cuocete per due tre minuti, unite la cipolla affettata abbastanza finemente, mescolate e fate cuocere per dieci minuti a fuoco medio.

3 Unite il pollo precedentemente tagliato a pezzetti, mescolate, regolate di sale, unite il latte di cocco e 200 ml di acqua, cuocete per circa 20/30 minuti, fino a che il pollo non risulterà ben cotto e/0 volete far ristringere un po’ il “sugo”.

pollo, curry, cocco, spezie, india, dal mondo, coriandolo, peperoncini, zenzero,aglio, carne

4 Servite caldo con del riso precedentemente lessato, basmati o venere o altro.

pollo, curry, coriandolo, zenzero, aglio, peperoncini, india, carne, dal mondo

 

contorni

Quiche con pollo e taccole

quiche, francia, torta salata, pic nic, pasta matta, carne, pollo, taccole, verdure

quiche, francia, torta salata, pic nic, pasta matta, carne, pollo, taccole, verdure

 

Non sono una patita delle torte salate, già detto in altre occasioni ma essendo ottime per svuotare il frigo e finire gli avanzi eccone un’altra!

Il motivo principale per cui ho preparato questa quiche è che volevo provare a fare la pasta matta, non so perchè si chiami così, avendo la ricotta ecco l’occasione, il ripieno un avanzo di taccole della sera prima, due petti di pollo.

Non avevo mai fatto la pasta con la ricotta, ne avevo sentito parlare già da tempo, un’amica da sempre prepara ottime torte con questa pasta, poi come spesso accade l’avevo rimossa fino a l’altro giorno in cui ho letto una ricetta con questa pasta sul blog di Scamorze ai fornelli, ho subito replicato.

Superfluo dire che questa torta è perfetta sempre, per i pasti come antipasto, per un pic nic, a una grigliata, in viaggio divisa già a fette, si conserva bene per giorni in frigorifero e potete farcirla come preferite.

Il pic nic che ieri a Milano pareva dietro l’angolo, caldo, 25 gradi alle 17 tanta gente in maglietta, turisti in sandali e vestitini avvistati sui navigli, oggi sembra un ricordo, cielo grigio, nuvole basse, possibilità di pioggia e soprattutto maglione e giacca. Complice un desiderio di dormire immenso, si preannuncia un week end di riposo, dormo ma non basta, la mattina me la cavo, il pomeriggio una tragedia, avrei bisogno degli stuzzicadenti per tenere aperti gli occhi.

Buon week end e fatemi sapere se il passo passo delle spiegazioni è comprensibile.

Ingredienti:

per la pasta

250 gr di farina 00 bio

250 fr di ricotta

2 cucchiai di olio

50-60 ml di acqua

sale

per il ripieno:

4 uova

250 ml di panna fresca

180 gr di taccole

2 petti di pollo (circa 200 gr ma quantità a piacere)

2 cucchiai di parmigiano grattugiato

sale

pepe

1 Preparate la pasta lavorando insieme tutti gli ingredienti, rapidamente otterrete una pasta liscia, elastica e omogenea.

2 Ungete leggermente una teglia, stendete la pasta con le mani o con il mattarello, riempitela fino ai bordi, spessore 5-6 mm. Se vi avanza pasta fate le strisce da mettere sulla superficie o tenetela da parte per un altro impasto.

quiche, torta salata, francia, pollo, carne, taccole, verdure, pasta matta, pic nic

3 Lessate le taccole dopo averle lavate, spuntate e tagliate e pezzi di circa 2 cm.

4 Scaldate con un cucchiaio di olio una padella, aggiungete il pollo tagliato a pezzetti (se preferite cuocetelo a fette e tagliatelo dopo).

5 In una ciotola sbattete le uova con la panna, sale, pepe, il parmigiano.

quiche, francia, pollo, carne, taccole, verdure, torta salata, pic nic, pasta matta

6 Unite al composto liquido il pollo e le taccole.

quiche, francia, torta salata, pic nic, pasta matta, pollo, carne, verdure, taccole

7 Accendete il forno a 180 gradi, distribuite il composto sulla torta, infornate per circa 45 minuti. Sfornate servite tiepida o come preferite.

quiche, torta salata, pasta matta, verdure, taccole, pollo, carne

carne

Pollo fritto in crosta di torrone

pollo, finger food, antipasto, aperitivo, carne

pollo, finger food, antipasto, aperitivo, carne

A settembre ho trascorso una giornata molto bella a Cremona, oltre alla visita della città, un bel pranzetto in un ristorante con piatti tipici, ho visitato la fabbrica della Sperlari, celebre per la produzione del torrone.

