Browsing Tag:

Formaggio

Patate

Sformato di patate e taleggio

sformato di patate con formaggio taleggio

Giornate fredde, ieri prima sciarpa di lana e cappello, a mezzanotte tornavo a casa quattro gradi, voglia di piatti caldi, avvolgenti, profumati, filanti e anche molto semplici.

Con la patate si va sempre sul sicuro, avevo visto qualcosa di simile su una delle tante riviste di cucina che sfoglio e ho deciso di replicare con quello che avevo in casa, tanto queste sono ricette che non si sbagliano, che tu metta del salame a pezzetti, della mozzarella, panna o uova, qualsiasi formaggio o qualche spezia, delle verdure o altro va sempre bene.

Vi parrà assurdo ma questa settimana devo riuscire o quanto meno vorrei tentarci, a tirar fuori l’albero di Natale e gli addobbi, si l’ho detto Natale, quella parola che molti amano, altri detestano. Non manca molto, poco più di un mese e quest’anno lo trascorrerò all’estero quindi voglio godermi l’albero il più possibile comunque, tradotto devo allestirlo prima del tempo.

E voi siete pronti? siete già nel pieno delirio regali? dove lo passiamo? cosa cucino? ma alla nonna piacerà la solita sciarpa? e dove metto i bimbi a casa da scuola? compriamo altre palline o l’albero vero? panettone  o pandoro? regali utili o buoni regalo? Ogni anno solite domande, molteplici risposte!

 

sformato al forno con patate e taleggio

 

Ingredienti:

800 gr di patata a pasta gialla

250 gr di Taleggio

250 ml di panna

Parmigiano grattugiato q.b.

noce moscata

sale pepe

 

sformato di patate e taleggio

 

1 Sbucciate le patate e tagliate o con la mandolina ma secondo me vengono troppo sottili, o a mano formando fette alte 2-3 mm.

2 Togliete la crosta al formaggio e tagliatelo a fette grossolanamente.

3 Sbattete la panna (se vi pare poca potete aggiungere un uovo) con la noce moscata, sale e pepe.

4 Imburrate una pirofila o uno stampo a cerniera, disponete uno strato di patate poi di formaggio, proseguite nello stesso modo fino al termine degli ingredienti ricordandovi ogni tanto di salare e aggiungere se volete del parmigiano.

5 Accendete il forno a 170 gradi, mentre si scalda versate la panna sullo sformato, spolverate di parmigiano la superficie, infornate per circa 45 minuti, fate riposare 10 minuti e servite.

DOLCI

Cheesecake zucca e amaretti

Una cheesecake un po’ diversa dal solito, con la regina del momento la zucca, abbinata a un classico gli amaretti.

Una ricetta davvero sprint, pochi minuti per un dolce che a me è piaciuto tantissimo, il cui segreto per un’ottima riuscita è la ricotta! Dovete utilizzare una ricotta strepitosa, eccellente, vi assicuro cambia tutto rispetto a una ricotta qualsiasi o del supermercato.

Siamo a novembre, due passi e siamo a Natale, in giro cominciano a vedersi vetrine, oggetti, ieri al supermercato c’erano quattro scaffali pieni di dolci a tema natalizio, da renne al cioccolato a palle da appendere al cocco, biscotti decorati, torroni, panpepato, babbi natale di varie forme e ingredienti.

Sembra strano pensare a Natale perchè le giornate sono ancora belle, non fa freddo, quando c’è il sole scalda e il Natale di solito lo associamo al freddo, alla neve, ai guanti, la sciarpa, il caminetto, la cioccolata calda, vedremo se la neve vi farà compagnia, a me può essere, a Natale sarò a Chicago.

Buon week end!

 

 

Ingredienti:

per circa 4 bicchieri

una confezione da 200 gr di amaretti (tenetene da parte alcuni per decorare)

70 gr di burro

250 gr di ricotta di bufala

250 gr di zucca

3 cucchiai di zucchero

1 Lasciate ammorbidire il burro a temperatura ambiente.

2 Sbriciolate gli amaretti riducendoli in briciole e amalgamateli con il burro fino a ottenere un composto omogeneo, distribuitelo sul fondo dei bicchieri, altezza 1 cm.

