Browsing Category

Primi

Primi

Bulgur con zucchine gamberi e mandorle

bulgur, cereali, mandorle, frutta secca, zucchine, verdure

Prima volta del bulgur su questi schermi, non lo mangio spesso effettivamente seppur mi piace come tutti i cereali, soprattutto d’estate quando puoi condirlo con qualsiasi cosa, i miei classici tonno ceci e pomodori, pesto e gamberi, peperoni e zucchine, pollo cipollotto zenzero ecc…

La comodità è prepararlo prima, d’estate non ho tanta voglia di stare in cucina, cucino eh, non mangio solo piatti freddi, pronti o insalata ma se in inverno è piacevole trascorrere le ore in cucina, in estate cerco di starci poco anche perchè la mia è caldissima.

Quindi preparo a rate se il piatto prevede più preparazioni, in questo caso in mattinata ho fatto il bulgur e prima di cena le zucchine, mentre cuocevano ho pulito i gamberi. Mangiare bene e vario comunque ma senza dedicarci ore, per esempio quando sono in montagna se c’è il sole voglio stare fuori il più possibile.

E’ mercoledì ma sono convinta sia giovedì, i misteri, vi auguro una buona giornata in questo anniversario importante!

 

bulgur, cereali, mandorle, frutta secca, zucchine, verdure, gamberi, pesce

Ingredienti:

per due persone

170 gr di bulgur

1 zucchina grande

120 gr di gamberi

1 cucchiaio di lamelle di mandorle

1 cucchiaio di farina abbondante

olio

sale pepe

 

bulgur, cereali, mandorle, frutta secca, zucchine, verdure, gamberi, pesce

 

1 Cuocete il bulgur come da istruzioni, il mio 15 minuti in acqua bollente, come la pasta, lasciate raffreddare.

2 Lavate, pulite e tagliate a rondelle sottili la zucchina, passatele nella farina e saltatele in una padella con dell’olio per circa 5-7 minuti, non devono galleggiare nell’olio. Scolatele su un foglio di carta assorbente.

3 Pulite i gamberi.

4 In una ciotola o piatto da portate riunite tutti gli ingredienti, il bulgur, le zucchine, i gamberi e le mandorle, condite con olio evo, regolate di sale e pepe, servite.

Primi

Linguine al pomodoro olive e acciughe

linguine, pasta, pomodoro, passata, olive taggiasche, acciughe, pesce

 

Quando si dice il lusso della semplicità, una pasta veloce ottima, dai sapori decisi e genuini, il trionfo dell’italianità.

In primis la pasta, il nostro orgoglio nel mondo, il nostro marchio distintivo insieme alla pizza e al caffè, un prodotto versatile economico, che si prepara veloce, che ha mille formati, nomi di tutti i tipi, si trova ovunque, si condisce con qualsiasi cosa.

Il pomodoro, che dire? sempre buono, che sia sulla bruschetta, in insalata, la passata, farciti, ripieni, arrosto, confit, in versione confettura, cocktail, anche in questo caso tanti tipi dal ramato ai perini, dai ciliegini ai costoluti e i datterini, san marzano ecc…

Le olive taggiasche, orgoglio ligure, le acciughe.

Insomma io di questo piatto sono innamorata, è chiaro? Credo di si, sicuro io sono una pasta addicted, anche se a dire il vero a me i primi piacciono tutti, se devo scegliere fra primo e secondo, primo tutta la vita!

E voi che portata preferite? Buon week end.

 

linguine, pasta, pomodoro, olive taggiasche, pesce, acciughe

Ingredienti:

per due persone

200 gr di linguine

120 gr di passata di pomodoro MUTTI

2 cucchiai di olive taggiasche

5-6 filetti di acciughe

olio all’aglio e peperoncino

sale pepe

 

linguine, pasta, pomodoro, acciughe, pesce, olive taggiasche

1 Scaldate in una padella dell’olio, unite la passata e lasciate cuocere per 15 minuti a fuoco medio, unite le acciughe e le olive mescolate, regolate di sale.

2 Nel mentre mettete a bollire l’acqua per la pasta, quando bolle salate e versate le linguine seguendo le tempistiche indicate.

3 Fate cuocere il sugo altri 10 minuti, spegnete pochi minuti prima di scolare la pasta, scolate e amalgamate, servite subito spolverando con il pepe.

