Browsing Tag:

Formaggio

contorni/ Senza categoria/ verdure

Quiche con melanzane rosse

quiche, torta salata, melanzane rosse, verdure, formaggio, latticini

Le ho viste per la prima volta nei banchi del supermercato e non ho saputo resistere, sono molto carine, sembrano quasi piccole zucche e sono anche belle durette al tatto. Mi sono interrogata per un po’ su come prepararle, se ci fosse una cottura ideale, se farcirle svuotandole, alla fine ho improvvisato, come sempre.

Farcirle era la prima ipotesi ma essendo così piccole pensavo ci fosse poco spazio per il ripieno, così le ho solo cotte al vapore una ventina di minuti, ho tagliato la parte superiore e le ho girate, potrebbero sembrare pomodori o anche pesche.

Diciamolo esteticamente non è il massimo questa torta ma l’importante è il sapore e su quello garantisco al cento per cento, per chi ama le torte salate la quiche è un classicone intramontabile.

Se le trovate provatele ma correte che fra poco non ci saranno più!

 

quiche, torta salata, melanzane rosse, verdure, formaggi, latticini

 

Ingredienti:

per la pasta brisee

300 gr di farina 00

150 gr di burro

acqua fredda q.b.

4 uova

200 ml di panna fresca

1 mozzarella (circa 100 gr)

50 gr di parmigiano

6 melanzane piccole rosse

sale pepe

 

quiche, torta salata, melanzane rosse, verdure, latticini, formaggi

 

1 Preparate la brisee lavorando insieme la farina con il burro, aggiungete un pizzico di sale e poco alla volta dell’acqua fredda, amalgamate, solo se necessario unite altra acqua sempre poca alla volta, lavorate fino a ottenere una pasta compatta e omogenea.

2 Cuocete al vapore le melanzane precedentemente lavate, circa una ventina di minuti, lasciate intiepidire.

3 In una ciotola sbattete le uova con la panna e il parmigiano, regolate di sale e pepe.

4 Tagliate la mozzarella a pezzetti e unitela composto.

5 Accendete il forno a 180 gradi, imburrate uno stampo e stendete direttamente con le mani la pasta, controllate che i bordi siano alti uguali.

6 Togliete la parte superiore delle melanzane e disponetele come volete sulla superficie della pasta a testa in giù, versate il composto liquido e infornate per circa 45 minuti. Servite tiepida e fredda.

 

quiche, torta salata, verdure, melanzane rosse, formaggio, latticini

verdure

Insalata greca

verdure, insalata greca, feta, olive, formaggio

In Grecia credo di averla mangiata tutti i giorni, la base sempre simile, diverse le varianti, con i peperoni arrostiti, con il sedano, con le olive verdi, con o senza cipolla, confesso la vera, l’originale non so mica  qual è!

La mia versione penso sia quella che conoscono più o meno tutti, ammetto di non aver consultato internet, so che le olive dovrebbero essere quelle nere ma ne avevo di verdi e ho messo quelle.

L’insalata greca mi riporta subito a Skopelos, isola nota perchè ci hanno girato il film Mamma Mia, ci andai a giugno, bassa stagione ancora, poca gente, tanto sole, mare fantastico, giornate molto riposanti a girare l’isola, esplorare nuove spiagge, godersi il silenzio; dormivano a 100 metri dal mare, la notte si sentiva il rumore leggero delle onde, una serenità assoluta, un posto magico!

Ricordo le giornate lente a divorare libri, alternando passeggiate in spiaggia a bagni, tramonti irresistibili, cenette spesso sulla spiaggia con i piedi immersi nella sabbia, sveglie lente con il sole già alto, pochissimi turisti, praticamente il paradiso. Se non siete mai stati in Grecia dovete andarci!