3 Cuocete la zucca tagliata a pezzetti, al vapore o lessata, lasciate raffreddare poi frullate con la ricotta e lo zucchero fino a ottenere una crema liscia senza tracce di zucca.

4 Riempite i bicchieri con la crema, riponete in frigorifero, togliete 15 minuti prima di servire e guarnite con gli amaretti.

NOTE è un dolce che si può realizzare ad occhio, a seconda dei propri gusti, quindi regolatevi a piacere per la quantità di zucchero, sullo spessore dello strato inferiore e anche sulla crema, con più zucca o più ricotta, assaggiate.

verdure

Zucca con pancetta e fonduta

zucca con dadini di pancetta e fonduta

Lo ammetto, questo piatto è un errore, avevo preso gli spaghetti di zucca, immaginavo dovessero cuocere pochi minuti e infatti così li ho cotti ma si sono disintegrati praticamente subito! Forse andavano cotti un minuti e non due tre, che peccato erano così belli da vedere.

Il piatto è ottimo comunque, non cambia niente, siamo entrati nel pieno mood autunnale con pasti caldi, specie la sera, più sostanziosi, per me piatto unico data la presenza della pancetta e della fonduta.

Inutile dire che potete apportare molteplici varianti, utilizzare il formaggio che preferite, speck, salame, dadini di prosciutto, oppure crostini di pane, della noce moscata, spolverare di parmigiano, seguite i vostri gusti.

Ho settecento milioni di cose da fare per cui mi addentro in questo assolato martedì di fine settembre!

 

zucca con pancetta e fonduta

 

Ingredienti:

per due persone

200 gr di zucca (la mia erano spaghetti)

50 gr di dadini di pancetta affumicata

70 gr di fontina

latte q.b.

sale

 

zucca con pancetta e fonduta di formaggio

 

1 Preparate la fonduta tagliando a dadini la fontina, scioglietela in una padellina a fuoco basso, aggiungete poco alla volta il latte necessario, se volete potete anche non metterlo.

2 Nel mentre mettete a bollire l’acqua come per la pasta, in una padella antiaderente senza aggiunta di olio saltate qualche minuto la pancetta.

3 Quando l’acqua bolle, salate e cuocete per due minuti gli spaghetti di zucca o la zucca tagliate a scaglie sottili, scolate e condite con la pancetta, se necessario regolate di sale, adagiata sul piatto dove avrete già versato la fonduta.

Antipasti

Girelle di speck e provola

girelle con speck e provola

Cosa c’è di meglio dell’aperitivo? A me piacciono molto le tavole con tanti vassoi ricchi di prelibatezze, a volte mi piace quasi più guardarle che gustarle, mi piace soffermarmi sui vari colori, consistenze, forme, dalla cupola del muffin alla rotella di uova, ai quadrotti di pasta ai grissini.

Domenica sono stata a un evento  FREE YOUR MIND a Milano, in Via della Spiga, una delle vie più belle e note di Milano, famosa per essere una delle vie che compone il tanto famoso quadrilatero della moda. Ho potuto ammirare e diciamolo pure rosicare, molteplici paia di scarpe di vari brand dell’inedita collezione primavera-estate 2018.

Donne, ma anche uomini, praticamente il paradiso, dal sandalo al mocassino, dall’infradito alla scarpa da ginnastica, dal tacco vertiginoso allo stivaletto, ammiravo questi oggetti del desiderio sorseggiando ottimo vino della cantina Bianchini Rossetti, per la precisione una Falanghina Campania IGT.

L’azienda si trova in Campania, a Casale di Carinola (Caserta), da quattro generazioni si dedica alla valorizzazione dei vitigni dell’Agro Falerno,  area storica e nota per la sua bellezza attraversata dalle colline del Massico. Azienda prestigiosa che può vantare una distribuzione in Italia e nel mondo, circa 30-40 mila bottiglie l’anno, grazie al lavoro di Tony Rossetti e dello zio Francesco Bianchini.

