Senza categoria

CREPES VIETNAMITE con MAIALE, GAMBERETTI e VERZA

Ho sempre amato la cucina etnica, in generale sono curiosa assaggio volentieri quasi tutto, son veramente poche le cose di fronte a cui desisto, mi piace provare sentire nuovi sapori, assaggiare un ingrediente che magari non amo troppo abbinato con altro, spesso le sorprese son piacevoli, a volte strepitose.

Non sono una persona che all’estero soffre, si sogna un piatto di spaghetti al pomodoro o una pizza, solo in Irlanda e in Senegal non ne potevo veramente più delle patate e del pollo cotti e presentati sempre nello stesso modo.
In Brasile ho mangiato benissimo, grandi piatti di carne, pesce, zuppe, il pane al formaggio che era la fine del mondo, dulce de leche come se non ci fosse un domani, tanta frutta esotica, frullati e anche i dolci erano molto buoni; a Cuba poche cose, più o meno sempre le stesse, tanto pollo, lo ricordo arrosto cotto nel forno a legna con quella bella crosticina, le frittelle di malanghe, un tubero simile alle patate, buonissime, tante cipolle, fagiolini, avocado, aragosta, dei dolci molto molto dolci.
In Perù pollo tanto ma tanto pollo, ma buono, arrosto, fritto, al forno, ai ferri, delle mega frittatone farcite di piselli, carote, qualche zuppa, poche cose ma non male; negli USA mangiato benone, sfatiamo i miti che è tutto grasso, troppo, unto, malsano, c’è di tutto, ottime insalate, zuppe, piatti di carne e pesce preparati in svariati modi, dolci neanche a dirlo, enormi cheesecake cake, muffin, cookies, ci sono stata tre volte e ho sempre mangiato bene.

Non apriamo il capitolo Europa sterminato e infinito, gran piatti di cozze in Belgio, crepes con la frutta e panna giganti in Ungheria, la Dobos, il prosciutto in Spagna, il pesce fresco in Svezia, grandi insalate in Grecia, ecc…

Il paese dove ho mangiato meglio in assoluto è l’India, ci sono stata un mese, prima di partire il ritornello (oltre a ti ammalerai, attenta alle zanzare, allo sporco, ai monsoni ecc..) sempre lo stesso “mangerai troppe spezie, al ritorno le odierai”!
Invece no, ho mangiato tante ma tante zuppe, speziate e non, con tante verdure, legumi, il pane è strepitoso, io e il garlic naan (il pane all’aglio) ci amiamo, mi manca molto, piatti di carne, pesce, il pollo preparato in tanti modi diversi, dolci, frullati, i pakora frittelle di verdura fantastiche.
Un mese dove non ho mai rimpianto la cucina italiana, mai stancata, anzi sedersi a tavola era anche divertente, ogni giorno un piatto nuovo, a volte preso a caso per sperimentare, una vera gioia.
Amo la cucina asiatica, giapponese, vietnamita, coreana, cinese, thai,  ecc… a Milano tanti ristoranti, bisogna chiedere, informarsi bene, andare in ristoranti gestiti da veri giapponesi, thailandesi ecc…ci sono posti strepitosi, dove si mangia cibo autentico del Paese scelto.
Queste crepes le ho viste tempo fa su una nota rivista, secondo me la ricetta non era spiegata benissimo, leggendola era poco chiara,  l’ho cambiata a seconda dei miei gusti e ciò che avevo, la verza invece dei germogli di soia, niente aceto di riso, l’erba cipollina non nel ripieno ma direttamente nell’impasto delle crepes.
Ve le consiglio vivamente.






Ingredienti:



per 4 persone
160 gr di farina di riso
3 dl di latte di cocco
erba cipollina
6 fettine di lonza
300 gr di gamberetti
3 cucchiai di salsa di soia
1 spicchio di aglio
120 gr di verza a striscioline
3 cucchiai olio di oliva
sale





1 Preparate le crepes: in una ciotola lavorate la farina con il latte di riso aiutandovi con una frusta, salate e aggiungete l’erba cipollina lavata, asciugata e tagliata fine. Amalgamate.

2 Scaldate una padella dopo averla unta con dell’olio, versate trequarti di mestolo, fate cuocere due minuti con lato finchè non sarà dorata, aiutatevi con una spatola, procedete fino al termine del composto. Tenetele in caldo.





3 Affettate la lonza a striscioline sottili, scaldate una padella con due tre cucchiai di olio di oliva, sbucciate e schiacciate l’aglio mettetelo a soffriggere, unite il maiale, fate cuocere per cinque minuti, aggiungete i gamberetti e la salsa di soia, continuate la cottura per tre quattro minuti, aggiungete la verza e fate saltare per un paio di minuti, deve rimanere croccante.