 

insalata greca, verdure, olive, feta, dal mondo

 

Ingredienti:

per due persone (piatto unico)

300 gr di pomodori

1 cetriolo grande

mezza cipolla rossa

200 gr di feta

100 gr di olive verdi snocciolate

olio evo

sale e pepe

 

insalata greca, verdure, dal mondo, feta, olive

 

1 Lavate i pomodori e asciugateli, prendete una ciotola capiente e tagliateli a pezzetti.

2 Sbucciate la cipolla, tagliatela a metà e tagliate la meta’ a rondelle, spicchi, come volete, unite ai pomodori.

3 Sbucciate il cetriolo e tagliatelo a rondelle anch’esso, unitelo alle altre verdure.

4 Tagliate grossolanamente la feta, sgocciolate bene le olive e unite alle verdure, condite con olio, sale e pepe.

 

DOLCI

Torta di ricotta e curd di susine

torta, dolci, dolci al cucchiaio, curd, frutta, susine, formaggio, ricotta, crema

Oggi splende il sole dopo giorni così così, un sole pieno intenso forte! Una torta ricca dal profumo di montagna, burro, ricotta e uova presi in malga dal casaro di fiducia vista monti, fiumicello e mucche che pascolano.

Estate che volge al termine intesa come vacanze perchè le giornate possono rimanere calde ancora a lungo, cominciano a sbucare sui banchi del mercato funghi, zucca, susine, prugne, uva, a tratti la natura regala istanti che profumano di autunno.

Peraltro a Milano cadono le foglie, sono secche per il caldo e pare autunno, mettici anche che non le raccolgono, atmosfera da ottobre.

Scrivo il post e corro al sole, buona fine settimana!

 

susine, frutta, curd, crema, dolci, dolci al cucchiaio, formaggio, ricotta, torta

 

Ingredienti:

per la frolla:

220 gr di farina 00 bio

125 gr di burro di malga

1 uovo e 1 tuorlo

80 gr di zucchero

per il curd:

300 gr di susine regina Claudia

80 gr di burro di malga

3 uova

100 gr di zucchero

per il ripieno:

300 gr di ricotta di malga

2 uova

100 gr di zucchero

 

torta, dolci, dolci al cucchiaio, frutta, susine, ricotta, formaggio, crema

 

1 Preparate la frolla lavorando insieme tutti gli ingredienti, formate una palla compatta e omogenea e riponete in frigorifero.

2 Preparate il curd, lavate le susine, asciugatele e togliete il nocciolo, mettetele tagliate a pezzetti in una casseruola, unite un cucchiaio di acqua e fate cuocere per tre/quattro minuti poi frullate con il mini pimer.

3 Unite lo zucchero e il burro, proseguite la cottura a fuoco lento, nel mentre unite un uovo alla volta sempre mescolando, proseguite a mescolare fino a che il curd non si addensa, lo capite quando cominciano a comparire bolle in superficie, trasferite in una ciotola lasciate intiepidire e poi riponete in frigorifero.

4 Preparate la crema lavorando insieme la ricotta, le uova e lo zucchero.

5 Imburrate uno stampo a torta, stendere direttamente con le mani la frolla, bordi alti circa 3 cm, accendete il forno a 190 gradi, lasciate scaldare, versate la crema di ricotta, livellate la superficie e infornate per circa 35 minuti, sfornate e lasciate raffreddare.

6 Una volta fredda la torta spalmate sopra il curd freddo, fate in modo che aderisca bene e sia ben distribuito, riponete in frigorifero per qualche ora, quando la tagliate vedrete i due strati bianco e marroncino (io dovevo portarla da amici quindi non ho potuto tagliare la fetta).

Primi

Ciambelline di riso pomodoro e parmigiano

Confesso di aver preparato tutto a occhio assaggiando, mi sforzerò a dirvi gli ingredienti giusti ma penso che queste ricette spesso si realizzano a intuito, a gusto, non servono dosi precise o quanto meno non sono i 20-30 gr in più o in meno che alterano completamente l’esito della ricetta.

Volevo usare questi stampini tanto carini, avevo sempre pensato di usarli per un dolce ma avendomi tassativamente proibito di fare qualcosa di dolce, ho optato per un primo ideale per tutti.

La prossima ricetta sicuramente sarà un dolce, c’è qualcosa da festeggiare e quindi occorre dolcezza, niente di che, non aspettatevi chissà quale notizia, scoop, novità, un piccolo traguardo, tutto qua.

