Browsing Tag:

Dolci al cucchiaio

DOLCI

Torta di ricotta e curd di susine

torta, dolci, dolci al cucchiaio, curd, frutta, susine, formaggio, ricotta, crema

Oggi splende il sole dopo giorni così così, un sole pieno intenso forte! Una torta ricca dal profumo di montagna, burro, ricotta e uova presi in malga dal casaro di fiducia vista monti, fiumicello e mucche che pascolano.

Estate che volge al termine intesa come vacanze perchè le giornate possono rimanere calde ancora a lungo, cominciano a sbucare sui banchi del mercato funghi, zucca, susine, prugne, uva, a tratti la natura regala istanti che profumano di autunno.

Peraltro a Milano cadono le foglie, sono secche per il caldo e pare autunno, mettici anche che non le raccolgono, atmosfera da ottobre.

Scrivo il post e corro al sole, buona fine settimana!

 

susine, frutta, curd, crema, dolci, dolci al cucchiaio, formaggio, ricotta, torta

 

Ingredienti:

per la frolla:

220 gr di farina 00 bio

125 gr di burro di malga

1 uovo e 1 tuorlo

80 gr di zucchero

per il curd:

300 gr di susine regina Claudia

80 gr di burro di malga

3 uova

100 gr di zucchero

per il ripieno:

300 gr di ricotta di malga

2 uova

100 gr di zucchero

 

torta, dolci, dolci al cucchiaio, frutta, susine, ricotta, formaggio, crema

 

1 Preparate la frolla lavorando insieme tutti gli ingredienti, formate una palla compatta e omogenea e riponete in frigorifero.

2 Preparate il curd, lavate le susine, asciugatele e togliete il nocciolo, mettetele tagliate a pezzetti in una casseruola, unite un cucchiaio di acqua e fate cuocere per tre/quattro minuti poi frullate con il mini pimer.

3 Unite lo zucchero e il burro, proseguite la cottura a fuoco lento, nel mentre unite un uovo alla volta sempre mescolando, proseguite a mescolare fino a che il curd non si addensa, lo capite quando cominciano a comparire bolle in superficie, trasferite in una ciotola lasciate intiepidire e poi riponete in frigorifero.

4 Preparate la crema lavorando insieme la ricotta, le uova e lo zucchero.

5 Imburrate uno stampo a torta, stendere direttamente con le mani la frolla, bordi alti circa 3 cm, accendete il forno a 190 gradi, lasciate scaldare, versate la crema di ricotta, livellate la superficie e infornate per circa 35 minuti, sfornate e lasciate raffreddare.

6 Una volta fredda la torta spalmate sopra il curd freddo, fate in modo che aderisca bene e sia ben distribuito, riponete in frigorifero per qualche ora, quando la tagliate vedrete i due strati bianco e marroncino (io dovevo portarla da amici quindi non ho potuto tagliare la fetta).

DOLCI

Cheesecake alle pesche

cheesecake, dolci, dolci al cucchiaio, torte, dal mondo, frutta, pesche, formaggio

Estate frutta bellissima, fresca, sugosa, colorata, dolce o meno dolce e ……ho usato le pesche sciroppate!

Lo so è triste ma avevo quelle e volevo usarle, sembra un paradosso poterle avere fresche e di stagione e usare quelle in scatola che ci sono tutto l’anno. Anche i barattoli vanno finiti, mettiamola così.

Giornata di sole, sole pieno, dopo un lunedì di pioggia, vento, nebbia, freddo, in montagna intendo, sarò a tal proposito di poche parole perchè voglio uscire e godermi la giornata all’aperto.

Voi che fate in questa calda, difficile, intensa estate di sole, caldo torrido, grandine, siccità, incendi, allagamenti, scosse di terremoto, laghi prosciugati, un paese allo sfascio? Buona giornata!

 

dal mondo, dolci, dolci al cucchiaio, torte, pesche, frutta, formaggio, cheesecake

 

Ingredienti:

120 gr di biscotti secchi

70 gr di burro

500 gr di ricotta

250 gr di formaggio cremoso (philadelphia o simili)

2 uova

100 gr di zucchero

1 barattolo di pesche sciroppate

 

pesche, frutta, cheesecake, formaggio, dolci, dolci al cucchiaio, torte, dal mondo

 

1 Sciogliete il burro, nel mentre in un mixr riducete i biscotti in briociole, unite il burro e amalgamate.

2 Ungete uno stampo a cerniera con del burro e distribuitevi i biscotti, livellate la superficie con un cucchiaio mettete in frigo.

