Browsing Category

verdure

verdure

Crostini con peperoni e zucchine

crostini, pane, antipasto, verdure, peperoni, zucchine, vegano

Il lusso della semplicità! E due! L’ho detto anche settimana scorsa ma i piatti estivi sono così, devono essere così, veloci, freschi, poca cottura, poco sforzo, gusto, bontà, colore.

Ho optato per queste due verdure saltate rapidamente per lasciarle croccanti ma potete divertirvi con pomodori, melanzane, fagiolini, fiori di zucca e ovviamente carne, pesce, uova, legumi, salse, io ho voluto lasciarle semplici semplici aromatizzandolo con un soffritto leggero di aglio olio peperoncino.

Un pranzo o aperitivo davvero da un quarto d’ora che si può organizzare in un lampo ovunque e con quello che si ha, è chiaro che il caldo mi sta mettendo a durissima prova????

Dite quello che volete ma in città il caldo è devastante, ero da amici in campagna, pochi km da Milano e c’erano almeno 3-4 gradi in meno, caldo ma un altro vivere, qua è proprio una gabbia, manca l’aria, l’asfalto è rovente, non rinfresca, insomma io odio il caldo in città.

E con questa bottà di ottimismo cominciamo una nuova settimana!

 

crostini, pane, antipasto, aperitivo, vegano, peperoni, zucchine, verdure

 

Ingredienti:

pane tipo toscano, altamura, ma anche a cassetta

1 peperone rosso

1 peperone verde/giallo

1 zucchine grande

aglio

olio evo

peperoncino

basilico qualche foglia

 

crostini, pane, antipasto, verdure, peperoni, zucchine, vegano

 

1 Lavate le verdure, asciugatele, pulitele e tagliatele a tocchettini piccoli.

2 Scaldate due tre cucchiai di olio in una padella antiaderente, unite uno spicchio di aglio e del peperoncino fresco o in polvere, lasciate scaldare un paio di minuti e unite le verdure, cuocete girando di tanto in tanto per circa 15 minuti, se necessario unite dell’acqua per non farle attaccare.

3 Mentre le verdure si intiepidiscono tostate il pane tagliato a fette.

4 Guarnite le fette con la verdure, regolate di sale (pepe se volete) e decorate con del basilico.

 

crostini, antipasto, pane, peperoni, zucchine, verdure, vegano

verdure

Panzanella rivisitata

panzanella, verdure, pomodori, cetrioli, toscana, regionale, erbe

panzanella, toscana, regionale, pomodoro, cetrioli, erbe

 

La panzanella un classico della cucina estiva e della cucina toscana, esistono varie versione, chi mette la cipolla, chi il sedano, con o senza aglio, la mia, quella che preferisco solitamente è pane cetrioli pomodori aglio basilico olio sale e pepe!

Oggi ho apportato qualche piccola modifica, ho eliminato l’aglio e il basilico, il pane tagliato a dadini e fritto in olio ottenuto dalla spremitura di olive peperoncino curcuma e pepe.

Questo condimento è dell’azienda agricola  Peperita   di Rita Salvadori, ho conosciuto Rita un mese per un progetto di social eating a cui partecipiamo entrambe in ruoli diversi, eravamo a pranzo a casa mia e lei portò i suoi prodotti da abbinare al pasto.

La sua azienda si trova in Toscana a Bibbona, produce peperoncino da 17 anni, solo ed esclusivamente peperoncino, ha oltre 80000 piante e 17 varietà, Rita una vera appassionata ricevette in dono un seme di peperoncino per coltivarlo ed oggi grazie a studi attenti e sperimentazione ha costruito un impero di bellezza e bontà.

Lei è una forza della natura, arrivo’ a casa mia che neppure sapevo ci sarebbe stata e aspettavo per prima un’altra persona, lei salì e mi ritrovai di fronte una persona molto affabile, socievole, disinvolta, dopo dieci minuti mi sembrava fosse in casa da sempre; notevole la sua passione, l’energia con cui racconta dei suoi peperoncini, degli abbinamenti, delle ricette che si possono realizzare, tanti davvero tanti.

Vi consiglio di guardare il sito per scoprire dove trovare i suoi peperoncini, scoprirete un mondo affascinante, molto più ricco e articolato di quanto si possa immaginare, ci sono anche patè, confetture, gli insaporito, tante idee regalo, i kit!