NOTE questo sugo potete prepararlo come preferite con più acciughe o meno olive, con più pomodoro, con aglio e peperoncino scaldati in olio evo, io avevo un olio aromatizzato, potete saltarli, insomma seguite i vostri gusti che non sbagliate!

 

olive taggiasche, pomodoro, passata, pasta, linguine, acciughe, pesce

Primi

Riso con melone e gamberetti

riso, cereali, primi, gamberetti, pesce, frutta, melone

riso, primi, cereali, frutta, melone, pesce, gamberetti

Una ricetta che è una non ricetta, non c’è molto da fare se non cuocere il riso, pulire il melone, assemblare gli ingredienti, piatto fresco, veloce, in linea con la stagione e le temperature.

Ho anche messo accanto una crema di avocado, a parte perchè potrebbe non piacere insieme al resto, provate e stabilite se è un abbinamento che vi conquista o meno, a me non è dispiaciuto!

L’avocado è fondamentale nella mia cucina estiva, nel dolce e nel salato è versatile, per creme, in insalata, condito semplicemente con olio e limone, con il pesce, nella pasta, ottimo con il cioccolato, sul pane, nel mitico avocado toast! E anche un bel colore!

Siamo a giovedì e mi sembra che la settimana sia volata senza averne colto molto, un po’ sfuggente, un po’ faticosa, con un paio di notti insonni di troppo, pensieri che girano vorticosamente, qualche risata improvvisa, un libro che voglio rileggere e non trovo più.

Buona giornata.

riso, cereali, primi, gamberetti, pesce, frutta, melone

Ingredienti:

1 melone piccolo

100 gr di Riso Buono Artemide

2 cucchiai di gamberetti

olio evo

sale pepe

riso, cereali, primi, frutta, melone, gamberetti, pesce

1 Cuocete il riso, lasciate raffreddare.

2 Tagliate a metà il melone, con un cucchiaio svuotate l’interno dai semi e con uno scavino togliete il resto tenendolo da parte.

3 Scolate bene i gamberetti.

4 In una ciotola unite i tre ingredienti, condite, regolate di sale e pepe e farcite le vostre metà di melone

Se volete aggiungere la crema di avocado, semplicemente pulite un melone e lo frullate o schiacciate con un cucchiaio di mascarpone, salate.

riso, cereali, primi, gamberetti, pesce, frutta,melone

 

Primi/ verdure

Sformatini di pasta e melanzane

Forse ipotizzando un azzardo potrei dire che questa pasta profuma di Sicilia, di pasta alla norma, so che son diverse ma mentre cucinavo ripensavo a quei profumi, sapori, consistenze.

Un piatto ricco ma in versione mini, rustico, anche da pic nic o da spiaggia volendo, la preparazione non è breve ma ne vale la pena, potete pensarci il giorno prima e anche surgelarli senza problemi.

Pomodoro, melanzane, è proprio cominciata l’estate, oggi una boccata di ossigeno dal grande caldo dei giorni scorsi, non amo svariati aspetti dell’estate ma in cucina amo tutto di questo periodo.

I profumi intensi del basilico, del melone, la lucentezza delle ciliegie, il colore e la forma dei vari tipi di pomodoro, le melanzane in tutte le salse, le pesche sugose che mentre le mangi ti cola il succo, la versatilità di zucchine, peperoni, fiori di zucca da preparare in mille modi, la morbidezza delle albicocche, i colori intensi.

I ricordi, la scelta del melone annusandolo, le enormi macedonie con dentro di tutto, la panzanella che faccio molto spesso, bruschette con olio pomodoro e basilico, il flan di fagiolini, i peperoni ripieni per me rigorosamente con tonno, capperi olive e pan grattato da mettere sulle verdure grigliate, la raccolta nell’orto e della frutta sugli alberi.

Alcuni sono fotogrammi della mia infanzia, l’orto di mia nonna, la pulitura dei fagiolini che ho sempre pensato sia di una noia mortale, la scelta del melone al mare con mio nonno, la pesca il succo ti cola sul braccio, le pigne da cui estrarre i pinoli in giardino.

Buona settimana!