Chiacchierare con un’amica desiderando scarpe e bevendo ottimo vino è un lusso che ogni tanto fa bene concedersi, se poi la location è anche prestigiosa e bella è un doppio lusso, grazie all’agenzia Louvre Fashion Agency per l’opportunità!

In vista del week end vi propongo un aperitivo super veloce e semplice da realizzare, magari da gustare con un ottimo calice di vino, amici, chiacchiere.

Per maggiori informazioni sulla cantina Bianchini Rossetti Bianchini Rossetti

 

girelle di sfoglia con speck e provola

 

Ingredienti:

un rotolo di pasta sfoglia rettangolare

4-5 fette di speck grandi

4-5 fette di provola grandi

sale

 

girelle di pasta sfoglia con speck e provola

 

1 Accendete il forno a 200 gradi, nel mentre srotolate la sfoglia e lasciate riposare una decina di minuti.

2 Stendete sulla sfoglia le fette di speck e di formaggio in modo tale da coprirla interamente.

3 Arrotolate la sfoglia su stessa dal lato lungo, formando un cilindro, con un coltello tagliate fette spesse un cm, disponetele su una teglia da forno coperta con carta forno, spolverate di sale, se volete pepe e infornate per circa 13-14 minuti, dovranno risultare dorate. Proseguite fino al termine delle girelle, sulla teglia disponetele distanziate perchè in cottura crescono.

Antipasti

Biscotti cacio e pepe

biscotti salati con cacio e pepe

Di solito parlando di cacio e pepe si parla di pasta oggi parliamo di biscotti! Niente di che, una ricetta di una semplicità unica, quasi ridicola ma che ricorda la famosa pasta e quel sapore deciso del cacio e del pepe.

Idea del tutto casuale, mi capita spesso quando non ho una ricetta che voglio fare già pensata, un ingrediente da finire o da provare, quando mi dico puoi cucinare di tutto quindi? a volte penso penso e poi decido in un istante con un pensiero flash! Così è stato!

I biscotti salati per me sono sinonimo di aperitivo, di semplicità, pochi ingredienti, cottura velocissima, mettici un bicchiere di vino, un pezzo di formaggio o qualche fetta di salame e il gioco è fatto. Senza tanti fronzoli, preparazioni, un aperitivo buono casereccio e veloce che sostituisce patatine, salatini o simili.

Venti settembre, un mese volato, non posso dire senza averne percezione perchè ce l’ho e anche piuttosto netta ma posso affermare che sicuramente è trascorso rapidamente fra mille pensieri, idee, cose da fare, a cui pensare, da risolvere, ieri è stato uno di quei giorni in cui a sera ero stremata dalla quantità di informazioni, notizie,parole che ho letto, detto, ascoltato!

Anche oggi mi butto in una giornata ricca, buon mercoledì!

 

biscotti con cacio e pepe

 

Ingredienti:

130 gr di farina

90 gr di burro

100 gr di cacio

pepe

sale

1 Fate ammorbidire il burro a temperatura ambiente.

2 Grattugiate finemente il cacio.

3 In una ciotola riunite gli ingredienti e lavorateli insieme fino a formare una pasta liscia e omogenea, rispetto al sale e alla quantità di pepe regolatevi secondo i vostri gusti.

4 Accendete il forno a 180 gradi, mentre si scalda stendete la pasta fra due fogli di carta forno aiutandovi con un mattarello. Spessore circa 5 mm, con uno stampino formate i biscotti e disponeteli su una teglia distanziandoli, infornate e cuocete per circa 14-15 minuti, dovranno risultare dorati. Proseguite fino a terminare la pasta, ristendete i vari avanzi senza problemi.

contorni/ Senza categoria/ verdure

Quiche con melanzane rosse

quiche, torta salata, melanzane rosse, verdure, formaggio, latticini

Le ho viste per la prima volta nei banchi del supermercato e non ho saputo resistere, sono molto carine, sembrano quasi piccole zucche e sono anche belle durette al tatto. Mi sono interrogata per un po’ su come prepararle, se ci fosse una cottura ideale, se farcirle svuotandole, alla fine ho improvvisato, come sempre.