Quanto alla ricetta, diversa, particolare, il mix curcuma peperoncino pepe intenso ma non invadente, insaporisce molto, non ho quasi messo sale, il pane fritto ottimo croccante saporito!

 

pomodori, cetrioli, panzanella, toscana, regionale, pane, erbe, verdure

 

Ingredienti:

per 4 bicchierini

1 cetrioli grande

10-15 pomodori datterini

3 fette di pane

condimento chilisecret (spremitura di olive curcuma pepe peperoncino)

sale

basilico per decorare

 

panzanella, verdure, pomodori, cetrioli regionale, erbe, toscana

 

1 Tagliate il pane a dadini, in una padella versate due tre cucchiai di olio, quando sarà ben caldo unite il pane e lasciate indorare girando ogni tanto per 3-4 minuti, scolate su un foglio di carta assorbente.

2 Sbucciate il cetriolo e riducetelo a dadini, stessa cosa con i pomodori precedentemente lavati.

3 Assemblate il vostro bicchierino mettendo uno strato di pomodori poi di pane infine di cetrioli, regolate di sale e unite un goccio di olio, decorate con il basilico.

 

panzanella, verdure, pomodori, cetrioli, toscana, regionale, erbe

Primi/ verdure

Sformatini di pasta e melanzane

Forse ipotizzando un azzardo potrei dire che questa pasta profuma di Sicilia, di pasta alla norma, so che son diverse ma mentre cucinavo ripensavo a quei profumi, sapori, consistenze.

Un piatto ricco ma in versione mini, rustico, anche da pic nic o da spiaggia volendo, la preparazione non è breve ma ne vale la pena, potete pensarci il giorno prima e anche surgelarli senza problemi.

Pomodoro, melanzane, è proprio cominciata l’estate, oggi una boccata di ossigeno dal grande caldo dei giorni scorsi, non amo svariati aspetti dell’estate ma in cucina amo tutto di questo periodo.

I profumi intensi del basilico, del melone, la lucentezza delle ciliegie, il colore e la forma dei vari tipi di pomodoro, le melanzane in tutte le salse, le pesche sugose che mentre le mangi ti cola il succo, la versatilità di zucchine, peperoni, fiori di zucca da preparare in mille modi, la morbidezza delle albicocche, i colori intensi.

I ricordi, la scelta del melone annusandolo, le enormi macedonie con dentro di tutto, la panzanella che faccio molto spesso, bruschette con olio pomodoro e basilico, il flan di fagiolini, i peperoni ripieni per me rigorosamente con tonno, capperi olive e pan grattato da mettere sulle verdure grigliate, la raccolta nell’orto e della frutta sugli alberi.

Alcuni sono fotogrammi della mia infanzia, l’orto di mia nonna, la pulitura dei fagiolini che ho sempre pensato sia di una noia mortale, la scelta del melone al mare con mio nonno, la pesca il succo ti cola sul braccio, le pigne da cui estrarre i pinoli in giardino.

Buona settimana!

Ingredienti:

per 8 sformatini

150 gr di pasta corta

200 ml di passata di pomodoro

1/2 melanzane lunghe

70 gr di ricotta salata

2 uova

pan grattato o farina

olio per friggere

sale

1 Lavate e asciugate le melanzane, tagliate per il verso lungo a fette sottili, 3-4 mm.

2 Sbattete le uova in un piatto, in un altro mettete il pane grattato o la farina.

3 Mettete abbondante olio per friggere in una padella antiaderente, mettete a scaldare  a fuoco medio.

4 Mentre si scalda cominciate a passare ogni fetta prima nell’uovo scrollando quello in eccesso poi nel pane/farina, quando l’olio sarà ben caldo mettete le fette di melanzane tre/quattro alla volta, fate cuocere 3-4 minuti per lato o comunque finchè risulteranno ben dorate, proseguite nello stesso modo fino a che non le avrete terminate, scolatele su un foglio di carta assorbente, salate.

5 Mentre cuocete le melanzane cuocete la passata o scaldatela se già pronta, nel primo caso con un filo d’olio, aglio facoltativo, per circa 20 minuti, regolate di sale.

6 Mettete a bollire l’acqua per la pasta, mentre cuoce, prendete degli stampi da muffin in alluminio, adagiatevi dentro due fette di melanzane in modo tale da coprire l’intero stampo, lasciate un pezzo di fetta “in fuori” in modo da coprire la sformato una volta farcito.