3 A mano o nel mixer lavorate insieme i formaggi, lo zucchero e le uova.

4 Tagliate due pesche a pezzetti e unitele al composto.

5 Accendete il forno a 190 gradi, mentre si scalda versate  il composto nella teglia estratta dal forno, controllate bene che sia chiusa bene. Infornate per circa 40-45 minuti, lasciate raffreddare e riponete in frigorifero per almeno 4 ore, io tutta la notte.

6 Decorate con le restanti pesche e servite.

 

cheesecake, torte, dolci, dolci al cucchiaio, pesche, frutta, cheesecake

 

DOLCI

Torta morbida cocco e more

torta, dolci, dolci al cucchiaio, cocco, more, frutta, colazione, merenda

Ok esteticamente è bruttarella e ho fortemente rischiato si rompesse in mille pezzi, del resto c’è anche scritto morbida ma proprio morbida, quasi cremosa direi.

Amanti del dolce questa è la torta per voi, per dolce ovviamente intendo zuccherato, il cocco per me rende tutto molto dolce e infatti mi piace a piccole dosi, mi ricorda tanto Cuba, dove divoravo biscotti al cocco divini preparati dalla signora che ci ospitava in casa sua con la sua famiglia.

Da allora per me cocco e Cuba sono due parole che viaggiano a braccetto, senza contare che in spiaggia sdraiati sotto le palme era pieno di noci di cocco che aprivano -non io che non saprei come fare- al momento o per mangiarlo o ci facevano un buchetto per inserire una cannuccia e godersi il succo.

La bellezza del cocco è la sua versatilità, il latte con cui fare dolci e ottimo con pollo, pesce, riso, da mangiare a morsi, grattugiato come scaglie, decorazione, in polvere, classico la farina di cocco ideale nei dolci, muffin, cake ecc….

Scappo, il week end chiama, divertitevi!

 

torta, dolci, dolci al cucchiaio, cocco, frutta, more, colazione, merenda

 

Ingredienti:

400 gr di more ( o mirtilli, lamponi)

100 ml di panna

100 gr di ricotta

80 gr di zucchero (anche meno se preferite)

2 uova

100 gr di cocco grattugiato

zucchero a velo

 

torta, dolci, dolci al cucchiaio, more, frutta, cocco, merenda, colazione

 

1 In una ciotola sbattete le uova con lo zucchero fino a che non otterrete un composto gonfio e spumoso.

2 Unite poco alla volta la panna e la ricotta, mescolate.

3 Lavate le more e asciugatele, unitele insieme al cocco al composto, amalgamate.

4 Accendete il forno a 175 gradi, ungete una teglia con il burro o ricoprite con carta forno, versate il composto e fate cuocere 35 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare, riponete in frigo per qualche ora, servite spolverando di zucchero a velo.

 

DOLCI

Gelato al cioccolato bianco e macadamia

dolci, dolci al cucchiaio, macadamia, frutta secca, cioccolato bianco, gelato

Finalmente un gelato! Ho atteso parecchio tempo prima di tirar fuori la gelatiera, un po’ per questioni di spazio, un po’ per questioni di assenza, nel senso che non sono stata a casa diversi giorni.

E’ tornato caldo e il gelato è un toccasana, un vero sollievo, onestamente non ero pronta a questa ondata di calore un po’ improvvisa, ci sta siamo in piena estate ma arranco, mi sento stordita.

Tornando al gelato, ho optato per il cioccolato bianco perchè ne avevo in frigorifero da terminare, avevo anche la macadamia aperte, un gusto per me eccellente, direi quasi divino, potete apportare varie varianti aggiungendo altra frutta secca o frutta fresca, per esempio le amarene che io adoro, parlo di quelle sciroppate.

Vi auguro un buon week end di sole, mare, scampagnate, relax, fra i monti, in vacanza, con amici o chiusi in casa con l’aria condizionata!

