Browsing Tag:

Pesce

Primi

Bulgur con zucchine gamberi e mandorle

bulgur, cereali, mandorle, frutta secca, zucchine, verdure

Prima volta del bulgur su questi schermi, non lo mangio spesso effettivamente seppur mi piace come tutti i cereali, soprattutto d’estate quando puoi condirlo con qualsiasi cosa, i miei classici tonno ceci e pomodori, pesto e gamberi, peperoni e zucchine, pollo cipollotto zenzero ecc…

La comodità è prepararlo prima, d’estate non ho tanta voglia di stare in cucina, cucino eh, non mangio solo piatti freddi, pronti o insalata ma se in inverno è piacevole trascorrere le ore in cucina, in estate cerco di starci poco anche perchè la mia è caldissima.

Quindi preparo a rate se il piatto prevede più preparazioni, in questo caso in mattinata ho fatto il bulgur e prima di cena le zucchine, mentre cuocevano ho pulito i gamberi. Mangiare bene e vario comunque ma senza dedicarci ore, per esempio quando sono in montagna se c’è il sole voglio stare fuori il più possibile.

E’ mercoledì ma sono convinta sia giovedì, i misteri, vi auguro una buona giornata in questo anniversario importante!

 

bulgur, cereali, mandorle, frutta secca, zucchine, verdure, gamberi, pesce

Ingredienti:

per due persone

170 gr di bulgur

1 zucchina grande

120 gr di gamberi

1 cucchiaio di lamelle di mandorle

1 cucchiaio di farina abbondante

olio

sale pepe

 

bulgur, cereali, mandorle, frutta secca, zucchine, verdure, gamberi, pesce

 

1 Cuocete il bulgur come da istruzioni, il mio 15 minuti in acqua bollente, come la pasta, lasciate raffreddare.

2 Lavate, pulite e tagliate a rondelle sottili la zucchina, passatele nella farina e saltatele in una padella con dell’olio per circa 5-7 minuti, non devono galleggiare nell’olio. Scolatele su un foglio di carta assorbente.

3 Pulite i gamberi.

4 In una ciotola o piatto da portate riunite tutti gli ingredienti, il bulgur, le zucchine, i gamberi e le mandorle, condite con olio evo, regolate di sale e pepe, servite.

Primi

Linguine al pomodoro olive e acciughe

linguine, pasta, pomodoro, passata, olive taggiasche, acciughe, pesce

 

Quando si dice il lusso della semplicità, una pasta veloce ottima, dai sapori decisi e genuini, il trionfo dell’italianità.

In primis la pasta, il nostro orgoglio nel mondo, il nostro marchio distintivo insieme alla pizza e al caffè, un prodotto versatile economico, che si prepara veloce, che ha mille formati, nomi di tutti i tipi, si trova ovunque, si condisce con qualsiasi cosa.

Il pomodoro, che dire? sempre buono, che sia sulla bruschetta, in insalata, la passata, farciti, ripieni, arrosto, confit, in versione confettura, cocktail, anche in questo caso tanti tipi dal ramato ai perini, dai ciliegini ai costoluti e i datterini, san marzano ecc…

Le olive taggiasche, orgoglio ligure, le acciughe.

Insomma io di questo piatto sono innamorata, è chiaro? Credo di si, sicuro io sono una pasta addicted, anche se a dire il vero a me i primi piacciono tutti, se devo scegliere fra primo e secondo, primo tutta la vita!

E voi che portata preferite? Buon week end.

 

linguine, pasta, pomodoro, olive taggiasche, pesce, acciughe

Ingredienti:

per due persone

200 gr di linguine

120 gr di passata di pomodoro MUTTI

2 cucchiai di olive taggiasche

5-6 filetti di acciughe

olio all’aglio e peperoncino

sale pepe

 

linguine, pasta, pomodoro, acciughe, pesce, olive taggiasche

1 Scaldate in una padella dell’olio, unite la passata e lasciate cuocere per 15 minuti a fuoco medio, unite le acciughe e le olive mescolate, regolate di sale.