Buon venerdì,ormai ci siamo, per tanti di voi oggi si chiude baracca  e si parte, ricordo che quando avevo un lavoro fisso il giorno prima delle ferie era una meraviglia, molto atteso, oggi devo dire che per me non cambia molto, la mia vita è molto diversa rispetto a due anni, senza un capo, un lavoro fisso, cartellini da timbrare, ferie da concordare.

Buone vacanze e buon week end!

 

riso, cereali, parmigiano, pomodoro, verdure, formaggio, primi

Ingredienti:

300 gr di riso

150 gr di passata

150 gr di parmigiano

2 uova

olio evo

sale

 

ciambelline, primo, riso, pomodoro, cereali, parmigiano, formaggio, primi

1 Lessate il riso e fatelo intiepidire.

2 Preparate un sughetto di pomodoro con olio, passata e sale (volendo se proprio non avete voglia potreste mettere anche la passata senza cuocerla).

3 In una ciotola raccogliete il riso, la passata intiepidita, il formaggio e le uova, amalgamate, regolate di sale, se vi pare asciutto unite un filo di olio.

4 Accendete il forno a 200 gradi, mentre si scalda ungete con olio o burro gli stampini, riempiteli del tutto, livellando la superficie, infornate per circa 25 minuti. (se volete mettete dei fiocchetti di burro sulla superficie per fare la crosticina). Girateli quando saranno ben freddi, se occorre aiutatevi con un coltello a lama liscia.

 

ciambelline, riso, cereali, pomodoro, parmigiano, verdure, primi

verdure

Tarte con peperoni cipolle e feta

verdure, peperoni, cipolle rosse, feta, formaggio, tarte, torta salata

Le tarte estive un classicone, ne ho viste tante sui blog, sulle riviste, veloci, buone, spesso piatto unico, ci metti dentro di tutto, verdure ma anche carne, pesce, salumi, formaggi, uova, comode per il pic nic, in spiaggia o nello zaino.

La mia molto classica e con ingredienti tipicamente estivi peperoni, cipolle rosse e feta, basta non c’è altro, e anche nella pasta solo acqua e farina, niente uova, niente latticini, light che più light non si può.

1 agosto, rivedo luglio: primo week end del mese a Terni con le blogger di Ifood, tante chiacchiere, ottimo vino, un tramonto mozzafiato in cantina da Caprai, una panzanella da urlo, nuove conoscenze, tante emozioni.

Nuovi progetti che moltiplicano a dismisura le idee, aprono varie strade e ti mettono alla prova; un nuovo ristorante cinese con cucina davvero cinese ottimo e dai prezzi ridicoli; risvegli in montagna sempre con il sole alto e nottate cominciate con il diluvio universale.

Qualche bel libro, troppo caldo, il mio compleanno, un paio di aperitivo, l’unico gelato della stagione (devo rimediare) in cui mentre io gustavo il pistacchio salato, le zanzare gustavano me.

Buon agosto a tutti!

 

verdure, tarte, torta salata, cipolle rosse, peperoni

 

Ingredienti:

100 gr di farina di riso Artemide Riso buono

200 gr di farina 00 bio

acqua fredda

sale

1 peperone verde

1 peperone rosso

100 gr di feta

2 cipolle rosse

sale

olio evo

1 Preparate la pasta mischiando le due farine, aggiungete una manciata di sale e l’acqua poco alla volta impastando, dovrete ottenere una pasta liscia omogenea e compatta. Stendete subito in una teglia imburrata o con carta forno.

2 Lavate e pulite i peperoni, tagliateli a pezzetti e cuoceteli come preferite al vapore, alla griglia, in padella.

3 Sbucciate le cipolle e tagliatele in senso orizzontale, fatele cuocere alla griglia, al vapore, in padella, valutate come è più comodo.

4 Tagliate la feta a pezzetti grossolanamente.

5 Accendete il forno a 200 gradi, farcite la torta come volete, io ho messo prima tutti i peperoni, poi la feta sparsa qua e la’ e infine gli anelli di cipolla, regolate di sale e irrorate di olio, cuocete per circa 30-35 minuti, sfornate e servite tiepida o fredda.