 

 

Ingredienti:

175 gr di cioccolato bianco

4 tuorli

150 gr di zucchero

750 ml di panna

250 ml di latte

100 gr di noci macadamia

 

dolci, dolci al cucchiaio, cioccolato bianco, frutta secca, macadamia, gelato

1 Tritate finemente il cioccolato e scioglietelo a bagno maria.

2 In una ciotola sbattete i tuorli con lo zucchero, se usate uno sbattitore  è meglio, smettete quando il composto sarà chiaro e spumoso.

3 In una casseruola portate a bollore la panna e il latte, versatelo a filo sul composto di uova e zucchero mescolando.

4 Unite il cioccolato, amalgamate.

5 Spezzettate finemente trequarti delle noci, tenetene da parte alcune per la decorazione.

6 Versate il composto tiepido nella gelatiera e seguite le istruzioni.

 

dolci, dolci al cucchiaio, cioccolato bianco, frutta secca, macadamia gelato

DOLCI

Cheesecake al cioccolato e caffè

caffè, bevande, cioccolato, dolci, dolci al cucchiaio, america, dal mondo

 

Recentemente sono stata  a Ferrara per un blog tour, abbiamo conosciuto una macelleria, una torrefazione e una cioccolateria. Tre realtà artigianali ricche di storia, cultura, tradizione, anneddoti interessanti e particolari.

L’aspetto che mi ha maggiormente colpito è la passione e soprattutto la grande etica, coerenza, voglia di lavorare bene, nel pieno rispetto dei prodotti, dell’ambiente, con il desiderio di fare bene più che fare “tanto”.

Si respira, si percepisce, si intuisce subito quando la passione è il motore di un lavoro, quando si ama ciò che si fa e lo si fa cercando qualità, studiando, prendendo decisioni magari controcorrente, magari meno redditizie ma che ti fanno sentire orgoglioso del proprio lavoro.

Questo è quanto percepito ascoltando Alberto della Torrefazione Penazzi, un grande oratore, appassionato, affabile, un padrone di casa accogliente, una storia ricca di intrecci, coincidenze, apparenti casualità, la sua casa è spettacolare, un luogo ricche di oggetti particolari, foto, vecchie targhe, mobili vintage, sacchi di caffè, davvero bella.

Lui un artigiano del caffè, ha realizzato un sogno nel 2004 aprendo la sua torrefazione, una passione nel parlare del caffè in termini di amore, passione, ricordi, profumi, sensazioni, una scelta precisa quella di coccolare i clienti con un prodotto trattato con cura, attenzione, rispetto per i clienti.

La macelleria Rizzieri dove abbiamo mangiato, la tartare migliore della mia vita, un pollo che sa di pollo, nulla a che vedere con quello del supermercato, un sapore che non è neppure paragonabile; una grande cura e attenzione a tutti i passaggi, a cominciare dalle stalle dove gli animali vengono gestiti con cura e rispetto.

Insaccati, carne e preparati prodotti in modo naturale senza OGM, ormoni, farmaci, niente glutine e conservanti, una scelta precisa, animali  e carni allevati e macellate in Italia da aziende agricole scelte con cura, gli animali si nutrono di cereali, foraggio, niente schifezze, sostanze chimiche, non è da tutti in un mondo dove la grande distribuzione la fa da padrone, dove rispetto alla carne trionfano gli allevamenti intensivi.

La cioccolateria Ruket, intanto il nome che mi è subito piaciuto moltissimo, il rocchetto, il ruket in dialetto, perchè le confezioni all’inizio venivano cucite a mano, appunto con il rocchetto.

La cosa che più mi colpisce è che le fave di cacao vengono selezionate una a una, enormi sacchi spulciati passo dopo passo con attenzione e cura, una grande attenzione alle materie prime e tanta tanta attenzione a ogni singolo passaggio, un piccolo laboratorio che subito entrando ti conquista per l’aroma inconfondibile del cioccolato, di cui io notoriamente sono grande appassionata.

Una giornata ricca, bella, amo molto queste storie belle, vere, che profumano di genuinità, di passione, di accoglienza e voglia di raccontarsi, di far toccare con mano, amo la passione che questi prodotti ottimi esprimono.