Farcirle era la prima ipotesi ma essendo così piccole pensavo ci fosse poco spazio per il ripieno, così le ho solo cotte al vapore una ventina di minuti, ho tagliato la parte superiore e le ho girate, potrebbero sembrare pomodori o anche pesche.

Diciamolo esteticamente non è il massimo questa torta ma l’importante è il sapore e su quello garantisco al cento per cento, per chi ama le torte salate la quiche è un classicone intramontabile.

Se le trovate provatele ma correte che fra poco non ci saranno più!

 

quiche, torta salata, melanzane rosse, verdure, formaggi, latticini

 

Ingredienti:

per la pasta brisee

300 gr di farina 00

150 gr di burro

acqua fredda q.b.

4 uova

200 ml di panna fresca

1 mozzarella (circa 100 gr)

50 gr di parmigiano

6 melanzane piccole rosse

sale pepe

 

quiche, torta salata, melanzane rosse, verdure, latticini, formaggi

 

1 Preparate la brisee lavorando insieme la farina con il burro, aggiungete un pizzico di sale e poco alla volta dell’acqua fredda, amalgamate, solo se necessario unite altra acqua sempre poca alla volta, lavorate fino a ottenere una pasta compatta e omogenea.

2 Cuocete al vapore le melanzane precedentemente lavate, circa una ventina di minuti, lasciate intiepidire.

3 In una ciotola sbattete le uova con la panna e il parmigiano, regolate di sale e pepe.

4 Tagliate la mozzarella a pezzetti e unitela composto.

5 Accendete il forno a 180 gradi, imburrate uno stampo e stendete direttamente con le mani la pasta, controllate che i bordi siano alti uguali.

6 Togliete la parte superiore delle melanzane e disponetele come volete sulla superficie della pasta a testa in giù, versate il composto liquido e infornate per circa 45 minuti. Servite tiepida e fredda.

 

quiche, torta salata, verdure, melanzane rosse, formaggio, latticini

verdure

Insalata greca

verdure, insalata greca, feta, olive, formaggio

In Grecia credo di averla mangiata tutti i giorni, la base sempre simile, diverse le varianti, con i peperoni arrostiti, con il sedano, con le olive verdi, con o senza cipolla, confesso la vera, l’originale non so mica  qual è!

La mia versione penso sia quella che conoscono più o meno tutti, ammetto di non aver consultato internet, so che le olive dovrebbero essere quelle nere ma ne avevo di verdi e ho messo quelle.

L’insalata greca mi riporta subito a Skopelos, isola nota perchè ci hanno girato il film Mamma Mia, ci andai a giugno, bassa stagione ancora, poca gente, tanto sole, mare fantastico, giornate molto riposanti a girare l’isola, esplorare nuove spiagge, godersi il silenzio; dormivano a 100 metri dal mare, la notte si sentiva il rumore leggero delle onde, una serenità assoluta, un posto magico!

Ricordo le giornate lente a divorare libri, alternando passeggiate in spiaggia a bagni, tramonti irresistibili, cenette spesso sulla spiaggia con i piedi immersi nella sabbia, sveglie lente con il sole già alto, pochissimi turisti, praticamente il paradiso. Se non siete mai stati in Grecia dovete andarci!