DOLCI

Cheesecake alle pesche

cheesecake, dolci, dolci al cucchiaio, torte, dal mondo, frutta, pesche, formaggio

Estate frutta bellissima, fresca, sugosa, colorata, dolce o meno dolce e ……ho usato le pesche sciroppate!

Lo so è triste ma avevo quelle e volevo usarle, sembra un paradosso poterle avere fresche e di stagione e usare quelle in scatola che ci sono tutto l’anno. Anche i barattoli vanno finiti, mettiamola così.

Giornata di sole, sole pieno, dopo un lunedì di pioggia, vento, nebbia, freddo, in montagna intendo, sarò a tal proposito di poche parole perchè voglio uscire e godermi la giornata all’aperto.

Voi che fate in questa calda, difficile, intensa estate di sole, caldo torrido, grandine, siccità, incendi, allagamenti, scosse di terremoto, laghi prosciugati, un paese allo sfascio? Buona giornata!

 

dal mondo, dolci, dolci al cucchiaio, torte, pesche, frutta, formaggio, cheesecake

 

Ingredienti:

120 gr di biscotti secchi

70 gr di burro

500 gr di ricotta

250 gr di formaggio cremoso (philadelphia o simili)

2 uova

100 gr di zucchero

1 barattolo di pesche sciroppate

 

pesche, frutta, cheesecake, formaggio, dolci, dolci al cucchiaio, torte, dal mondo

 

1 Sciogliete il burro, nel mentre in un mixr riducete i biscotti in briociole, unite il burro e amalgamate.

2 Ungete uno stampo a cerniera con del burro e distribuitevi i biscotti, livellate la superficie con un cucchiaio mettete in frigo.

3 A mano o nel mixer lavorate insieme i formaggi, lo zucchero e le uova.

4 Tagliate due pesche a pezzetti e unitele al composto.

5 Accendete il forno a 190 gradi, mentre si scalda versate  il composto nella teglia estratta dal forno, controllate bene che sia chiusa bene. Infornate per circa 40-45 minuti, lasciate raffreddare e riponete in frigorifero per almeno 4 ore, io tutta la notte.

6 Decorate con le restanti pesche e servite.

 

cheesecake, torte, dolci, dolci al cucchiaio, pesche, frutta, cheesecake

 

DOLCI

Torta morbida cocco e more

torta, dolci, dolci al cucchiaio, cocco, more, frutta, colazione, merenda

Ok esteticamente è bruttarella e ho fortemente rischiato si rompesse in mille pezzi, del resto c’è anche scritto morbida ma proprio morbida, quasi cremosa direi.

Amanti del dolce questa è la torta per voi, per dolce ovviamente intendo zuccherato, il cocco per me rende tutto molto dolce e infatti mi piace a piccole dosi, mi ricorda tanto Cuba, dove divoravo biscotti al cocco divini preparati dalla signora che ci ospitava in casa sua con la sua famiglia.

Da allora per me cocco e Cuba sono due parole che viaggiano a braccetto, senza contare che in spiaggia sdraiati sotto le palme era pieno di noci di cocco che aprivano -non io che non saprei come fare- al momento o per mangiarlo o ci facevano un buchetto per inserire una cannuccia e godersi il succo.

La bellezza del cocco è la sua versatilità, il latte con cui fare dolci e ottimo con pollo, pesce, riso, da mangiare a morsi, grattugiato come scaglie, decorazione, in polvere, classico la farina di cocco ideale nei dolci, muffin, cake ecc….

Scappo, il week end chiama, divertitevi!

 

torta, dolci, dolci al cucchiaio, cocco, frutta, more, colazione, merenda

 

Ingredienti:

400 gr di more ( o mirtilli, lamponi)

100 ml di panna

100 gr di ricotta

80 gr di zucchero (anche meno se preferite)

2 uova

100 gr di cocco grattugiato

zucchero a velo

 

torta, dolci, dolci al cucchiaio, more, frutta, cocco, merenda, colazione

 

1 In una ciotola sbattete le uova con lo zucchero fino a che non otterrete un composto gonfio e spumoso.

2 Unite poco alla volta la panna e la ricotta, mescolate.

3 Lavate le more e asciugatele, unitele insieme al cocco al composto, amalgamate.

4 Accendete il forno a 175 gradi, ungete una teglia con il burro o ricoprite con carta forno, versate il composto e fate cuocere 35 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare, riponete in frigo per qualche ora, servite spolverando di zucchero a velo.