E soprattutto amo la sostanza, il prodotto bello buono che si assaggia, si gusta con curiosità, soddisfazione, piacere, prodotti unici perchè altri uguali non ne trovi.

 

cheesecake, dolci, dolci al cucchiaio, caffè, bevande, america, dal mondo

 

Ingredienti:

150 gr di biscotti al cioccolato (tipo frollini, ai cereali ecc…)

60 gr di burro

500 gr di ricotta (la mia di malga freschissima)

200 gr di formaggio cremoso

3 uova

180 gr di zucchero

120 gr di cioccolato

1 tazzina di caffè

 

cioccolato, caffè, bevande, dolci, dolci al cucchiaio, cheesecake, america, dal mondo

 

1 Sciogliete il burro in un pentolino o nel microonde

2 Tritate i biscotti riducendoli in briciole, unitevi il burro (non bollente), amalgamate.

3 Imburrate una tortiera con cerniera, disponete la base di biscotti livellando la superficie con un cucchiaio, riponete in frigorifero.

4 Accendete il forno a 190 gradi, nel mixer o in una ciotola lavorate la ricotta, le uova, il formaggio e lo zucchero.

5 Aggiungete il cioccolato precedentemente fuso e il caffè, mescolate.

6 Riprendete la base dal frigorifero e versatevi il composto, infornate per circa 45 minuti, la parte al centro è normale che rimanga un po’ “molle”, non deve scurirsi troppo.

NOTE queste quantità sono per una tortiera di diametro 22-24, io ne ho usate due piccole.

 

 

Il cioccolato utilizzato è della cioccolateria Ruket e il caffè della Torrefazione Caffè Penazzi.

La macelleria si chiama Rizzieri, le trovate tutte anche sui social network!

 

cheesecake, cioccolato, caffè, bevande, dolci, dolci al cucchiaio

DOLCI

Millefoglie con crema al torroncino e amaretti

millefoglie, amaretti, torrone, frutta secca, dolci, dolci al cucchiaio, creme

millefoglie, amaretti, torrone, frutta secca, dolci, dolci al cucchiaio, creme

Sono cresciuta con le torte fatte in casa, tre fratelli, ogni settimana almeno due tre torte venivano sfornate per noi e per i vari amici che giravano per casa, un classico la torta Paradiso, tipica di Pavia, a due passi da Milano.

Un dolce semplice, casereccio, da credenza, ottimo da solo o da inzuppare, farcire, decorare, oggi rivisitato in versione millefoglie, altro dolce per cui stravedo.

Un dolce che ha il profumo della mia regione, la Lombardia, la crema infatti è preparata con il torroncino, altra eccellenza di cui ci vantiamo in tutto il mondo. Non contenta di aver scomposto la torta paradiso, ho inserito uno strato di pasta sfoglia, leggera, fragrante, ben sfogliata e diciamocelo ottima anche da sola.

La sfoglia e gli amaretti sono del Forno Bonomi, un forno nato nella seconda metà dell’800 nelle zone montuose in provincia di Verona. Da piccolo forno di paese il Forno Bonomi è diventato una realtà moderna e conosciuta  in tutto il mondo, specializzata sulla tradizione dolciaria, savoiardi, amaretti, sfoglie, biscotti, le mie preferite le sfogliatine, semplici o glassate.

Conoscevo i prodotti di questa azienda ma non sapevo che la loro sede fosse ubicata a quasi mille metri di altitudine, da brava amante (e diciamolo anche un po’ fissata) della montagna subito mi ha incuriosito approfondirne la conoscenza e assaggiare i tanti prodotti da forno che spaziano dalla colazione al dessert.

Un forno antico, sano, che può godere di acqua e aria buona per realizzare i propri prodotti, inoltre trovandosi in un piccolo paese rappresenta anche un’importante realtà imprenditoriale sul territorio svolgendo anche un ruolo sociale rilevante.