2 Nel mentre mettete a bollire l’acqua per la pasta, quando bolle salate e versate le linguine seguendo le tempistiche indicate.

3 Fate cuocere il sugo altri 10 minuti, spegnete pochi minuti prima di scolare la pasta, scolate e amalgamate, servite subito spolverando con il pepe.

NOTE questo sugo potete prepararlo come preferite con più acciughe o meno olive, con più pomodoro, con aglio e peperoncino scaldati in olio evo, io avevo un olio aromatizzato, potete saltarli, insomma seguite i vostri gusti che non sbagliate!

 

olive taggiasche, pomodoro, passata, pasta, linguine, acciughe, pesce

Primi

Riso con melone e gamberetti

riso, cereali, primi, gamberetti, pesce, frutta, melone

riso, primi, cereali, frutta, melone, pesce, gamberetti

Una ricetta che è una non ricetta, non c’è molto da fare se non cuocere il riso, pulire il melone, assemblare gli ingredienti, piatto fresco, veloce, in linea con la stagione e le temperature.

Ho anche messo accanto una crema di avocado, a parte perchè potrebbe non piacere insieme al resto, provate e stabilite se è un abbinamento che vi conquista o meno, a me non è dispiaciuto!

L’avocado è fondamentale nella mia cucina estiva, nel dolce e nel salato è versatile, per creme, in insalata, condito semplicemente con olio e limone, con il pesce, nella pasta, ottimo con il cioccolato, sul pane, nel mitico avocado toast! E anche un bel colore!

Siamo a giovedì e mi sembra che la settimana sia volata senza averne colto molto, un po’ sfuggente, un po’ faticosa, con un paio di notti insonni di troppo, pensieri che girano vorticosamente, qualche risata improvvisa, un libro che voglio rileggere e non trovo più.

Buona giornata.

riso, cereali, primi, gamberetti, pesce, frutta, melone

Ingredienti:

1 melone piccolo

100 gr di Riso Buono Artemide

2 cucchiai di gamberetti

olio evo

sale pepe

riso, cereali, primi, frutta, melone, gamberetti, pesce

1 Cuocete il riso, lasciate raffreddare.

2 Tagliate a metà il melone, con un cucchiaio svuotate l’interno dai semi e con uno scavino togliete il resto tenendolo da parte.

3 Scolate bene i gamberetti.

4 In una ciotola unite i tre ingredienti, condite, regolate di sale e pepe e farcite le vostre metà di melone

Se volete aggiungere la crema di avocado, semplicemente pulite un melone e lo frullate o schiacciate con un cucchiaio di mascarpone, salate.

riso, cereali, primi, gamberetti, pesce, frutta,melone

 

Lievitati

Focaccia con peperoni e acciughe

Diciamo non alta ma neanche bassa, non sono un’esperta e ogni volta viene fuori una focaccia o pizza diversa, a me piacciono entrambe le versioni, alta morbidosa, bassa unta e croccante, semplice, farcita, mi accontento facilmente.

Sto cercando di terminare un tot di farine essendo arrivato il caldo, oggi meno degli altri giorni a dire il vero, c’è una bella arietta ma comunque nei mesi estivi vuoi che le farfalline vengono a farmi visita spesso, vuoi che accendere il forno in casa mia è un’esperienza che mette a dura prova, mangio preferibilmente piatti freddi, freschi, senza lunghe cotture.

Certo ogni tanto a una torta al cioccolato o altro non rinuncio!

Oggi son di poche parole, ho dormito ma è come se necessitassi ancora di altre ore di riposo, vi auguro un buon giovedì e dai che siamo a un passo dal week end!

Ingredienti:

400 gr di farina 00 bio

9 gr di lievito di birra

acqua q.b.

sale

olio evo

2 peperoni

4-5 filetti di acciughe

erba cipollina

1 Preparate l’impasto disponendo la farina in una ciotola capiente o direttamente su un piano da lavoro, spezzettate direttamente il lievito sulla farina, unite due cucchiai di olio, acqua poco alla volta cominciando a impastare, proseguite fino a ottenere una pasta compatta, nel mentre salate.