 

DOLCI

Cheesecake al cioccolato e caffè

caffè, bevande, cioccolato, dolci, dolci al cucchiaio, america, dal mondo

 

Recentemente sono stata  a Ferrara per un blog tour, abbiamo conosciuto una macelleria, una torrefazione e una cioccolateria. Tre realtà artigianali ricche di storia, cultura, tradizione, anneddoti interessanti e particolari.

L’aspetto che mi ha maggiormente colpito è la passione e soprattutto la grande etica, coerenza, voglia di lavorare bene, nel pieno rispetto dei prodotti, dell’ambiente, con il desiderio di fare bene più che fare “tanto”.

Si respira, si percepisce, si intuisce subito quando la passione è il motore di un lavoro, quando si ama ciò che si fa e lo si fa cercando qualità, studiando, prendendo decisioni magari controcorrente, magari meno redditizie ma che ti fanno sentire orgoglioso del proprio lavoro.

Questo è quanto percepito ascoltando Alberto della Torrefazione Penazzi, un grande oratore, appassionato, affabile, un padrone di casa accogliente, una storia ricca di intrecci, coincidenze, apparenti casualità, la sua casa è spettacolare, un luogo ricche di oggetti particolari, foto, vecchie targhe, mobili vintage, sacchi di caffè, davvero bella.

Lui un artigiano del caffè, ha realizzato un sogno nel 2004 aprendo la sua torrefazione, una passione nel parlare del caffè in termini di amore, passione, ricordi, profumi, sensazioni, una scelta precisa quella di coccolare i clienti con un prodotto trattato con cura, attenzione, rispetto per i clienti.

La macelleria Rizzieri dove abbiamo mangiato, la tartare migliore della mia vita, un pollo che sa di pollo, nulla a che vedere con quello del supermercato, un sapore che non è neppure paragonabile; una grande cura e attenzione a tutti i passaggi, a cominciare dalle stalle dove gli animali vengono gestiti con cura e rispetto.

Insaccati, carne e preparati prodotti in modo naturale senza OGM, ormoni, farmaci, niente glutine e conservanti, una scelta precisa, animali  e carni allevati e macellate in Italia da aziende agricole scelte con cura, gli animali si nutrono di cereali, foraggio, niente schifezze, sostanze chimiche, non è da tutti in un mondo dove la grande distribuzione la fa da padrone, dove rispetto alla carne trionfano gli allevamenti intensivi.

La cioccolateria Ruket, intanto il nome che mi è subito piaciuto moltissimo, il rocchetto, il ruket in dialetto, perchè le confezioni all’inizio venivano cucite a mano, appunto con il rocchetto.

La cosa che più mi colpisce è che le fave di cacao vengono selezionate una a una, enormi sacchi spulciati passo dopo passo con attenzione e cura, una grande attenzione alle materie prime e tanta tanta attenzione a ogni singolo passaggio, un piccolo laboratorio che subito entrando ti conquista per l’aroma inconfondibile del cioccolato, di cui io notoriamente sono grande appassionata.

Una giornata ricca, bella, amo molto queste storie belle, vere, che profumano di genuinità, di passione, di accoglienza e voglia di raccontarsi, di far toccare con mano, amo la passione che questi prodotti ottimi esprimono.

E soprattutto amo la sostanza, il prodotto bello buono che si assaggia, si gusta con curiosità, soddisfazione, piacere, prodotti unici perchè altri uguali non ne trovi.

 

cheesecake, dolci, dolci al cucchiaio, caffè, bevande, america, dal mondo

 

Ingredienti:

150 gr di biscotti al cioccolato (tipo frollini, ai cereali ecc…)

60 gr di burro

500 gr di ricotta (la mia di malga freschissima)

200 gr di formaggio cremoso

3 uova

180 gr di zucchero

120 gr di cioccolato

1 tazzina di caffè

 

cioccolato, caffè, bevande, dolci, dolci al cucchiaio, cheesecake, america, dal mondo

 

1 Sciogliete il burro in un pentolino o nel microonde

2 Tritate i biscotti riducendoli in briciole, unitevi il burro (non bollente), amalgamate.

3 Imburrate una tortiera con cerniera, disponete la base di biscotti livellando la superficie con un cucchiaio, riponete in frigorifero.