Ingredienti:

per 8 sformatini

150 gr di pasta corta

200 ml di passata di pomodoro

1/2 melanzane lunghe

70 gr di ricotta salata

2 uova

pan grattato o farina

olio per friggere

sale

1 Lavate e asciugate le melanzane, tagliate per il verso lungo a fette sottili, 3-4 mm.

2 Sbattete le uova in un piatto, in un altro mettete il pane grattato o la farina.

3 Mettete abbondante olio per friggere in una padella antiaderente, mettete a scaldare  a fuoco medio.

4 Mentre si scalda cominciate a passare ogni fetta prima nell’uovo scrollando quello in eccesso poi nel pane/farina, quando l’olio sarà ben caldo mettete le fette di melanzane tre/quattro alla volta, fate cuocere 3-4 minuti per lato o comunque finchè risulteranno ben dorate, proseguite nello stesso modo fino a che non le avrete terminate, scolatele su un foglio di carta assorbente, salate.

5 Mentre cuocete le melanzane cuocete la passata o scaldatela se già pronta, nel primo caso con un filo d’olio, aglio facoltativo, per circa 20 minuti, regolate di sale.

6 Mettete a bollire l’acqua per la pasta, mentre cuoce, prendete degli stampi da muffin in alluminio, adagiatevi dentro due fette di melanzane in modo tale da coprire l’intero stampo, lasciate un pezzo di fetta “in fuori” in modo da coprire la sformato una volta farcito.

7 Scolate la pasta e unitela al pomodoro, aggiungete trequarti di ricotta salata mescolate.

8 Accendete il forno a 200 gradi, mentre si scalda farcite i vostri sformatini schiacciando bene il contenuto all’interno, unite il resto della ricotta e ricoprite con la melanzana avanzata dalla fetta  o con un’altra melanzana della stessa grandezza e pigiate leggermente per sigillare, facendo attenzione perchè scotterà.

9 Disponete gli sformati su una teglia e infornate per circa 20 minuto, sformate e servite subito.

Primi

Chicche con pesto e fiori di zucca

chicche, gnocchi, patate, fiori di zucca, verdure, pesto

chicche, fiori di zucca, verdure, primi, gnocchi, patate

Dopo una settimana molto intensa e faticosa eccomi tornata a occuparmi del mio piccolo rifugio virtuale, oggi splende il sole e sembra che le prossime giornate sian belle, che sia finalmente arrivata la primavera?

Devo dire che non sono pronta, nel senso che non ci ho neanche pensato, ad oggi le giornate di sole pieno, caldo, possibilità di stare all’aperto son state veramente poche, calze, giacca, coperta son sempre stati presenti, così come ancora piatti caldi, nuvoloni, temporali improvvisi.

Come sempre verrò sorpresa, travolta dal cambiamento, i primi giorni accuserò poi mi adatterò al caldo che per me non sempre è sinonimo di benessere, serenità  e bellezza!

Detto ciò godiamoci ancora un piatto caldo, le chicche di patate, perfette perchè realizzate con una macchinetta ad hoc ma fatele tranquillamente con un coltello, il pesto che amo e che tante volte avete già visto e i fiori di zucca verdura versatile, al forno, farciti, cotti al vapore, appena saltati in un sugo e ovviamente fritti!

Buona settimana!

chicche, fiori di zucca, verdure, patate, primi, gnocchi

Ingredienti:

per 4 persone

1 kg di patate

140 gr di farina

1 uovo

sale

per il pesto 150 gr leggi qui

una decina di fiori di zucca

chicche, patate, gnocchi, pesto, fiori di zucca, verdure, primi

1 Preparate il pesto, come ho detto tante volte regolatevi autonomamente sulla quantità di aglio, se lo preferite denso o liquido, quanto formaggio ecc….

2 Lessate le patate, lasciate intiepidire e sbucciatele.

3 Passatele nello schiacciapatate poi su un piano di lavoro formate una fontana, ponete al centro l’uovo, unite la farina e il sale, cominciate a lavorare fino ad ottenere un impasto omogeneo.

4 Formate dei cilindri di un cm di diametro poi se avete la macchinetta proseguite come da istruzioni altrimenti tagliate ogni cm, vi verranno dei piccoli cubetti in pratica oppure dategli forma tonda.

5 In una padella fate saltare con un filo d’olio i fiori precedentemente lavati e pulite, unite il pesto, il tutto non deve cuocere, si deve appena scaldare e amalgamare, son sufficienti cinque minuti.