Componete le crepes farcendole con il ripieno, arrotolatele o piegatele in due piuttosto che come nella foto, servite calde.


You Might Also Like

54 Comments

  • Reply
    Mariagrazia Continisio
    10 febbraio 2015 at 9:19

    Sarà gustosissimo questo piatto ! Vado matta per la cucina etnica e questa ricetta sembra deliziosa ^_^
    Brava !

  • Reply
    Valentina Spinetti
    10 febbraio 2015 at 10:40

    cucina etnica!!!! Siiiii mi piace molto questa tua ricettina! Un abbraccio

  • Reply
    Maria Grazia
    10 febbraio 2015 at 11:02

    Particolarissimo e succulento piatto, Lilli! E che colpo di genio l'erba cipollina nell'impasto!
    Un abbraccio e buona giornata!
    MG

  • Reply
    Silvia Brisigotti
    10 febbraio 2015 at 11:03

    E accetto eccome il consiglio, anche io adoro la cucina etnica e di solito mangio benissimo ovunque, tranne in Spagna, ci sono stata 3 volte ed è l'unico posto dove ho rimpianto la pasta!! Ottimeeeeee!!!

  • Reply
    consuelo tognetti
    10 febbraio 2015 at 11:08

    Golosissima ricetta, un piatto unico da urlo ^_^
    Complimenti cara e felice giornata <3

  • Reply
    andreea manoliu
    10 febbraio 2015 at 13:29

    Queste sono delle signore crepes, molto gustose e invogliante !

  • Reply
    conunpocodizucchero Elena
    10 febbraio 2015 at 13:29

    gurda quante belle cosine interessanti si scoprono di te giramondo e girasapori! 😀

  • Reply
    Fr@
    10 febbraio 2015 at 14:03

    Piace anche a me conoscere le cucine di altre nazioni, ci sono tante cose buone; questa è una di queste.

  • Reply
    ilcucchiaiodoro
    10 febbraio 2015 at 14:06

    Su questo aspetto siamo molto simili, anche io non soffro anzi cerco di assaggiare più piatti tipici che posso quando sono in viaggio… Interessante questo piatto mi piace anche la crepe usata a mo di pane…

    • Reply
      lillinelpaesedellestoviglie
      11 febbraio 2015 at 10:56

      viaggiare vuole dire anche assaggiare e io non mi tiro indietro, certo qualche cantonata l'ho presa ma fa parte del gioco!

  • Reply
    SABRINA RABBIA
    10 febbraio 2015 at 14:41

    MAI ASSAGGIATO PIATTI ETNICI, MA SE SONO TUTTI COSI', INIZIO SUBITO!!!!!BACI SABRY

  • Reply
    Chiara Giglio
    10 febbraio 2015 at 17:21

    che aspetto appetitoso ! Buona serata

  • Reply
    ~ Inco
    10 febbraio 2015 at 19:56

    Che bel piatto consistente..
    lo mangio lo stesso.
    Amo i piatti ricchi!!

  • Reply
    Marghe
    11 febbraio 2015 at 11:16

    Anche io sono una che mangia generalmente ovunque tesoro, mi piace sperimentare gusti nuovi e conoscere i piatti di altre tradizioni culinarie. Dell'etnico evito solo il cinese, non perchè non mi piacciano i sapori che propone (anzi!) ma perchè difficilmente lo riesco a digerire.
    Certo, magari dopo due settimane di aglio in Ungheria o di baccalà in Portogallo ammetto che anche io ho iniziato a desiderare ardentemente un risotto alla milanese 🙂 però sono quelle situazioni particolari che ti aiutano ad apprezzare maggiormente quello che di buono hai in tavola ogni giorno, quindi c'è lo stesso un risvolto positivo!
    Mi incuriosisce tantissimo questo piattino che proponi e credo proprio che lo proverò presto!
    Un abbraccio gigante e un bacione

    • Reply
      lillinelpaesedellestoviglie
      12 febbraio 2015 at 8:34

      be' sicuro si mangia tutto ma dopo un po' si ha voglia di tornare ai sapori di casa, quelli noti, le certezze! se provi fammi sapere, ti abbraccio bellezza!

  • Reply
    Tamara @
    11 febbraio 2015 at 11:25

    Ho cominciato ad apprezzare le spezie da quando a turno in casa mia qualcuno si mette a dieta (me compresa), ciò significa tutta la famiglia a dieta, e significa anche cercare di cucinare cose poco tristi e furbe, ed in questo le spezie aiutano molto. E, sempre per continuare sul filo familiare, i miei figli amano tutto ciò che somiglia ad una piadina, e quest ami pare ci somigli molto, almeno nell'aspetto 🙂 ed è anche opulenta!!! da segnare!
    Quindi grazie e buona giornata 🙂
    Tam

    • Reply
      lillinelpaesedellestoviglie
      12 febbraio 2015 at 8:38

      le spezie in effetti sono geniali, chi le ha inventate merita un premio, salvano spesso preparazioni altrimenti anonime, poco saporite e poi permettono di variare i sapori, sarei curiosa di sapere se dei bimbi apprezzano questo tipo di piatto!!! grazie a te, buona giornata!

