Lievitati

Pan brioche con grano saraceno

treccia, brioche, colazione, merenda, lievitati, grano saraceno

panbrioche, brioche, lievitati, colazione, merenda, treccia, brioche

Almeno due anni di attesa per mettere al mondo questo pan brioche. La ricetta strappata da qualche rivista che a occhio non riesco a identificare, vagava per casa da almeno due anni, posta in cima al grande pacco di ricette in attesa poi tolta perchè tanto la preparo domani…poi rimessa nel mucchio, poi ritolta……fino all’altro giorno.

Alla fine mi son decisa, sapevo che prima o poi l’avrei provata essendo un amante della farina di grano saraceno ed essendo curiosa di sperimentarla in un pan brioche, inoltre l’arrivo del caldo (non certo oggi o in questi giorni) mi sta spronando a cercare ricette per terminare alcuni sacchetti di farina ormai aperti da tempo, magari tipicamente invernali come quella di grano saraceno.

Per me è delizioso, proprio ottimo, anche da solo senza marmellate, creme, miele o altro, una di quelle preparazioni che potrei finirmi in due giorni mangiando solo lei.

Si chiude aprile, un mese contrassegnato dal costante desiderio di dormire, chiudere gli occhi ovunque, pur dormendo la notte; un mese di giornate splendide, quasi estive con tanto sole, il cielo azzurro, il trionfo della primavera con glicini, gelsomini ad allietarci con il loro profumo, gli alberi sempre più verdi e ahimè anche qualche zanzara.

Un mese che prende il largo dall’inverno, si inoltra nella primavera preludio dell’estate, come tale ricco di alternanze, giornate di sole, temporali, aria fredda come in questi giorni, attualmente anche gran vento, voglia di togliere le calze ma sentirne ancora il bisogno, un mese che ha viaggiato accanto al mio umore, giorni di entusiasmo insieme a giornate di dubbi, domande, perplessità, giorni di idee, progetti altri di delusioni e fatiche, giorni di serenità alternati ad ansie.

Buon primo maggio a tutti, a chi lavora, a chi cerca, a chi l’ha perso, a chi è sempre nel limbo, a chi è frenato dalla burocrazia, a chi non molla ma è dura!

panbrioche, lievitati, colazione, merenda, grano saraceno, brioche, treccia

Ingredienti:

600 gr di farina 00 bio

200 gr di farina di grano saraceno

150 gr di zucchero

200 ml di panna fresca

1/2 cubetto di lievito di birra

80 ml di olio evo

3 uova

treccia, brioche, colazione, merenda, lievitati, grano saraceno

1 In un pentolino (o nel microonde) scaldate un quarto della panna, non deve essere bollente ma appena calda, sciogliete il lievito.

2 In una ciotola capiente setacciate le farine, aggiungete il lievito e l’olio.

3 Sbattete le uova con la panna restante unite al composto, amalgamate fino a ottenere una pasta compatta e liscia. Coprite con della pellicola e fate riposare una notte in frigorifero.

panbrioche, brioche, treccia, lievitati, merenda, colazione, grano saraceno

4 Tirate fuori la pasta due ore prima dell’utilizzo.

5 Su una teglia da forno coperta con carta forno stendete la pasta divisa in tre parti uguali a cui darete la forma cilindrica, unite a un’estremità i tre filoncini, proseguite intrecciandoli, sigillate bene le due estremità.

panbrioche, lievitati, colazione, merenda, grano saraceno, brioche, treccia,

6 Infornate in forno caldo a 180 gradi, cuocete per 40 minuti.

NOTE: calcolate bene i tempi, conservate in una scatola di latta tagliando ogni volta le fette che mangerete oppure surgelatelo a fette, dura diversi giorni.

panbrioche, colazione, merenda, lievitati, treccia, brioche, grano saraceno

Con questa ricetta partecipo al contest di Sabrinaincucina “festeggia con me” http://sabrinaincucina.blogspot.it/2016/03/festeggia-con-me.html

CONTEST FESTEGGIA CON ME

You Might Also Like

21 Comments

  • Reply
    saltandoinpadella
    29 aprile 2016 at 11:45

    Non ho mai provato il grano saraceno in un lievitato. Sono d’accordo con Viviana, quando riesco a fare una di quelle ricette che è in attesa da tanto tempo ho l’impressione che sia più buone delle altre. Forse perchè le ho attese per tanto tempo. Questo pan brioche è davvero invitante, lo vedrei bene ripassato un pochino in padello per renderlo leggermente croccantino.