2 Lavorate la pasta una decina di minuti perchè risulti liscia, compatta, omogenea, coprite e fate livitare, io circa 4 ore.

3 Lavate e pulite i peperoni, accendete il forno a 220 gradi, disponeteli su una teglia coperta da carta forno, apriteli a metà e fateli grigliare per circa 30 minuti, lasciate intiepidire e spellate.

4 Ungete una teglia da forno, disponete la pasta lievitata direttamente con le mani, formate tanti buchini con i polpastrelli, create una salamoia con un po’ di acqua olio sale e grosso, basta un cm di acqua, spennellate la pasta e infornate a 200 gradi per 15 minuti, ripetete l’operazione dopo dieci minuti ungendola bene.

5 Nel mentre tagliate a pezzetti i peperoni, se volete anche le acciughe se no mettetele intere.

6 Aprite il forno e aggiungete velocemente a piacere i peperoni e le acciughe, lasciate cuocere altri 10 minuti, sfornate e decorate con l’erba cipollina tritata, servite subito.

Primi

Cous cous con ceci agretti e san pietro

cous cous, cereali, primi, agretti, verdure, ceci, legumi, san pietro, pesce, piatto unico

cous cous, cereali, agretti, verdure, pesce, primi piatti, san pietro, legumi, ceci

Un raggio di sole dopo giorni di pioggia  e una nottata dove c’è stato un gran temporale, si vede che sapevano che avrei pubblicato una ricetta tipicamente primaverile, un piatto unico ricco perfetto per pic nic, grigliate, gite fuori porta, l’imminente 1 maggio.

Un piatto che potete divertirvi a creare come preferite, le combinazioni sono infinite, forse è insolita la presenza degli agretti ma li avevo preparati e quindi perchè non gustarli in versione insalata/piatto unico.

Che farete per il 1 maggio? Io resterò a casa perchè devo studiare per un esame settimana prossima, domenica tempo permettendo pic nic/grigliata in un parco milanese con amici, se dovesse piovere staremo a casa di qualcuno di noi.

Corro a studiare, vi auguro una felice giornata e un buon week end lungo!

piatto unico, primi, agretti, verdure, cereali, cous cous, ceci, legumi, pesce, san pietro

Ingredienti:

per due persone

180 gr di cous cous

2 fette di san pietro (grandezza decidete voi se vi piace o meno, se volete abbondare o meno)

80 gr di ceci

3 cucchiai di agretti già cotti

olio evo

sale  e pepe

cous cous, cereali, primi, agretti, verdure, ceci, legumi, san pietro, pesce, piatto unico

1 Preparate il cous cous come da istruzioni sulla confezione, sgranatelo bene, lasciate intipiedire.

2 Cuocete il pesce in una padella antiaderente con un filo di olio, bastano 5-6 minuti se la fetta non è troppo alta, lasciate intiepidire.

3 Tagliate il pesce a bocconi, tagliate grossolanamente gli agretti.

4 In una ciotola riunite tutti gli ingredienti, mescolate delicatamente per non ridurre il pesce in briciole, condite con olio sale e pepe.

cous cous, cereali, agretti, verdura, san pietro, pesce, ceci, legumi, primi, piatto unico

Primi

Noodles con fave cipollotti e gamberi

noodles, primi, dal mondo, gamberi, pesce, fave, legumi, verdure, cipollotto

Tempo di fave, di cipollotti, per me sempre tempo di noodles, di riso, di grano, di soia, si preparano in un attimo e un po’ come la pasta li si condisce con tutto ma proprio tutto.

Se non trovate la salsa di pesce e la salsa pad thai fate senza, utilizzate semplicemente la salsa di soia, vengono ottimi comunque.

Ho un torcicollo notevole e son tutta acciaccata causa questo vento terribile che nei giorni scorsi ha funestato, mi sento davvero giù, ho anche dormito bene, almeno otto ore eppure tornerei immediatamente sotto le coperte e so che mi addormenterei in fretta. Mettiamoci l’umore che non è particolarmente alto manco quello….