7 Scolate la pasta e unitela al pomodoro, aggiungete trequarti di ricotta salata mescolate.

8 Accendete il forno a 200 gradi, mentre si scalda farcite i vostri sformatini schiacciando bene il contenuto all’interno, unite il resto della ricotta e ricoprite con la melanzana avanzata dalla fetta  o con un’altra melanzana della stessa grandezza e pigiate leggermente per sigillare, facendo attenzione perchè scotterà.

9 Disponete gli sformati su una teglia e infornate per circa 20 minuto, sformate e servite subito.

verdure

Polpette di ceci e carote

polpette, ceci, legumi, verdure, carote, fritto, ricotta, formaggio, finger food, aperitivo

polpette, ceci, legumi, verdure, carote, fritto, ricotta, formaggio, finger food, aperitivo

Oggi è la giornata mondiale della felicità, non so chi e come stabilisca queste giornate che ormai ci son per tutto e spesso in un giorno più temi sono al centro dell’attenzione.

Comunque sia son sveglia dalle 4.30 e non mi son quasi riaddormentata, immaginate la felicità….oggi sarà una giornata di quelle che solo il te’ mi tiene in piedi e alle 18 il sonno farà capolino in modo insistente.

Pensavo alla felicità, ho letto tante frasi belle, ricche di senso, di poesia, di romanticismo, ho visto foto, immagini, video, poi ho pensato a cos’è la felicità per me. Difficile, credo sia legata a un momento, raramente a un periodo, raramente nel senso che un periodo felice esiste ma appunto non accade così spesso che tutto vada bene a lungo.

Ogni tanto si fa bingo e tutto ruota perfettamente lavoro, famiglia, amici, progetti, sogni, traguardi, a volte succedono eventi straordinari che rendono il periodo felice, di solito è più facile che la felicità risieda nelle piccole cose.

Un bel tramonto, una canzone, un buon piatto, una serata con gli amici, la lettura di un bel libro, andare a un concerto, trascorrere in un bel week end, piccoli traguardi quotidiani, ricevere un complimento o un regalo, fare un complimento o un regalo, per me anche una colata di cioccolato o quando mi viene bene un lievitato.

Mentre sorseggio un altro te metto in ordine i miei motivi di felicità, pensate ai vostri.

La ricetta è di Letizia del blog Voglia di cucina, appuntamento consueto con lo scambio di ricette con le Bloggalline, non conoscevo questo blog che ho spulciato a lungo e ha una marea di dolci strepitosi che sicuramente tornerò a guardare, ho optato per una ricetta senza dolci perchè ne avevo già mangiati troppi, passate da Letizia.

polpette, ceci, carote, aperitivo, finger food, legumi, formaggio, verdure, fritto

La ricetta la copio e incollo precisa e identica alla sua, unica cosa io ho fritto, lei le ha cotte al forno.

Ingredienti per 3/4 persone :
2 carote lesse
1 scatola di ceci precotti (250 gr)
2 cucchiai di ricotta
4-5 cucchiai di pangrattato
2 cucchiai di succo di limone
2 cucchiai di sesamo
1 cucchiaino di paprika dole
1 cucchiaino di aglio (io uso quello liofilizzato)
prezzemolo q.b.
sale e pepe q.b. 
Pagrattato q.b. per la panatura
olio per friggere
polpette, ceci, carote, ricotta, finger food, antipasto, fritto, verdure, aperitivo, formaggio, legumi
Scolare i ceci e sciacquarli sotto l’acqua corrente, metterli in una ciotola e schiacciarli con una forchetta insieme alle carote lesse. Aggiungere tutti gli altri ingredienti, se necessario aumentare la dose del pangrattato per ottenere un composto morbido, ma lavorabile.
Formare delle palline e schiacciarle leggermente, passarle nel pangrattato, scaldate abbondante olio in una padella e friggetele due tre minuti per lato, scolate su un foglio di carta assorbente.
polpette, ceci, carote, verdure, formaggio, aperitivo, finger food, legumi, fritto
contorni/ verdure

Sformato di zucca porri e patate

verdure, zucca, patate, porri, sformato, secondo

patate, zucca, porri, verdure, sformato, secondo

Un trio di verdure che a casa mia piace molto e si mangia da sempre in questa versione e nella versione torta salata.