Al termine della giornata mi hanno regalato diverse confezioni di torrone (tante, proprio tante) e un piccolo libricino con delle ricette dolci e salate preparate con il torrone, sfogliandolo ne ho trovate diverse interessanti come gli spaghetti al peperoncino e torrone, il baccalà gratinato ovviamente con il torrone e altre, questa mi ha subito colpita.

Dopo qualche mese l’ho voluta provare per sentire la consistenza croccantina della panatura decisamente insolita, che dire? buona, da provare, vi consiglio se avete ancora un po’ di torrone avanzato dalle feste natalizie di sperimentare questi bocconcini di pollo che si preparano in un attimo e come tutti i fritti piacciono a tutti.

Il fritto si sa oltre che buono crea convivialità, voglia di chiacchiere, risate, si mangia con le mani rendendo anche la persona più formale semplice e meno affettata, è godurioso che si tratti di una mozzarella in carrozza con il formaggio filante o di un’oliva ascolana così “piccola” che ne divoreresti mille.

Ai matrimoni quando entrano in campo i fritti si verificano scene da centometristi, anche le meno abili sui tacchi partono di slancio, distinti signori anziani si fanno avanti con notevole sprint per afferrare il cartoccio, quando finiscono si tiene d’occhio il cameriere per potersi letteralmente fiondare al suo arrivo.

Il fritto è da battaglia oltre che bontà infinita.

pollo, carne, frittura, impanatura, antipasto,aperitivo, finger food, street food

Ingredienti:

100 gr di torrone classico alle mandorle

600 gr di petto di pollo

2 uova

pangrattato

sale

pepe olio di semi

pollo, carne, frittura, antipasto, aperitivo, torrone, finger food

1 Tritate finemente il torrone.

2 Tagliate il petto di pollo a filetti, cospargeteli con il torrone.

3 Sbattete le uova in un piatto, in un altro piatto mettete il pangrattato con sale e pepe.

pollo, carne, frittura, impanatura, finger food, antipasto, aperitivo, street food

4 Passate i filetti nell’uovo poi nel pangrattato, impanateli bene da entrambe le parti.

5 Ripetete la stessa operazione due volte.

6 Mettete a scaldare abbondante olio in un padella antiaderente, una volta ben caldo friggete i filetti di pollo per qualche minuto, scolateli su foglio di carta assorbente, salate se necessario, servite.

 

verdure

Insalata di spinacini pollo e melograno

insalata, verdura, spinacini, melograno, noci, frutta, frutta secca, pollo, carne

insalata, verdura, spinacini, melograno, noci, frutta, frutta secca, pollo, carne

Un’altra non ricetta! Pronta in cinque minuti, come ogni insalata che si rispetti il suo bello è poter scegliere quali ingredienti abbinare, in quali quantità e condirli come si vuole.

Avrei potuto optare per una salsina come condimento ma ho preferito rimanere light, solo olio sale e pepe, una prossima volta penso a una salsa di yogurt o di senape o limone, per cambiare un po’.

Il mese dopo Natale è rigorosamente light, per quanto a casa mia non si facciano bagordi gastronomici, ricette leggere, poco tempo in cucina, cotture rapide come questa che con la griglia elettrica parliamo di 4 minuti di numeri.

Sono molto assonnata oggi per cui son di poche parole, buona giornata!

insalata, spinacini, verdure, pollo, melograno, noci, frutta, frutta secca, carne

Ingredienti:

per due persone circa

100 gr di spinacini

100 gr di pollo

30 gr di melograno

30 gr di noci

olio evo

sale

pepe

 

verdure, insalata, spinacini, frutta, melograno, frutta secca, noci, pollo, carne

 

1 Grigliate il pollo, lasciate intiepidire e tagliatelo a striscioline.

2 Pulite il melograno per ottenere circa 30 gr di chicchi.

3 Tritate grossolanamente le noci.

4 Componete la vostra insalata unendo tutti gli ingredienti, condite  con olio, sale e pepe.

Ovviamente tutte le dosi possono variare a seconda dei vostri gusti.