 

insalata greca, verdure, olive, feta, dal mondo

 

Ingredienti:

per due persone (piatto unico)

300 gr di pomodori

1 cetriolo grande

mezza cipolla rossa

200 gr di feta

100 gr di olive verdi snocciolate

olio evo

sale e pepe

 

insalata greca, verdure, dal mondo, feta, olive

 

1 Lavate i pomodori e asciugateli, prendete una ciotola capiente e tagliateli a pezzetti.

2 Sbucciate la cipolla, tagliatela a metà e tagliate la meta’ a rondelle, spicchi, come volete, unite ai pomodori.

3 Sbucciate il cetriolo e tagliatelo a rondelle anch’esso, unitelo alle altre verdure.

4 Tagliate grossolanamente la feta, sgocciolate bene le olive e unite alle verdure, condite con olio, sale e pepe.

 

DOLCI

Torta di ricotta e curd di susine

torta, dolci, dolci al cucchiaio, curd, frutta, susine, formaggio, ricotta, crema

Oggi splende il sole dopo giorni così così, un sole pieno intenso forte! Una torta ricca dal profumo di montagna, burro, ricotta e uova presi in malga dal casaro di fiducia vista monti, fiumicello e mucche che pascolano.

Estate che volge al termine intesa come vacanze perchè le giornate possono rimanere calde ancora a lungo, cominciano a sbucare sui banchi del mercato funghi, zucca, susine, prugne, uva, a tratti la natura regala istanti che profumano di autunno.

Peraltro a Milano cadono le foglie, sono secche per il caldo e pare autunno, mettici anche che non le raccolgono, atmosfera da ottobre.

Scrivo il post e corro al sole, buona fine settimana!

 

susine, frutta, curd, crema, dolci, dolci al cucchiaio, formaggio, ricotta, torta

 

Ingredienti:

per la frolla:

220 gr di farina 00 bio

125 gr di burro di malga

1 uovo e 1 tuorlo

80 gr di zucchero

per il curd:

300 gr di susine regina Claudia

80 gr di burro di malga

3 uova

100 gr di zucchero

per il ripieno:

300 gr di ricotta di malga

2 uova

100 gr di zucchero

 

torta, dolci, dolci al cucchiaio, frutta, susine, ricotta, formaggio, crema

 

1 Preparate la frolla lavorando insieme tutti gli ingredienti, formate una palla compatta e omogenea e riponete in frigorifero.

2 Preparate il curd, lavate le susine, asciugatele e togliete il nocciolo, mettetele tagliate a pezzetti in una casseruola, unite un cucchiaio di acqua e fate cuocere per tre/quattro minuti poi frullate con il mini pimer.

3 Unite lo zucchero e il burro, proseguite la cottura a fuoco lento, nel mentre unite un uovo alla volta sempre mescolando, proseguite a mescolare fino a che il curd non si addensa, lo capite quando cominciano a comparire bolle in superficie, trasferite in una ciotola lasciate intiepidire e poi riponete in frigorifero.

4 Preparate la crema lavorando insieme la ricotta, le uova e lo zucchero.

5 Imburrate uno stampo a torta, stendere direttamente con le mani la frolla, bordi alti circa 3 cm, accendete il forno a 190 gradi, lasciate scaldare, versate la crema di ricotta, livellate la superficie e infornate per circa 35 minuti, sfornate e lasciate raffreddare.

6 Una volta fredda la torta spalmate sopra il curd freddo, fate in modo che aderisca bene e sia ben distribuito, riponete in frigorifero per qualche ora, quando la tagliate vedrete i due strati bianco e marroncino (io dovevo portarla da amici quindi non ho potuto tagliare la fetta).

Primi

Ciambelline di riso pomodoro e parmigiano

Confesso di aver preparato tutto a occhio assaggiando, mi sforzerò a dirvi gli ingredienti giusti ma penso che queste ricette spesso si realizzano a intuito, a gusto, non servono dosi precise o quanto meno non sono i 20-30 gr in più o in meno che alterano completamente l’esito della ricetta.

Volevo usare questi stampini tanto carini, avevo sempre pensato di usarli per un dolce ma avendomi tassativamente proibito di fare qualcosa di dolce, ho optato per un primo ideale per tutti.

La prossima ricetta sicuramente sarà un dolce, c’è qualcosa da festeggiare e quindi occorre dolcezza, niente di che, non aspettatevi chissà quale notizia, scoop, novità, un piccolo traguardo, tutto qua.