    • Reply
      Elisabetta Lecchini
      30 aprile 2016 at 17:57

      sai quante ne ho in attesa? milioni, so che tutte non le farò mai ma le tengo per poter decidere come preferisco al momento! si anche scaldato leggermente è ottimo!

  • Reply
    Claudia
    29 aprile 2016 at 14:03

    Con la panna nell’impasto? chissà che gusto e consistenza soffice.. E’ bellissimo da vedere a forma di treccia.. baci e buon w.e. :-*

    • Reply
      Elisabetta Lecchini
      30 aprile 2016 at 17:58

      soffice non troppo perchè non è altissimo ma il gusto ottimo, baci

  • Reply
    Fr@
    29 aprile 2016 at 15:39

    Mi piace l’aggiunta del grano saraceno.
    Buon primo maggio anche a te.

    • Reply
      Elisabetta Lecchini
      30 aprile 2016 at 17:59

      adoro il grano saraceno volevo provare da secoli!

  • Reply
    SABRINA RABBIA
    29 aprile 2016 at 16:18

    che delizia, ti e’ venuto davvero bene, meno male che l’hai provato!!!!Perche’ non me lo mandi al mio contest “Festeggia con me?”, sei ancora in tempo fino a domani, ti aspetto, ci conto!!!Baci Sabry

    • Reply
      SABRINA RABBIA
      30 aprile 2016 at 15:24

      GRAZIE TI INSERISCO SUBITO, PUOI SOLO PER FAVORE RENDERE CLICCABILE IL BANNER O IL LINK RICONDUCIBILE AL MIO CONTEST??GRAZIE. BACI SABRY

    • Reply
      Elisabetta Lecchini
      30 aprile 2016 at 17:59

      ora son fuori non riesco a cambiare, spero di ricordarmi domani, baci

  • Reply
    zia Consu
    29 aprile 2016 at 18:07

    Anche x me è stato un mese altalenante, fatto di alti e bassi, caldo e freddo, desiderio di uscire all’aperto e rimanere sotto le coperte…ma voglio iniziare maggio con una nuova grinta e questa ricetta è l’idea x alzarsi con piede giusto al mattino 🙂
    Complimenti cara e felice we <3

    • Reply
      Elisabetta Lecchini
      30 aprile 2016 at 18:00

      si speriamo che il tempo si stabilizzi per regolarizzare anche me, buon we!

  • Reply
    Marina
    29 aprile 2016 at 19:12

    E’ valsa proprio la pena aspettare due anni visto il risultato 😀
    Buon week end.
    Marina

    • Reply
      Elisabetta Lecchini
      30 aprile 2016 at 18:00

      grazie!!!

  • Reply
    Mirta e Patata
    29 aprile 2016 at 20:42

    moooolto be happy!!!!!! stra buonissimo e stra bellissimo!!!! bacione
    Mirta!

    • Reply
      Elisabetta Lecchini
      30 aprile 2016 at 18:00

      super be happy! baci

  • Reply
    Elisa
    30 aprile 2016 at 12:54

    Davvero buonissimo questo panbrioche deve essere molto morbido…bravissima! Buon weekend. Baci

    • Reply
      Elisabetta Lecchini
      30 aprile 2016 at 18:00

      grazie elisa, buona serata!

  • Reply
    Silvia Brisi
    30 aprile 2016 at 19:54

    E quanto mi ispira questo pan brioche?? Tantissimo!! Che bella idea Lili, devo provarlo, anche io vorrei smaltire le farine aperte prima dell’ estate, devo mettere le mani in pasta!!
    Un abcione cara, buon we e non mollare maiiii!!!!

    • Reply
      Elisabetta Lecchini
      2 maggio 2016 at 11:14

      le farine, i legumi secchi, zuccheri particolari, frutta secca, mamma mia quante cose ho da finire! toccherà passar del tempo in cucina! eh si dura ma non molliamo anche se a volte la tentazione è forte, un abbraccione

  • Reply
    Chiara
    1 maggio 2016 at 17:30

    non ho il grano saraceno in casa, mi sa che per comperarlo attenderò l’autunno…intanto prendo nota della ricetta, grazie !

    • Reply
      Elisabetta Lecchini
      2 maggio 2016 at 11:14

      eh si ormai rimanda all’autunno, anche io sto cercando di finire le farine, frutta secca ecc…buona settimana!

    Leave a Reply

    CONSIGLIA Burger di quinoa con mele e fiori di zucca