Il bello di “mettere le mani in pasta” consiste proprio nel far incontrare tradizione con innovazione, rivisitare un dolce classico dandogli un’altra forma, un altro aspetto, unire il cremoso e il fragrante, un dolce che per me profuma di casa, ricordi e sapori che amo come quello degli amaretti e del torrone.

millefoglie, dolci al cucchiaio, dolci, crema, torrone, amaretti, frutta secca

Ingredienti:

Sfoglia Forno Bonomi

Amaretti Forno Bonomi

per la crema:

4 tuorli

200 gr di zucchero

40 gr di amido di mais

600 ml di latte

60 gr di torrone + qualche pezzetto per decorare

per la torta Paradiso:

130 gr di farina

130 gr di fecola di patate

200 gr di burro a temperatura ambiente

250 gr di zucchero a velo (non vanigliato)

5 tuorli

2 uova intere

millefoglie, crema, torrone, frutta secca, amaretti, dolci, dolci al cucchiaio

1 Preparate la torta, montate il burro con lo zucchero con le fruste elettriche o con la planetaria per circa 20 minuti.

2 Unite poco alla volta le uova e i tuorli, continuate a sbattere.

3 Unite la farina, la fecola, amalgamate al composto che deve risultare ben cremoso, quasi pannoso.

4 Accendete il forno a 175 gradi, mentre si scalda imburrate una teglia da forno, meglio se con stampo a cerniera, versate il composto livellando la superficie, infornate per circa 40-45 minuti, sfornate e fate raffreddare.

5 Preparate la crema, sbattete i tuorli con lo zucchero in una casseruola, nel mentre fate scaldare 500 ml di latte, unite la fecola e il restante del latte, amalgamate.

6 Tritate il più finemente possibile il torrone, unitelo al composto di uova, accendete il fuoco medio, versate il latte caldo e filo e mescolate fino a che la crema non si addenserà, 8-10 minuti, travasata in una ciotola e lasciate raffreddare.

7 Assemblate il dolce, ricavate dei cerchi grandi come il vostro bicchierino sia di torta paradiso che di sfoglia Bonomi, mettete sul fondo del bicchiere la torta paradiso, aggiungete un cucchiaio abbondante di crema poi mettete uno strato di sfoglia poi ancora crema, decorate con pezzetti di torrone e amaretti sbriciolati grossolanamente, riponete in frigorifero almeno un paio d’ore prima di servire.

dolci, dolci al cucchiaio, amaretti, torrone, creme

DOLCI

Panna cotta al lemon curd

panna cotta, dolci, dolci al cucchiaio, limoni, frutta, creme, lemon curd

panna cotta, dolci, dolci al cucchiaio, limoni, frutta, creme, lemon curd

 

Due dolci in uno, diciamo un dolce e una crema, calorie in abbondanza ma il barattolino è piccolo, pensiamola così…

Un dolcetto veloce da fare e allegro, colorato, il giallo dei limoni richiama subito l’idea di primavera, luce, sole e in effetti almeno a Milano le giornate son splendide, il sole è caldo, si sta bene con una giacca leggera e si cammina volentieri godendosi il tepore e la natura che comincia a svegliarsi.

La panna cotta non è un dolce che amo troppo, buono ma due cucchiaini e son stufa, pesante, pannoso, mentre il lemon curd lo amo alla follia, potrei finirmi un barattolo senza problemi, l’idea di metterli insieme onestamente non ricordo come sia nata, immaginavo di mettere due dolci nel barattolo alternando gli strati ma precisamente non avevo un’idea.

Giocate con la fantasia e componete il vostro barattolo come preferite, alternando più strati, creandone di nuovi per esempio con dei biscotti, con del crumble, decorate con frutta, miele, caramello, coulis di frutta, frutta secca tritata, scaglie di cioccolato e quant’altro, il bello di questi dolci è divertirsi a personalizzarli.

Buona giornata di sole!

dolci, dolci al cucchiaio, limoni, frutta, lemon curd, creme

Ingredienti:

500 ml di panna fresca

100 gr di zucchero

2-3 fogli di colla di pesce

4 uova

120 gr di burro

200 gr di zucchero

succo di due limoni

foglie di menta

dolci, dolci al cucchiaio, lemon curd, creme, frutta, limoni

1 Ammollate i fogli di colla di pesce in acqua fredda per una decina di minuti.

2 Nel mentre in una casseruola scaldate la panna con lo zucchero, deve arrivare a bollore ma non bollire, strizzate la gelatina e inseritela nella panna, mescolate si scioglierà subito, lasciate raffreddare qualche minuto. Tenete da parte la restante panna cotta, circa la metà.