Un secondo caldo, profumato, saporito per queste giornate in cui sembra essere arrivato il freddo, ieri sera verso le 19.00 tornando  a casa un’arietta fredda, quasi gelata, mi ha fatto rimpiangere di non avere messo una giacca più pesante.

Del resto, e ora son che qualcuno mi odierà, fra poco più di un mese è Natale.

Scalpito per tirare fuori l’albero di Natale e gli addobbi, fosse per me li terrei per quattro o cinque mesi all’anno, mi piacciono, decorano la casa, l’abbelliscono e poi ogni oggetto è vissuto, ha una storia, un significato, è legato a un ricordo, un luogo, una persona o mi è stato regalato.

Amo il mio albero perchè quando lo guardo penso a dove ho preso quella statuetta, alla pallina con la foto mia e di alcune amiche che mi hanno regalato, alle prime palline del primo albero nella casa nuova che mi regalarono i miei, bomboniere di nozze, decorazioni in legno provenienti dai mercatini di Norimberga e molto altro.

Ok torniamo al 7 novembre, preparate lo sformato, vi piacerà!

verdure, porri, zucca, patate, sformato, secondo

Ingredienti:

per 4 persone

1 patata grande

1 porro grande

100 gr di zucca

1 uovo

80 gr di parmigiano

timo

sale

burro per lo stampo

verdure, zucca, patate, porri, sformato, secondo

1 Lessate la patata.

2 Tagliate il porro a rondelle, pulite la zucca e tagliatela a dadini, fateli cuocere come preferite, al vapore, lessati, in padella con un filo d’olio, 20 minuti al massimo.

3 In una ciotola schiacciate e amalgamate la patate, il porro e la zucca, dovrete ottenere una crema omogenea, se rimangono dei pezzi di verdure decidete voi se frullarli con il minipimer o lasciarli.

4 Unite l’uovo e il parmigiano, regolate di sale e unite il timo (meglio fresco). Amalgamate.

5 Accendete il forno a 200 gradi, mentre si scalda, imburrate uno stampo o degli stampini, versate il composto, livellate la superficie, infornate per circa 30 minuti.

Per chi vuole gli ultimi 5 minuti potete aggiungere due riccioli di burro o un cucchiaio di parmigiano per fare la crosticina.

sformato, verdure, secondo, porri, patate, zucca

Antipasti/ verdure

Fritelle di ceci scarola e acciughe

frittelle, ceci, legumi, finger food, antipasti, scarola, verdure, acciughe, pesce

Ancora scarola! Per preparare la ricetta di settimana scorsa mia mamma me ne ha presi due grossi cespi, uno l’ho utilizzato per la pizza, l’altro -una parte- per queste frittelle.

Questa è la classica ricetta che si realizza al volo, dieci minuti scarsi e sentirete lo sfrigolio dell’olio che si scalda. Variatela come preferite, utilizzando un’altra farina, facendo una pastella con le uova, o con la birra, o con l’acqua frizzante.

Le quantità possono variare, vi indico le mie ma regolatevi autonomamente, intendo dire che aggiungendo un po’ d’acqua la pastella può diventare più liquida, se la volete più densa proseguite aggiungendo poco alla volta acqua e farina fino a trovare la consistenza che preferite.

Tranquilli che difficilmente sbaglierete! Felice settimana!

fritelle, ceci, legumi, antipasti, finger food, scarola, verdure, acciughe, pesce

Ingredienti:

150 gr di farina di ceci (circa)

acqua q.b.

50 gr di scarola

6 filetti di acciuga

olio per friggere

sale

frittelle, finger food, antipasti, ceci, legumi, verdure, scarole, acciughe, pesce

1 Lavate la scarola, asciugatela, tagliatela a pezzi grossolanamente.

2 Preparate la pastella versando la farina in una ciotola, unite mescolando con una frusta l’acqua, aggiungete poco alla volta, regolate di sale. Aggiungete la scarola, mescolate, se la pastella vi sembra poca preparatene altra.

3 Unite i filetti di acciuga tagliati a pezzettini, mescolate.

4 Mettete a scaldare abbondante olio per friggere in una padella antiaderente, formate le frittelle con un cucchiaio di impasto, distanziatele fra loro, è normale che siano tutte diverse e irregolari. Proseguite fino al termine della pastella, scolate su un foglio di carta assorbente, regolate di sale, servite.

frittelle, ceci, legumi, finger food, antipasti, scarola, verdure, acciughe, pesce

verdure

Pizzette di melanzane e provola

melanzane, verdure, pomodoro, basilico, provola, formaggio

melanzane, verdure, pomodoro, basilico, provola, formaggio

L’estate sta finendo e un anno se va…..eh si nel bene e nel male l’estate sta volgendo al termine nonostante le giornate siano ancora calde e soleggiate.