Vi auguro un buon week end, tanti saranno in vacanza, qualcuno partirà adesso per il ponte del 25 aprile, i più fortunati si sollazzeranno fino al 1 maggio, ovunque voi siate divertitevi!

noodles, primi, dal mondo, gamberi, pesce, fave, legumi, verdure, cipollotto

Ingredienti:

per due persone

200 gr di noodles

100 gr di fave

4-5 cipollotti

6-7 gamberi

3 cucchiai di salsa di pesce

1 cucchiaio di salsa pad thai

1 cucchiaino di zucchero

olio evo

noodles, primi, dal mondo, gamberi, pesce, verdure, cipollotto, fave, legumi

1 Lessate le fave, tagliate a rondelle il cipollotto.

2 In una padella versate due tre cucchiai di olio, fatelo scaldare e unite il cipollotto, lasciate cuocere per qualche minuto poi unite la fave, lasciate insaporire.

3 Unite la salsa di pesce, la salsa pad thai e lo zucchero, mescolate, unite i gamberi e fate cuocere per cinque-dieci minuti.

4 Nel mentre preparate i noodles come da istruzioni, di solito portando a ebollizione l’acqua come per la pasta poi cuocendoli solo qualche minuto, scolateli e versateli nel condimento, fate saltare e amalgamare due tre minuti, servite caldi.

noodles, dal mondo,fave, legumi, verdure, cipollotti, gamberi, pesce, primi

Lievitati

Panino di segale con cicoria uova e acciughe

panino, uova, cicoria, acciughe, verdure, maionese

panino, uova, cicoria, verdure, acciughe, pesce

E’ cominciata ufficialmente la stagione dei pic nic, delle gite fuori porta, dei pranzi in spiaggia o anche semplicemente in balcone per chi non si può spostare dalla città. Abbiamo tutto per regalarci panini gourmet, dai salumi alle verdure, dalle uova alle salse passando per i formaggi, i legumi, pesce e carne.

Il mio panino di oggi è proprio semplice semplice, pochissimi sforzi, giusto la cottura delle uova, con la cicoria di stagione che personalmente in questa veste mangio senza problemi da sola trovo sia decisamente amara, per me pane di segale perchè ero in montagna dove trionfa questo pane ma ognuno opti per il suo preferito.

Bisogna godersi questi mesi aprile, maggio, magari giugno perchè poi diventa troppo caldo, spesso stare fuori a ora di pranzo diventa complicato, la calura ti uccide mentre i prossimi due mesi sono ideali per stendere una coperta, preparare una bella borsa frigo con succhi, birra fresca, magari un prosecco, un piccolo kit di stoviglie e poi chi più ne ha più ne metta.

Insalate di pasta, frittatine, torte salate, tramezzini, spiedini, cereali, muffin, grissini, salumi, formaggi, taralli, focacce, e mille altre cose senza scordare frutta e dolce.

Buona settimana!

panino, uova, cicoria, verdure, acciughe, pesce, maionese

Ingredienti:

4 panini di segale

4 uova

8 filetti di acciughe

cicoria q.b.

maionese

panino, uova, cicoria, acciughe, maionese, verdure

1 Lessate le uova fatele raffreddare, sgusciatele e tagliate a rondelle.

2 Tagliate il panino a metà, spalmatelo con un cucchiaino di maionese, mettete due tre fogli di cicoria poi due tre fette di uova e due filetti di acciughe, se volete mettete altre due fette di cicoria, chiudete, premete leggermente e proseguite nello stesso modo per gli altri panini.

panino, uova, cicoria, acciughe, pesce, verdure, maionese

panino, uova, cicoria, acciughe, verdure, maionese

 

Pesce

Involtini di gamberi marinati e verdure

involtini, antipasto, finger food, asia, dal mondo, verdure, pesce, gamberi, aperitivo

involtini, antipasto, finger food, asia, dal mondo, verdure, pesce, gamberi, aperitivo

La sfida di questo mese del gruppo Sei in cucina mi piace particolarmente, gli ingredienti son belli e si possono realizzare davvero tante tante ricette, il protagonista è il limone, un frutto che si usa tanto nei dolci come nel salato, per condire, marinare, come crema, marmellata, per aromatizzare e altro.