3 Versate circa un cm di panna cotta in ogni barattolino, aiutatevi con un imbuto se non volete sporcare i bordi del barattolo. Lasciate intiepidire e mettete in frigorifero ad addensare.

4 Preparate il lemon curd, sbattete le uova con lo zucchero, nel mentre in un pentolino o nel microode sciogliete il burro a fuoco basso/potenza bassa.

5 Spremete il succo dei limoni e unitelo alle uova, mescolate e unite il burro che non deve essere troppo caldo.

6 Mettete il composto sul fuoco medio e mescolate fino a che non si addenserà, ci vorranno 7-8 minuti, trasferite in una ciotola e lasciate raffreddare, mescolate di tanto in tanto.

7 Una volta che il lemon curd sarà a temperatura ambiente formate un altro strato di circa due cm nei vostri barattoli, ultimate con la restante panna (se la panna dovesse essersi rappresa scaldate per un paio di minuti senza farla diventare bollente), circa un altro cm, riponete in frigorifero, servite dopo un paio d’ore o dopo. Decorate con foglie di menta fresca.

dolci, dolci al cucchiaio, panna cotta, lemon curd, creme, frutta, limoni

 

DOLCI

Pavlova al cioccolato e frutti rossi

pavlova, dolci al cucchiaio, dolci, cioccolato, dal mondo, crema pasticcera, frutti rossi, frutti di bosco, melograno

pavlova, dolci al cucchiaio, dolci, cioccolato, dal mondo, crema pasticcera, frutti rossi, frutti di bosco, melograno

Ci si può commuovere di fronte a un dolce? Si!!!!

Erano secoli che volevo provare la pavlova, le meringhe in generale, le ho sempre viste come un mostro, un ostacolo terribile, insormontabile, avevo il terrore del discorso del forno, di abbassare le temperature, farle asciugare ecc….

Poi io son fatta così, decido e faccio, all’improvviso, senza troppo pensarci, ho preso gli ingredienti ed ecco il risultato, ricetta delle mitiche Pancetta Bistrot  fra le mie blogger del cuore.

Se non lo conoscete correte a curiosare il loro blog, c’è tutto: atmosfera, ironia, bellezza, leggerezza, tanti set sempre diversi, scrivono benissimo, fanno foto splendide ma che non incutono timore come a volte capita di vedere, le ricette non sono mai banali e son sempre introdotte in modo simpatico, le storie delle pancette ti coinvolgono sempre.

La ricetta la copio incollo, la loro intendo (voglia di lavorar saltami addosso), del resto ho eseguito tutto in modo fedele senza apportare neppure una minima modifica.

Che aspettate, correte prima dalle pancette e poi a comprare gli ingredienti, con questo dolce a Natale farete un figurone!

pavlova, frutto di bosco, frutti rossi, melograno, cioccolato, dal mondo, dolci al cucchiaio, meringa, crema pasticcera

Ingredienti: (per 3 basi da 20 cm)
160 g di albumi
320 g di zucchero di cui 200 g di semolato e 120 g di zucchero a velo
1 cucchiaino e 1/2 di aceto di vino bianco leggero
3 cucchiai di cacao amaro
50 gr di cioccolato fondente al 70% sminuzzato finemente

Preparazione:

1. Preriscaldate il forno a 180C° .
Montate a neve fermissima gli albumi con un pizzico di sale, aggiungendo poco alla volta gli zuccheri ed infine l’aceto.
2. Aggiungete il cacao setacciato e il cioccolato sminuzzato mescolando con una spatola delicatamente dal basso verso l’alto per non smontare gli albumi.
3. Prendete due teglie  teglie del forno, ricopritele con la carta forno e disegnate due cerchi dal diametro da 20 cm su uno e un cerchio sull’altro. Potrete infornare così le tre meringhe nello stesso momento un piano sopra l’altro.
4.  Abbassate il forno a 150 C° . Disponete la meringa  sulle teglie coperte di carta forno, seguendo i cerchi disegnati con la spatola. L’ultimo cerchio fatelo leggermente più piccolo, sarà più grazioso da porre in cima alla pavlova 🙂
5. Infornate, dopo 20 minuti, coprite con della carta stagnola per non farle scurire e continuate la cottura per un totale di ca. 1 ora, 1 ora e 10 . Gli ultimi 20 minuti abbassate la temperatura a 125 C° e regolatevi in base al vostro forno. L’esterno sarà croccante e formerà qualche crepa, l’interno invece dovrà essere morbido.
Lasciate raffreddare la Pavlova nel forno spento con lo sportello semichiuso.
 Una volta raffreddata, disponete un cerchio alla base, farcite con la crema pasticcera, mettete un altro strato, altra crema poi l’ultimo strato e guarnite con la frutta