  • Reply
    Polvere di Riso
    11 febbraio 2015 at 13:20

    Lilli sei fantastica, le tue ricette hanno una marcia in più :-*

  • Reply
    Federica C.
    11 febbraio 2015 at 13:34

    mamma mia che cosa meravigliosa,altro che dieta,devo provarla! passa da me se ti va 🙂

    • Reply
      lillinelpaesedellestoviglie
      12 febbraio 2015 at 8:35

      be' dai rispetto a una dieta poteva andare peggio, calorie ce ne sono ma non eccessivamente! appena ho un attimo vengo da te!

  • Reply
    accantoalcamino
    11 febbraio 2015 at 13:39

    Ciao Lilli, mi piace come ti approci alle cucine diverse dalla nostra: io faccio fatica ad adattarmi a certi sapori. Amo le spezie e quelle si, riesco ad apprezzarle e adoperarle senza difficoltà ma certe preparazioni proprio non mi vanno giù, vedi sushi&Co.
    Sono da spaghetti pomodoro basilico 😉 Ciao <3

  • Reply
    elenuccia
    12 febbraio 2015 at 9:55

    Caspita hai viaggiato parecchio, hai visto tutto il mondo 🙂
    la ricetta delle crepes è davvero interessante, solo farina e latte di riso. Velocissime da fare nei casi di mancanza di pane

    • Reply
      lillinelpaesedellestoviglie
      16 febbraio 2015 at 8:37

      eh magari avessi visto tutto il mondo, mi piacerebbe viaggiare di più negli ultimi anni poca roba ma non lamentiamoci!!! ciao cara

  • Reply
    themasterofcook
    12 febbraio 2015 at 11:20

    Hai perfettamente ragione Lilli. La cucina orientale non ha nulla da invidiare alla cucina italiana. La sua varietà è talmente ricca che è impossibile stufarsene.
    Queste crepes sono deliziose e portano una ventata di oriente anche in Italai. 🙂

    • Reply
      lillinelpaesedellestoviglie
      16 febbraio 2015 at 8:41

      infatti un mese come ho detto, in india mai stanca, sempre novità, nuovi sapori, abbinamenti, stupendo!

  • Reply
    Claudia
    12 febbraio 2015 at 15:44

    Che buoneeee! Io queste le divorerei ne sono sicura:)
    Un bacione Lilli e a presto :*

  • Reply
    Lilli
    12 febbraio 2015 at 17:31

    che bel piattino invitante, mi manca il nostro appuntamento al cinese&thai!

  • Reply
    Valentina Profumo di cannella e cioccolato
    12 febbraio 2015 at 17:49

    Ma quanto hai viaggiato?! Che meraviglia, quanti paesi!! Ti rubo un pezzetto di questo piatto.. Cosí anch'io posso assaggiare un pezzetto di mondo!!:)

    • Reply
      lillinelpaesedellestoviglie
      16 febbraio 2015 at 8:38

      adoro viaggiare purtroppo da qualche anno ho molto diminuito i viaggi ma spero di rifarmi intanto ti offro volentierissimo una crepe!!!

  • Reply
    Clara pasticcia
    12 febbraio 2015 at 20:11

    Che invidia che ho per te … buona eh!! Io ho viaggiato meno di quel che vorrei …. ho tante mete che vorrei visitare anche per assaporare gusti differenti!
    Queste crepes sono veramente speciali, mi piacciono tutti gli ingredienti che hai saputo unire. Io adoro la cucina asiatica e trovo che abbia varianti e proposte sublimi!

  • Reply
    Michela Sassi
    13 febbraio 2015 at 13:36

    Mi hai conquistata con questa ricetta… che favola, da provare assolutamente!
    Bravissima cara, sempre più!

  • Reply
    SimoCuriosa
    13 febbraio 2015 at 14:35

    non conosco la cucina vietnamita ma mi incuriosisce molto….
    ma non ho capito una cosa le crepes son fatte con latte di riso o di cocco?
    qundi molto dolci…
    che mix di sapori!
    complimenti cara per questo piatto!

  • Reply
    Alessia Mirabella
    13 febbraio 2015 at 16:51

    Mi inviti a nozze, con un piatto così. Se poi arriva da te e dai tuoi gusti personali…diciamo pure che ci verrei volentieri a cena da te… chiacchiere e tanto gusto assicurati. Sto arrivando!

  • Leave a Reply

    CONSIGLIA Burger di quinoa con mele e fiori di zucca