Io ho optato per una marinatura che preparo da secoli e mi piace molto, regala sapore, profumo ed è molto semplice.

Un piatto che profuma di Asia, di quel fritto tipico che si sente per le strade in India ma anche in altri paesi asiatici dove lo street food dilaga ed è abitudine consolidata di chi ci vive e dei turisti goderne, peraltro ricordo anche in Brasile bancarelle ovunque che sfornavo manicaretti che prendi e acquisti in loco ancora fumanti.

Indubbiamente una cucina che amo molto, non mi stanca mai e che spero di poter gustare dal vivo viaggiando in qualche paese asiatico…..sogni!

involtini, antipasto, finger food, aperitivo, verdure, gamberi, pesce, fritto, asia

Ingredienti:

230 gr di pasta phillo (ve ne serviranno 6 fogli sottili)

1 zucchina

150 gr di carote julienne

70 gr di germogli di soia

150 gr di gamberi

2 limoni

4 cucchiai di olio evo

3 cucchiai di salsa di soia

1 cucchiaio di miele

1 albume

olio per friggere

sale

involtini, gamberi, pesce, asia, dal mondo, verdure, julienne, fritto, finger food, antipasto

1 Preparate la marinata, in una ciotola mettete l’olio, il miele, la soia e il succo e scorza dei limoni, mescolate e assaggiate se vi piace, regolatevi secondo il vostro gusto se la preferite più dolce unite un altro po’ di miele, ecc…

2 Mettete a marinare i gamberi nella marinata per almeno mezzora.

3 Lavate la zucchina e tagliatela a julienne, unite le carote julienne e i germogli.

4 Scolate i gamberi dalla marinata e uniteli alle verdure, tritate il tutto finemente (anche nel mixer se preferite) se troppo asciutto unite 1-2 cucchiai di marinata.

5 Prendete la pasta phillo, dividete ogni foglio a metà, disponete al centro a forma di rettangolo il ripieno, ripiegate la pasta prima su stessa poi piegando i bordi verso il centro dell’involtino, sigillate con dell’albume aiutandovi con un pennello.

6 Terminate rapidamente tutti gli involtini e friggeteli subito in olio bollente, basteranno 5-6 minuti a involtino, a metà cottura girateli, regolate di sale se volete, servite caldi.

 involtini, antipasto, gamberi, finger food, asia, dal mondo, fritto, verdure, julienne, pesce

Con questa ricetta partecipo a Sei in cucina la sfida degli ingredienti

Primi

Pad thai con gamberetti

pad thai, dal mondo, gamberetti, erbe aromatiche, noodles, primi, uova

Qua passiamo dallo spezzatino al pad thai, due mondi completamente diversi.

Foto rubate all’ingordigia, fatte in trenta secondi, ho recuperato quelle che si salvano un minimo perchè sia mai che lo mangio freddo, troppo buono per non condividerlo con voi.

Ricetta ripresa in toto ed eseguita alla lettera di Vatinee la regine delle ricette thai.

Se amate il genere, la cucina orientale, i noodles non potrete non amare questo piatto, una volta trovati gli ingredienti in poco tempo realizzerete questo piatto che ovviamente si può preparare con alcune varianti, vedi aggiunta di verdure, altro pesce, carne.

Scappo, fra poche ore volo a Lisbona e ho seimila cose da fare, buon week end!

pad thai, dal mondo, gamberetti, erbe aromatiche, noodles, primi, uova

Ingredienti:

per due persone

200 gr di noodles

200 gr di gamberetti

2 cucchiai di olio di semi

2 spicchi di aglio

2 uova

erba cipollina

3 cucchiai di salsa di pesce

3 cucchiai di salsa pad thai

1-2 cucchiaini di zucchero (o 1 cucchiaio)

sale

1 lime

coriandolo

pad thai, uova, noodles, erbe, dal mondo, primi

1 Come prima cosa leggete bene le istruzioni sulla confezione dei noodles, alcuni vanno ammollati 15 minuti, altri cotti per tre minuti in acqua calda ecc…

2 Marinate i gamberetti con 1 cucchiaio di salsa di pesce per 10 minuti.

3 In una padella antiaderente o nel wok scaldate l’olio e soffriggete l’aglio con l’erba cipollina precedentemente lavata e tagliate fine fine, unite i gamberetti e 1 cucchiaio di salsa di pesce, cuocete per una due  minuti. Togliete i gamberetti  e metteteli da parte.