4 Accendete il forno a 190 gradi, nel mixer o in una ciotola lavorate la ricotta, le uova, il formaggio e lo zucchero.

5 Aggiungete il cioccolato precedentemente fuso e il caffè, mescolate.

6 Riprendete la base dal frigorifero e versatevi il composto, infornate per circa 45 minuti, la parte al centro è normale che rimanga un po’ “molle”, non deve scurirsi troppo.

NOTE queste quantità sono per una tortiera di diametro 22-24, io ne ho usate due piccole.

 

 

Il cioccolato utilizzato è della cioccolateria Ruket e il caffè della Torrefazione Caffè Penazzi.

La macelleria si chiama Rizzieri, le trovate tutte anche sui social network!

 

cheesecake, cioccolato, caffè, bevande, dolci, dolci al cucchiaio

Primi/ verdure

Sformatini di pasta e melanzane

Forse ipotizzando un azzardo potrei dire che questa pasta profuma di Sicilia, di pasta alla norma, so che son diverse ma mentre cucinavo ripensavo a quei profumi, sapori, consistenze.

Un piatto ricco ma in versione mini, rustico, anche da pic nic o da spiaggia volendo, la preparazione non è breve ma ne vale la pena, potete pensarci il giorno prima e anche surgelarli senza problemi.

Pomodoro, melanzane, è proprio cominciata l’estate, oggi una boccata di ossigeno dal grande caldo dei giorni scorsi, non amo svariati aspetti dell’estate ma in cucina amo tutto di questo periodo.

I profumi intensi del basilico, del melone, la lucentezza delle ciliegie, il colore e la forma dei vari tipi di pomodoro, le melanzane in tutte le salse, le pesche sugose che mentre le mangi ti cola il succo, la versatilità di zucchine, peperoni, fiori di zucca da preparare in mille modi, la morbidezza delle albicocche, i colori intensi.

I ricordi, la scelta del melone annusandolo, le enormi macedonie con dentro di tutto, la panzanella che faccio molto spesso, bruschette con olio pomodoro e basilico, il flan di fagiolini, i peperoni ripieni per me rigorosamente con tonno, capperi olive e pan grattato da mettere sulle verdure grigliate, la raccolta nell’orto e della frutta sugli alberi.

Alcuni sono fotogrammi della mia infanzia, l’orto di mia nonna, la pulitura dei fagiolini che ho sempre pensato sia di una noia mortale, la scelta del melone al mare con mio nonno, la pesca il succo ti cola sul braccio, le pigne da cui estrarre i pinoli in giardino.

Buona settimana!

Ingredienti:

per 8 sformatini

150 gr di pasta corta

200 ml di passata di pomodoro

1/2 melanzane lunghe

70 gr di ricotta salata

2 uova

pan grattato o farina

olio per friggere

sale

1 Lavate e asciugate le melanzane, tagliate per il verso lungo a fette sottili, 3-4 mm.

2 Sbattete le uova in un piatto, in un altro mettete il pane grattato o la farina.

3 Mettete abbondante olio per friggere in una padella antiaderente, mettete a scaldare  a fuoco medio.

4 Mentre si scalda cominciate a passare ogni fetta prima nell’uovo scrollando quello in eccesso poi nel pane/farina, quando l’olio sarà ben caldo mettete le fette di melanzane tre/quattro alla volta, fate cuocere 3-4 minuti per lato o comunque finchè risulteranno ben dorate, proseguite nello stesso modo fino a che non le avrete terminate, scolatele su un foglio di carta assorbente, salate.

5 Mentre cuocete le melanzane cuocete la passata o scaldatela se già pronta, nel primo caso con un filo d’olio, aglio facoltativo, per circa 20 minuti, regolate di sale.

6 Mettete a bollire l’acqua per la pasta, mentre cuoce, prendete degli stampi da muffin in alluminio, adagiatevi dentro due fette di melanzane in modo tale da coprire l’intero stampo, lasciate un pezzo di fetta “in fuori” in modo da coprire la sformato una volta farcito.