6 Quando l’acqua bolle, salate e buttate le chicche, occorrono un paio di minuti di cottura poi scolatele nel sugo e condite, servite caldi.

chicche, gnocchi, patate, fiori di zucca, verdure, pesto

Primi

Cous cous con ceci agretti e san pietro

cous cous, cereali, primi, agretti, verdure, ceci, legumi, san pietro, pesce, piatto unico

cous cous, cereali, agretti, verdure, pesce, primi piatti, san pietro, legumi, ceci

Un raggio di sole dopo giorni di pioggia  e una nottata dove c’è stato un gran temporale, si vede che sapevano che avrei pubblicato una ricetta tipicamente primaverile, un piatto unico ricco perfetto per pic nic, grigliate, gite fuori porta, l’imminente 1 maggio.

Un piatto che potete divertirvi a creare come preferite, le combinazioni sono infinite, forse è insolita la presenza degli agretti ma li avevo preparati e quindi perchè non gustarli in versione insalata/piatto unico.

Che farete per il 1 maggio? Io resterò a casa perchè devo studiare per un esame settimana prossima, domenica tempo permettendo pic nic/grigliata in un parco milanese con amici, se dovesse piovere staremo a casa di qualcuno di noi.

Corro a studiare, vi auguro una felice giornata e un buon week end lungo!

piatto unico, primi, agretti, verdure, cereali, cous cous, ceci, legumi, pesce, san pietro

Ingredienti:

per due persone

180 gr di cous cous

2 fette di san pietro (grandezza decidete voi se vi piace o meno, se volete abbondare o meno)

80 gr di ceci

3 cucchiai di agretti già cotti

olio evo

sale  e pepe

cous cous, cereali, primi, agretti, verdure, ceci, legumi, san pietro, pesce, piatto unico

1 Preparate il cous cous come da istruzioni sulla confezione, sgranatelo bene, lasciate intipiedire.

2 Cuocete il pesce in una padella antiaderente con un filo di olio, bastano 5-6 minuti se la fetta non è troppo alta, lasciate intiepidire.

3 Tagliate il pesce a bocconi, tagliate grossolanamente gli agretti.

4 In una ciotola riunite tutti gli ingredienti, mescolate delicatamente per non ridurre il pesce in briciole, condite con olio sale e pepe.

cous cous, cereali, agretti, verdura, san pietro, pesce, ceci, legumi, primi, piatto unico

Primi

Noodles con fave cipollotti e gamberi

noodles, primi, dal mondo, gamberi, pesce, fave, legumi, verdure, cipollotto

Tempo di fave, di cipollotti, per me sempre tempo di noodles, di riso, di grano, di soia, si preparano in un attimo e un po’ come la pasta li si condisce con tutto ma proprio tutto.

Se non trovate la salsa di pesce e la salsa pad thai fate senza, utilizzate semplicemente la salsa di soia, vengono ottimi comunque.

Ho un torcicollo notevole e son tutta acciaccata causa questo vento terribile che nei giorni scorsi ha funestato, mi sento davvero giù, ho anche dormito bene, almeno otto ore eppure tornerei immediatamente sotto le coperte e so che mi addormenterei in fretta. Mettiamoci l’umore che non è particolarmente alto manco quello….

Vi auguro un buon week end, tanti saranno in vacanza, qualcuno partirà adesso per il ponte del 25 aprile, i più fortunati si sollazzeranno fino al 1 maggio, ovunque voi siate divertitevi!

noodles, primi, dal mondo, gamberi, pesce, fave, legumi, verdure, cipollotto

Ingredienti:

per due persone

200 gr di noodles

100 gr di fave

4-5 cipollotti

6-7 gamberi

3 cucchiai di salsa di pesce

1 cucchiaio di salsa pad thai

1 cucchiaino di zucchero

olio evo

noodles, primi, dal mondo, gamberi, pesce, verdure, cipollotto, fave, legumi

1 Lessate le fave, tagliate a rondelle il cipollotto.

2 In una padella versate due tre cucchiai di olio, fatelo scaldare e unite il cipollotto, lasciate cuocere per qualche minuto poi unite la fave, lasciate insaporire.

3 Unite la salsa di pesce, la salsa pad thai e lo zucchero, mescolate, unite i gamberi e fate cuocere per cinque-dieci minuti.