Niente tristezza, sono i cicli della vita che si susseguono come è normale e giusto che sia, queste potrebbero essere le ultime melanzane della stagione e ho voluto vestirle con semplicità, leggerezza, tratti tipici dell’estate.

Una ricetta di una semplicità unica che potete variare con il formaggio che preferite, con altre verdure o altri ingredienti, anche se i colori non sono quelli, mi ricorda un sole, un raggio colorato, lucente come sono i colori estivi, intensi, accesi, baciati dal sole.

Prediligo di gran lunga verdura e frutta estive  rispetto a quelle invernali, di mangiare mele dopo un po’ non ne posso più, mi nauseano quasi, invece le mie amate ciliegie, il melone, le pesche ci tengono compagnia solo qualche mese, così come i cetrioli, i pomodori, i peperoni che amo molto, il basilico fresco.

Si trova tutto o quasi anche in inverno (la frutta meno) ma ha un altro sapore, a volte non ne ha proprio, il profumo non esiste e quindi non li prendo, zucca, broccoli, cipolle, spinaci, coste, erbette e altro mi piacciono comunque, solo un pochino meno!

provola, formaggio, verdure, melanzane, pomodoro, basilico

Ingredienti:

per due persone

3 melanzane medie

5 cucchiai di passata di pomodoro (se preferite pomodoro fresco)

60 gr di provola

olio

sale

basilico

 

pizzette, melanzane, verdure, pomodoro, basilico, provola, formaggio

 

1 Accendete il forno a 200 gradi, lavate le melanzane e tagliatele a fette, altezza circa un cm.

2 Disponetele su una teglia coperta di carta forno, irroratele con dell’olio, salate, cuocete per 30 minuti.

3 Dopo 30 minuti, disponete un cucchiaino di salsa di pomodoro su ogni fetta, aggiungete anche due pezzetti di formaggio, fate cuocere per altri 10 minuti.

4 Sfornate, aspettate 5 minuti e servite decorando con il basilico.

 

pizzette, melanzane, provola, formaggi, verdure

 

Uova/ verdure

Insalata di cetrioli avocado e uova sode

insalata, cetrioli, verdure, avocado, frutta, uova sode

Ecco un’altra ricetta non ricetta, è talmente elementare e semplice creare il piatto che chiamarla ricetta è ridicolo.

In estate la voglia di cucinare viene meno,  io mi trovo in montagna dove è caldo ma non come in città, spesso il desiderio di accendere il forno c’è, come di mangiare un piatto caldo ma la praticità vince comunque.

Diciamo che la voglia di ottenere il massimo con il minimo sforzo rimane immutata ovunque ci si trovi.

Buona giornata!

 

insalata, cetrioli, verdure, avocado, frutta, uova sode

 

Ingredienti:

per due persone

3 uova sode

1 cetriolo

1 patata lessa

1 avocado

olio evo

sale

pepe

 

insalata, uova, cetrioli, verdure, insalata, frutta, avocado

 

1 Pulite il cetriolo e con un pela patate create tante strisce.

2 Sbucciate la patata e tagliatela a fette.

3 Sgusciate le uova sode e dividetele in quattro parte.

4 Sbucciate l’avocado, togliete il nocciolo e tagliatelo a pezzetti.

5 Componete il piatto distribuendo le strisce di cetriolo,le fette di patata, gli spicchi di uova (una mezzo e mezzo a persona) e i pezzi di avocado, condite con olio sale e pepe.

 

insalata, verdure, cetrioli, avocado, frutta, uova

verdure

Valeriana con tonno fresco anguria e mirtilli

valeriana, insalata, anguria, mirtilli, frutta, pesce, tonno

valeriana, insalata, anguria, mirtilli, frutta, pesce, tonno

Alle volte basta veramente poco per gustare un piatto diverso, colorato, fresco, tipicamente estivo, giusto i pochi minuti di cottura del tonno e poi l’insalata è praticamente pronta.

Non si può neppure parlare di ricetta, si tratta semplicemente di assemblare gli ingredienti a piacere, vi lascio le mie dosi ma regolatevi secondo i vostri gusti e la vostra fame.