7 Scolate la pasta e unitela al pomodoro, aggiungete trequarti di ricotta salata mescolate.

8 Accendete il forno a 200 gradi, mentre si scalda farcite i vostri sformatini schiacciando bene il contenuto all’interno, unite il resto della ricotta e ricoprite con la melanzana avanzata dalla fetta  o con un’altra melanzana della stessa grandezza e pigiate leggermente per sigillare, facendo attenzione perchè scotterà.

9 Disponete gli sformati su una teglia e infornate per circa 20 minuto, sformate e servite subito.

Antipasti

Madeleines con piselli e parmigiano

madeleines, finger food, antipasto, piselli, legumi, formaggio, parmigiano

madeleines, finger food, antipasto, piselli, legumi, formaggio, parmigiano

Le mie prime madeleines! Mai fatte prima in assenza di stampo, mi sono cimentata in una versione salata, a breve proverò anche la dolce. Ammetto che quella dolce l’ho mangiata qualche volta ma non mi ha conquistata, non ricordo dove e come fossero fatte ma non ho un ricordo speciale.

Queste salate sono di Simona del blog Pensieri e Pasticci, la ricetta la trovate su Ifood, realizzate in occasione di un contest con Clai l’anno scorso, le avevo viste e mi ero ripromessa di provarle, eccola qua.

La caratteristica delle madeleines è la gobbetta, a me è venuta solo su alcune, forse l’impasto è anche un po’ pesante perchè si formi, non saprei di preciso, comunque per essere la prima volta sono soddisfatta e sono pure buonissime.

Ideali per pic nic, gite fuori porta, in viaggio, come spezza fame a metà mattina, per la merenda a scuola, diciamo ideali sempre ma ancor di più ora che la buona stagione dovrebbe cominciare trascorrendo maggior tempo all’aperto.

Al momento splende il sole, doveva piovere, godiamoci la giornata!

madeleines, finger food, piselli, legumi, parmigiano, formaggio, aperitivo

La ricetta è la stessa di Simona, uniche modifiche, lei ha utilizzato delle salsiccia, io no, lei il pecorino, io il parmigiano, ricopio la sua ricetta precisa e identica con le mie modifiche.

Ingredienti per 12 Persone

parmigiano, formaggio, piselli, legumi, finger food, antipasti, aperitivo, madeleines,

Preparazione

  1. Per prima cosa sbollentate i piselli per alcuni minuti, poi scolateli, passateli velocemente sotto al getto dell’acqua fredda e poneteli ad asciugare sopra ad uno strofinaccio da cucina.

  2. Accendete il forno e portatelo ad una temperatura di 180° con funzione ventilata.

  3.  Fondete il burro e lasciatelo intiepidire.
  4. In una capiente ciotola sbattete le uova con il sale ed una spolverizzata di pepe, aggiungete la maggiorana tagliuzzata al coltello, il parmigiano e il latte.

  5. Unite il burro fuso, i piselli ed in ultimo la farina setacciata ed addizionata del lievito.
  6. Amalgamate bene e versate il composto nelle cavità dello stampo per madeleines, precedentemente imburrato, riempiendole per circa tre quarti. (se di silicone no necessario)
  7. Mettete in frigorifero per circa un quarto d’ora: per ottenere delle madeleines perfette, è necessario che l’impasto abbia un piccolo shock termico, in questo modo si formerà la classica gobbetta centrale; devo dire però che, essendo questo un impasto piuttosto ricco e un po’ pesante, a me le gobbette non sono venute particolarmente definite, anche se le madeleines si sono comunque gonfiate molto bene.
  8. Una volta trascorso questo tempo, togliete gli stampi dal frigo, infornate e cuocete per circa dieci-dodici minuti (ogni forno è differente!): le vostre madeleines si devono gonfiare e dorare bene.
  9. Sfornate, lasciatele intiepidire sopra ad una gratella, e servite.

madeleines, finger food, aperitivo, antipasto, piselli, legumi, formaggio, parmigiano

CONSIGLIA Torta di mais