4 Nel mentre preparate i noodles come da istruzioni, di solito portando a ebollizione l’acqua come per la pasta poi cuocendoli solo qualche minuto, scolateli e versateli nel condimento, fate saltare e amalgamare due tre minuti, servite caldi.

noodles, dal mondo,fave, legumi, verdure, cipollotti, gamberi, pesce, primi

Primi

Fettucce con pesto di agretti

fettucce, pasta, primi, verdure, agretti, pesto, nocciole

E’ tornato il momento del pesto, lo preparo sempre ma la verdure primaverili estive si prestano maggiormente a diventare pesto, idem le erbette, dal rosmarino ai peperoni, dalle zucchine al basilico e poi fagiolini, pomodori secchi, melanzane, asparagi, taccole.

Alla fine basta aggiungere olio e parmigiano e il gioco è fatto, ognuno di noi poi sceglie la propria versione con frutta secca, pinoli, noci, nocciole, mandorle, con erbe aromatiche, con limone, pecorino o altro formaggio grattugiato, vegano con i legumi, classico ceci e rosmarino ma anche lenticchie e curry.

Questo è davvero semplice da preparare, saporito, diverso dal solito, un buon modo per far mangiare gli agretti o in generale verdure verdi a chi proprio non le ama, condisce bene, decidete voi quale consistenza dargli, il mio tende al liquido perchè non ho voluto mettere troppo formaggio.

Il sole sta già invadendo da un po’ la stanza e io non mi sono ancora del tutto svegliata, forse complice una sinusite che mi tiene compagnia da due giorni, ho parecchie cose da fare per cui vi auguro una buona giornata!

fettucce, pasta, primi, verdure, agretti, pesto, nocciole

 

Ingredienti:

per due barattoli da 250 ml

500 gr di agretti

olio evo

peperoncino

2 spicchi di aglio

120 gr di parmigiano grattugiato (ma la dose dipende molto dai vostri gusti e dalla consistenza che volete dare)

fettucce, agretti, pesto, verdure, primi, pasta, nocciole

1 Lavate molto bene gli agretti, puliteli se necessario, scolateli, se necessario asciugateli.

2 Prendete un’ampia padella, versate due tre cucchiai abbondanti di olio, mentre comincia a scaldarsi aggiungete l’aglio e il peperoncino (meglio se fresco), poi aggiungete gli agretti, fate insaporire poi aggiungete un po’ d’acqua, lasciate cuocere per circa 15-20 minuti mescolando di tanto in tanto, se vi sembra che si stiano attaccando aggiungete poca acqua.

3 Lasciate intiepidire, controllate bene che non sia rimasta acqua sul fondo, se si scolateli, metteteli in un bicchiere del minipimer e cominciate a unire l’olio a filo e il formaggio, proseguite fino a che gli agretti non saranno del tutto tritati e non avrete ottenuto la consistenza e il sapore desiderato, regolate di sale. Non eliminate ne’l’aglio ne’ il peperoncino.

fettucce, pasta, primi, pesto, agretti, verdure, nocciole

 

Primi

Crespelle al pomodoro e erbette

uova, crespelle, primi, formaggio, fontina, verdure, erbette, besciamella, pomodoro

Ho preparato milioni di volte le crespelle, mi piacciono molto, son versatili, le mangi dolci o salate e son sempre ottime, si fanno prima anche un paio di giorni, le farcisci e infili in forno, non devi stare a mescolare, controllare che non si attacchino o altro, insomma perfette.

Questa volta ho voluto tingerle, di rosso, con il concentrato, non sapevo bene cosa sarebbe saltato fuori, ho provato e devo dire che l’esperimento è ben riuscito, ammetto che le avrei preferite più rosse ma temevo che troppo concentrato incidesse sul sapore.

Ho intenzione di provare con altri colori, con gli gnocchi l’ho fatto tante volte, viola, arancioni, neri, gialli, verdi, adesso proverò con le crespelle, unico neo che quando metti la besciamella e il parmigiano i colori vengono coperti quasi del tutto e per questo vi ho messo una foto a crudo del piatto, per mostrarveli.