 

insalata, spinacini, verdure, pollo, carne, melograno, frutta, frutta secca, noci, carne

Senza categoria

Pollo allo zenzero e verdure

pollo zenzero verdure cina

pollo zenzero verdure cina

Un libro! La mia vita senza libri sarebbe vuota, triste, piccola, colma di lacune!

Un libro un compagno di viaggio, un amico fedele, un oggetto da maneggiare con cura, da portare sempre con se’.

Avrete intuito che sono una lettrice, un’accanita e compulsiva lettrice, una divoratrice seriale! Non riesco a immaginare le mie giornate senza libri da quando ho otto anni e ricevetti per regalo a Natale Piccole Donne, un grande classico!

Leggere è sognare, arrabbiarsi, scoprire, ridere, immedesimarsi, fantasticare, capire, piangere, soffrire, viaggiare, evasione, nostalgia, fantasia, pensiero!

Se ripercorro la mia vita…..sono stata in India grazie alla lettura di un romanzo ambientato in quello splendido e difficile paese, rivivo pomeriggi di pioggia, ore sotto il sole in spiaggia, sul divano guardando la neve scendere, le notti insonni, 26 ore di pullman in Brasile divorando un romanzo del grande Amado, l’evasione sui mezzi pubblici, lunghe e lente colazioni, ore e ore in libreria a sfogliare titoli, leggere copertine, ammirare le file composte e ordinate e voler comprare tutto, il profumo della carta, le pagine ingiallite, le dediche sulla prima pagina bianca, il sentirsi tutti i giorni un po’ Don Chisciotte, un viaggio notturno Chicago/Milano lessi tutto One Day, sdraiata su un prato, con la pila in tenda, ai bordi di una piscina, briciole fra le pagine, un’ansia terribile leggendo un giallo, l’attesa prima del mio turno dal medico o in banca, sotto le palme a Cuba, mentre tutti dormono il silenzio delle notti in Perù, aspettando mia mamma in aeroporto per ore con me Il cacciatore di aquiloni, la delusione vedendo il film, al liceo innamorarsi di Due di Due e de La casa degli spiriti, regalare alle amiche lo stesso libro, a teatro a vedere Il Piccolo Principe.

Potrei andare avanti ore, in queste occasioni e in tante altre sempre un libro con me, un amore viscerale, ereditato senza ombra di dubbio da mia mamma, altra lettrice seriale, un libro una costola!

Ieri la giornata mondiale del libro, non potevo non aderire a #ioleggoperchè, iniziativa promossa sui giornali, ieri sera sui Raitre, pubblicizzata ovunque, 240.000 libri regalati per incentivare la lettura, i miei dodici distribuiti con entusiasmo!

Leggiamo, sempre!

pollo zenzero verdure cina

Ingredienti:

per quattro persone

400 di pollo, petto

2 carote

200 gr di taccole

3 cm di radice di zenzero

1 spicchio di aglio

100 ml di soia a basso contenuto di sodio

1 cucchiaio raso di miele

2 cucchiai di zucchero di  canna

1 cucchiaino di maizena

olio di semi

sale

pollo zenzero verdure cina

1 Tagliate il pollo a striscioline.

2 Preparate la marinatura: in una ciotola sbattete la soia, il miele, 2 cucchiai di olio, l’aglio tritato, lo zucchero di canna e lo zenzero sbucciato e grattugiato. Immergetevi il pollo, fate marinare per almeno mezzora.

3 Pelate e lavate le carote, tagliate a metà nel senso della lunghezza, se son grosse in quattro; lavate le taccole, cuocete le verdure al vapore per una decina scarsa di minuti. Scolatele e fare raffreddare in una ciotola di acqua fredda.

4 Prendete il wok, scaldatelo, versate un cucchiaio d’olio e il pollo scolato (tenete da parte la marinatura), saltatelo per qualche minuto, unite le verdure, mescolate delicatamente, cuocete per cinque minuti.

5 Riprendete la marinatura, stemperatevi la maizena, versatela nel wok, cuocete per tre quattro minuti a fuoco medio mescolando (se vi sembra che il pollo si stia seccando aggiungete un goccio d’acqua calda.

CONSIGLIA Torta di mais