Buon venerdì,ormai ci siamo, per tanti di voi oggi si chiude baracca  e si parte, ricordo che quando avevo un lavoro fisso il giorno prima delle ferie era una meraviglia, molto atteso, oggi devo dire che per me non cambia molto, la mia vita è molto diversa rispetto a due anni, senza un capo, un lavoro fisso, cartellini da timbrare, ferie da concordare.

Buone vacanze e buon week end!

 

riso, cereali, parmigiano, pomodoro, verdure, formaggio, primi

Ingredienti:

300 gr di riso

150 gr di passata

150 gr di parmigiano

2 uova

olio evo

sale

 

ciambelline, primo, riso, pomodoro, cereali, parmigiano, formaggio, primi

1 Lessate il riso e fatelo intiepidire.

2 Preparate un sughetto di pomodoro con olio, passata e sale (volendo se proprio non avete voglia potreste mettere anche la passata senza cuocerla).

3 In una ciotola raccogliete il riso, la passata intiepidita, il formaggio e le uova, amalgamate, regolate di sale, se vi pare asciutto unite un filo di olio.

4 Accendete il forno a 200 gradi, mentre si scalda ungete con olio o burro gli stampini, riempiteli del tutto, livellando la superficie, infornate per circa 25 minuti. (se volete mettete dei fiocchetti di burro sulla superficie per fare la crosticina). Girateli quando saranno ben freddi, se occorre aiutatevi con un coltello a lama liscia.

 

ciambelline, riso, cereali, pomodoro, parmigiano, verdure, primi

verdure

Tarte con peperoni cipolle e feta

verdure, peperoni, cipolle rosse, feta, formaggio, tarte, torta salata

Le tarte estive un classicone, ne ho viste tante sui blog, sulle riviste, veloci, buone, spesso piatto unico, ci metti dentro di tutto, verdure ma anche carne, pesce, salumi, formaggi, uova, comode per il pic nic, in spiaggia o nello zaino.

La mia molto classica e con ingredienti tipicamente estivi peperoni, cipolle rosse e feta, basta non c’è altro, e anche nella pasta solo acqua e farina, niente uova, niente latticini, light che più light non si può.

1 agosto, rivedo luglio: primo week end del mese a Terni con le blogger di Ifood, tante chiacchiere, ottimo vino, un tramonto mozzafiato in cantina da Caprai, una panzanella da urlo, nuove conoscenze, tante emozioni.

Nuovi progetti che moltiplicano a dismisura le idee, aprono varie strade e ti mettono alla prova; un nuovo ristorante cinese con cucina davvero cinese ottimo e dai prezzi ridicoli; risvegli in montagna sempre con il sole alto e nottate cominciate con il diluvio universale.

Qualche bel libro, troppo caldo, il mio compleanno, un paio di aperitivo, l’unico gelato della stagione (devo rimediare) in cui mentre io gustavo il pistacchio salato, le zanzare gustavano me.

Buon agosto a tutti!

 

verdure, tarte, torta salata, cipolle rosse, peperoni

 

Ingredienti:

100 gr di farina di riso Artemide Riso buono

200 gr di farina 00 bio

acqua fredda

sale

1 peperone verde

1 peperone rosso

100 gr di feta

2 cipolle rosse

sale

olio evo

1 Preparate la pasta mischiando le due farine, aggiungete una manciata di sale e l’acqua poco alla volta impastando, dovrete ottenere una pasta liscia omogenea e compatta. Stendete subito in una teglia imburrata o con carta forno.

2 Lavate e pulite i peperoni, tagliateli a pezzetti e cuoceteli come preferite al vapore, alla griglia, in padella.

3 Sbucciate le cipolle e tagliatele in senso orizzontale, fatele cuocere alla griglia, al vapore, in padella, valutate come è più comodo.

4 Tagliate la feta a pezzetti grossolanamente.

5 Accendete il forno a 200 gradi, farcite la torta come volete, io ho messo prima tutti i peperoni, poi la feta sparsa qua e la’ e infine gli anelli di cipolla, regolate di sale e irrorate di olio, cuocete per circa 30-35 minuti, sfornate e servite tiepida o fredda.

CONSIGLIA Torta di mais