Ho dormito ma è come se non fosse successo, altra tazza di te’ e affrontiamo questo giovedì! Buon week end!

crespelle, uova, primi, formaggio, erbette, pomodoro, verdure, besciamella

Ingredienti:

per 13-14 crespelle (ma la grandezza dipende da quanto le fate sottili e dal diametro della padella)

4 uova

60 gr di burro + per ungere la padella

500 ml di latte

250 gr di farina

1 cucchiaio di concentrato di pomodoro

sale

500 gr di erbette

200 gr di fontina

150 ml di besciamella

parmigiano a piacere

uova, crespelle, primi, formaggio, fontina, verdure, erbette, besciamella, pomodoro

1 Sciogliete il burro dolcemente.

2 In una ciotola sbattete le uova, aggiungente poco alla volta la farina e a filo il latte, mescolate con una frusta.

3 Unite il burro, il concentrato e il sale, dovrete ottenere una pastella mediamente densa.

4 Ungete con il burro una padella antiaderente, fatela scaldare un paio di minuto poi versate trequarti di mestolo di pastella, fate roteare per la padella in modo che venga fuori un tondo uniforme, lasciate cuocere un paio di minuti poi aiutandovi con una spatola cominciate a staccare i bordi, se vengono via bene girate la crespella altrimenti aspettate ancora un attimo per poi girarla, son pronte quando son colorite da entrambi i lati, proseguite fino al termine della pastella.

5 Lessate e strizzate bene le erbette.

6 Tagliate il formaggio a dadini.

7 Accendete il forno a 200 gradi, mentre si scalda assemblate le crespelle ponendo su un lato di ognuna le erbette, qualche pezzette di formaggio, un cucchiaino di besciamella, richiudete e mettete in una teglia, proseguite fino al termine delle crespelle, cospargete di parmigiano, se volete una spolverate di pepe, infornate per circa 25 minuti, servite subito calde.

crespelle, uova, pomodoro, primi, erbette, verdure, besciamella

Primi

Pad thai con gamberetti

pad thai, dal mondo, gamberetti, erbe aromatiche, noodles, primi, uova

Qua passiamo dallo spezzatino al pad thai, due mondi completamente diversi.

Foto rubate all’ingordigia, fatte in trenta secondi, ho recuperato quelle che si salvano un minimo perchè sia mai che lo mangio freddo, troppo buono per non condividerlo con voi.

Ricetta ripresa in toto ed eseguita alla lettera di Vatinee la regine delle ricette thai.

Se amate il genere, la cucina orientale, i noodles non potrete non amare questo piatto, una volta trovati gli ingredienti in poco tempo realizzerete questo piatto che ovviamente si può preparare con alcune varianti, vedi aggiunta di verdure, altro pesce, carne.

Scappo, fra poche ore volo a Lisbona e ho seimila cose da fare, buon week end!

pad thai, dal mondo, gamberetti, erbe aromatiche, noodles, primi, uova

Ingredienti:

per due persone

200 gr di noodles

200 gr di gamberetti

2 cucchiai di olio di semi

2 spicchi di aglio

2 uova

erba cipollina

3 cucchiai di salsa di pesce

3 cucchiai di salsa pad thai

1-2 cucchiaini di zucchero (o 1 cucchiaio)

sale

1 lime

coriandolo

pad thai, uova, noodles, erbe, dal mondo, primi

1 Come prima cosa leggete bene le istruzioni sulla confezione dei noodles, alcuni vanno ammollati 15 minuti, altri cotti per tre minuti in acqua calda ecc…

2 Marinate i gamberetti con 1 cucchiaio di salsa di pesce per 10 minuti.

3 In una padella antiaderente o nel wok scaldate l’olio e soffriggete l’aglio con l’erba cipollina precedentemente lavata e tagliate fine fine, unite i gamberetti e 1 cucchiaio di salsa di pesce, cuocete per una due  minuti. Togliete i gamberetti  e metteteli da parte.

4 Aggiungete i noodles nella padella, poi rompete le uova, mescolate, unite la salsa pad thai, lo zucchero, il cucchiaio restante di salsa di pesce, amalgamate e cuocete bene fino a fuoco vivo fino alla completa cottura dei noodles (se necessario unite un po’ d’acqua).

5 Aggiungete i gamberetti, saltate per qualche istante, regolate di sale, servite con il coriandolo e il lime (per decorare non spremuto).

CONSIGLIA Burger di quinoa con mele e fiori di zucca