 

pavlova, dolci, dolci al cucchiaio, frutti rossi, frutti di bosco, cioccolato, dal mondo, crema pasticcera

 

 

per la crema pasticcera:

4 tuorli

200 gr di zucchero

60 gr di farina

600 ml di latte

100 gr di cioccolato fondente

Sbattete i tuorli con lo zucchero, nel mentre scaldate 500 ml di latte nel microonde o in un pentolino.

Unite al composto la farina e 100 ml di latte mescolate fino ad avere un composto omogeneo.

Mettete sul fuoco, unite il latte caldo e mescolate fino a che la crema non si addenserà,  una volta pronta spegnete e unite la cioccolato spezzettata grossolanamente, mescolate fino a che non diventerà di un colore omogeneo,  lasciate raffreddare.

125 gr di lamponi

125 gr di mirtilli

melograno

 

pavlova, frutti rossi, frutti di bosco, melograno, meringa, cioccolato, dolci, dolci al cucchiaio, crema pasticcera

 

pavlova, cioccolato, dolci, frutta, frutti di bosco, melograno, crema pasticcera, dolci al cucchiaio, dal mondo

DOLCI

Mousse ai due cioccolati e speculoos

mousse, cioccolato, dolci, dolci al cucchiaio, biscotti, speculoos

mousse, cioccolato, dolci, dolci al cucchiaio, biscotti, speculoos

Ma ci credete che non vi ho mai proposto una mousse al cioccolato? Mi pare folle eppure in oltre tre anni non l’ho mai fatto, fatico a capacitarmi di come io amante del cioccolato oltre misura possa non averci mai pensato prima di oggi?

Rimedio oggi con un dolce molto goloso, cremoso, con una parte croccantina con la presenza dei biscotti, leggermente profumati alla cannella.

Un dolcetto che servito in un bicchierino, in una cocotte è perfetto per le feste di Natale, una porzione adeguata a un pasto importante come immagino tutti gusterete. Di più, secondo me, sarebbe un eccesso.

Una versione altrettanto natalizia è con il torroncino, se lo riducete lo unite a uno dei due cioccolati, meglio quello bianco, sempre pensando a Natale, le due mousse possono essere aromatizzate, alla cannella, allo zenzero, alla noce moscata, al posto degli speculoos potete mettere del panettone/pandoro, o dei classici biscotti al panpepato.

E’ arrivato il freddo, so di essere contro corrente ma ne sono felice, non parliamo neppure di un freddo terribile, siamo in inverno, per noi che viviamo nel nord Italia Natale è associato al freddo, la neve, tazze di cioccolata calda, calzettoni di lana, piste di pattinaggio, pupazzi di neve, inutile dire che attendo la neve con ansia!

E dopo questa dichiarazione immagino le vostre facce…..buona giornata!

mousse, cioccolato, dolci, dolci al cucchiaio, speculoos, biscotti

Ingredienti:

per quattro bicchieri

200 gr di cioccolato fondente

200 gr di cioccolato bianco

200 ml di panna fresca

6 albumi

50 gr di zucchero a velo

80 gr di speculoos

mousse, cioccolato, dolci al cucchiaio, speculoos, biscotti, cioccolato bianco

1 Sciogliete i due cioccolati a bagnomaria in due ciotole diverse, unite in entrambe le ciotole 100 ml di panna, in quella con il cioccolato fondente 30 gr di zucchero a velo, nell’altra 20.

2 Montate a neve ben ferma gli albumi.

3 Distribuite gli speculoos tritati grossolanamente nei bicchierini.

4 Dividete gli albumi montati in due parti, versateli nei due cioccolati e mescolando dal basso verso l’alto con una spatola amalgamate.