4 Aggiungete i noodles nella padella, poi rompete le uova, mescolate, unite la salsa pad thai, lo zucchero, il cucchiaio restante di salsa di pesce, amalgamate e cuocete bene fino a fuoco vivo fino alla completa cottura dei noodles (se necessario unite un po’ d’acqua).

5 Aggiungete i gamberetti, saltate per qualche istante, regolate di sale, servite con il coriandolo e il lime (per decorare non spremuto).

Antipasti

Fagottini di broccoli mozzarella e acciughe

fagottini, antipasto, finger food, aperitivo, verdura, broccoli, acciughe, pesce, mozzarella, formaggio

Belli non sono belli ma son buoni. Ho trovato la pasta phillo e l’ho presa subito, nei supermercati vicino a casa è merce rara quindi quando la vedo la prendo senza esitazioni.

Pensavo a come usarla e ho optato per questi fagottini, il tutto è stato inventato working progress, quando ho cominciato a cuocere i broccoli ancora non sapevo bene con cosa li avrei accompagnati e soprattutto riflettevo su come chiuderli.

Non che sia una scelta geniale o la più ovvia ma ho pensato semplicemente di spennellarli di albume sulla chiusura, onestamente non sapevo se fosse il procedimento corretto, se ci fosse un modo per piegarli, pensavo agli involtini primavera ma non li ho mai visti preparare.

Comunque sia ha funzionato, non si sono aperti, cottura in forno, non avevo voglia di friggere e preferivo restare light, che dire? Ottimo, il ripieno a me piace molto, ovviamente potete farcirli in mille altri modi, diciamo una sfiziosità diversa dal solito.

La giornata è intensa e io ho tante cose da fare per cui vi auguro una felice giornata senza brutte notizie come quella di ieri e speriamo che smetta di nevicare nel centro Italia.

fagottini, antipasto, finger food, aperitivo, verdura, broccoli, acciughe, pesce, mozzarella, formaggio

Ingredienti:

200 gr di pasta phillo (è in fogli)

1 broccolo

100 gr di mozzarella

4-5 filetti di acciughe o pasta d’acciughe

1 spicchio ‘aglio

un albume

olio

sale pepe

fagottini, aperitivo, antipasto, finger food, verdura, broccoli, mozzarella, formaggio, acciughe, pesce

1 Cuocete il broccolo al vapore.

2 In una padella saltate con due cucchiai di olio e uno spicchio d’aglio le cimette di broccolo, regolate di sale e pepe, se volete mettete anche del peperoncino, fate saltare per cinque minuti poi unite le acciughe a pezzetti, cuocete due tre minuti, lasciate intiepidire.

3 Tagliate la mozzarella a pezzetti, fatela scolare molto molto bene (se preferite usate quella per la pizza che non ha acqua).

4 Prendete i fogli di pasta uno alla volta, tagliateli a metà, disponete al centro una cucchiaiata di broccoli e qualche pezzo di mozzarella, dategli la forma rettangolare, arrotolate la pasta dalla parte del ripieno mentre dall’altra richiudetela verso il centro del fagottino, girateli su un tagliere con la chiusura rivolta verso il basso, formate tutti gli involtini.

5 Mentre scaldate il forno a 180 gradi, mettete l’albume in una ciotola e con un pennello spennellate uno alla volta tutti gli involtini sui punti di chiusura, vedrete che aderiranno subito alla pasta.

6 Disponeteli su una teglia distanziati, spennellate di olio e cuocete per circa 15 minuti, dovranno risultare dorati, sfornate e servite caldi o tiepidi.

fagottini, mozzarella, formaggio, pesce, acciughe, verdure, broccoli, antipasto, aperitivo, finger food

 

CONSIGLIA Burger di quinoa con mele e fiori di zucca