Il bello delle insalate estive è poterle preparare praticamente con tutto, dalla frutta ai formaggi, dalla carne al pesce, con i legumi, salse, marinate, dressing sempre diversi, con erbe aromatiche, mix di verdure, per i più estrosi è bello giocare a creare abbinamenti particolari, anche estremi.

Mi raccomando se utilizzate il tonno, quello fresco non in scatola sott’olio, è tutta un’altra cosa, un altro sapore, se non volete o potete scegliere il tonno, opterei per una trota salmonata, del salmone, dello spada, no pesci tipo merluzzo, platessa, sogliola e altri sul genere.

Buon week end!

valeriana, insalata, tonno, pesce, frutta, anguria, mirtilli, insalata

Ingredienti:

per due persone

100 gr di valeriana

un trancio di tonno fresco da 125 gr

anguria e mirtilli a piacere

sale pepe olio evo

valeriana, insalata, anguria, mirtilli, tonno, pesce, valeriana

1 Cuocete ai ferri il tonno, lasciatelo intiepidire.

2 Ricavate con uno scavino delle palline di anguria, lavate i mirtilli, fateli sgocciolare bene.

3 Assemblate la vostra insalata distribuendo a piacere nel piatto la valeriana, la frutta e il pesce tagliato a pezzetti, condite con olio, sale e pepe.

valeriana, verdure, insalata, frutta, anguria, mirtilli, pesce, tonno fresco

Lievitati/ verdure

Hamburger di cannellini

vegan, vegetariano, panini, cannellini, legumi, hamburger, verdure

hamburger, vegan, vegetariano, cannellini, legumi, panini, verdure

Adoro i legumi, i ceci in primis e a ruota tutti gli altri, avevo un sacchetto di cannellini da terminare, sempre per svuotare la dispensa prima del gran caldo, erano tanti e infatti gli hamburger son parecchi, regolatevi su quanti siete e quanti ne desiderate a persona, a me non sono avanzati, dovesse accadere surgelateli.

La bellezza del hamburger consiste -oltre che nella bontà del hamburger- nel farcirlo con mille varianti, i miei son molto semplici, songino e carote con  un ottimo ketchup fatto in casa regalatomi da un’amica, una versione super light e vegana ma sappiamo che pomodori, melanzane, zucchine, peperoni ci stanno benissimo, per non parlare di svariati formaggi, salse come mostarda, maionese e altre, per i più golosi immancabile il bacon, una bella panatura e di conseguenza frittura.

Capitolo a se’ il pane, se potete preparatelo con le vostre manine, ha tutto un altro sapore e la soddisfazione è doppia, i miei son panini del panettiere, non avevo tempo per impastare e aspettare i tempi di lievitazione, mi riprometto di provaci un’altra volta.

Il sole è alto, durerà? Vedremo, intanto mi attivo nonostante abbia un gran sonno, nonostante abbia dormito, buona settimana!

hamburger, cannellini, legumi, panini, vegan, vegetariano, verdure

Ingredienti:

per dieci hamburger da circa 40 gr

400 gr di cannellini

2 cucchiai di latte di soia

pangrattato

sale

pepe

erba cipollina

10 panini di hamburger

ketchup homemade

songino e carote a piacere

 

hamburger, cannellini, legumi, panini, verdure, vegan, vegetariano

1 Lessate i cannellini, frullateli con il latte, dovete ottenere una crema, regolate di sale, pepe, unite l’erba cipollina lavata e affettata a rondelle, unite un paio di cucchiai di pangrattato, provate a formare gli hamburger, se vi sembra che non abbiano la  giusta consistenza unite poco pane fino a che non otterrete un composto compatto.

hamburger, cannellini, legumi, vegan, vegetariano, verdure, panini, hamburger

2 Accendete il forno a 200 gradi, distribuite gli hamburger su una teglia coperta con la carta forno, irrorate con un filo d’olio, infornate per circa 20 minuti, se volete gli ultimi 5 minuti di grill.

3 Componete i vostri panini come preferite, con la verdura, l’hamburger e il ketchup.

verdure, vegan, vegetariano, cannellini, legumi, panini, hamburger

vegan, vegetariano, panini, cannellini, legumi, hamburger, verdure

 

CONSIGLIA Burger di quinoa con mele e fiori di zucca