5 Versate la mousse che preferite poi fate un altro strato con l’altra e un terzo strato con la prima.

NOTE: se la crema bianca vi pare troppo liquida quando l’avete inserita nel bicchiere mettetela in frigo una mezzora, controllate se si è rappresa agitandole leggermente, se ancora liquida aspettate ancora un attimo (ma non dovrebbe esserlo). Decorate come volete, granella, melograno, licis, alchechengi, codette di cioccolato, scaglie, altro.

mousse, cioccolato, dolci, dolci al cucchiaio, speculoos, biscotti

DOLCI

Panna cotta al cioccolato e cachi

panna cotta, cioccolato, cachi, frutta, dolci, dolci al cucchiaio

Quando trovi un bicchiere carino, vecchio stile, decidi di usarlo per la ricetta, cominci a versare gli strati, sei sempre più contenta della scelta, il dolce è pronto, cominci a scattare le foto e …..ti accorgi che ci sono seimila riflessi!

La frittata ormai era fatta, il dolce era dentro al bicchiere e toglierlo impossibile, tonta io che non ho visto subito, per fortuna il riflesso ritrae il cielo e gli alberi che si vedono da casa dei miei genitori dove ho preparato la panna cotta, poteva andare peggio!

Un dolce di una semplicità estrema, la panna cotta è davvero questione di dieci minuti, in questo caso dovrete replicare due volte il passaggio di scaldare le parti liquide e sciogliere la colla di pesce.

I cachi non mi fanno impazzire, troppo dolci ma abbinati ad altri ingredienti si sposano bene, avevo mangiato un dolce simile anni fa a una cena alla Scala, il teatro milanese, ricordo la presenza del cioccolato, degli strati, forse c’erano anche le castagne.

Giornate strane, non è più estate ma non è neanche autunno, nelle ore centrali della giornata fa caldo ma la mattina senza calze fa freschino, la luce sta cambiando, meno intensa, 19.30 buio, presto per giacche, coperte ma a tratti ne senti il bisogno. Fase di transizione!

 

panna cotta, cioccolato, cachi, frutta, dolci, dolci al cucchiaio

Ingredienti:

per circa 4 coppette

500 ml di panna fresca

150 gr di cioccolato fondente

2 cachi piccoli

100 gr di zucchero

25 gr di colla di pesce

 

panna cotta, dolci, dolci al cucchiaio, cioccolato, cachi, frutta

1 Mettete 15 gr di colla di pesce a sciogliere in una ciotola con acqua fredda (solitamente sulla confezione trovate scritto a quanto corrisponde un foglio). Lasciate 6-7 minuti in acqua.

2 Nel frattempo scaldate la panna con il cioccolato tagliato a pezzetti,  unite 70 gr di zucchero, mescolate, quando è sul punto di bollire strizzate bene la colla di pesce e unitela alla panna, mescolando si scioglierà subito, spegnete.

3 Versate la panna cotta nei bicchieri, decidete voi l’altezza degli strati, lasciate intiepidire e mettete in frigorifero.

4 Mentre la panna cotta si rapprende, sbucciate i cachi, mettete la polpa in un mixer e frullate.

panna cotta, dolci, dolci al cucchiaio, cioccolato, cachi, frutta

5 Mettete la polpa in un pentolino con lo zucchero, nel frattempo, come prima, fate sciogliere la colla di pesce restante, quando la polpa sta per bollire unite la colla di pesce strizzata, mescolate, lasciate intiepidire.

6 Versate la polpa di cachi sulla panna cotta al cioccolato ormai rassodata, fate rapprendere lo strato di cachi poi versate un ultimo strato con la panna cotta al cioccolato rimasta.

NOTE: fate attenzione a non unire il secondo e terzo strato troppo caldi su quello freddo perchè potrebbe scaldarlo e quindi colare “rovinando” gli strati. La panna cotta che vi rimane dopo il primo strato non mettetela in frigorifero, lasciatela a temperatura ambiente coperta. Lo zucchero nella polpa di cachi è a discrezione, assaggiate e valutate se unirlo o meno.

CONSIGLIA Torta di mais