Senza categoria

STICK di POLENTA

Sabato, in attesa del pranzo, un aperitivo ci sta proprio bene, il guanciale della Grigna e il Formaggio provengono dalla Valcamonica, un dono molto gradito, vi avevo già parlato del mio fine settimana un mese fa trascorso a conoscere le eccellenze della valle insieme ad altre food blogger, un bellissimo evento!
Insieme a salumi e formaggi,  la polenta, altro regalo di quel fine settimana, realizzata con farina macinata a pietra dal Molino Tognali a Esine, se vi capita di andare da quelle parti non esitate a fermarvi al mercato dei sapori, si trova proprio lungo la strada principale a Esine, troverete prodotti locali di qualità eccellente a prezzi equi.
Si sa che la polenta è un prodotto versatile, i più la mangiano con il classico spezzatino, selvaggina ecc…ma molteplici sono le ricette, dai crostoni agli stick, come pane da sola ma anche simil bruschetta, fritta o passata nel forno gustata con una fetta di lardo, con un buon sugo di pomodori, fegatini, pate’, affettata sottilmente e usata come millefoglie farcita, ecc..
Insomma, della polenta non si butta via nulla ed ecco l’idea degli stick, io fritti perchè conosco i miei polli ma anche al forno per chi vuole evitare di friggere, una proposta che mette allegria, appetito, semplice, che tendenzialmente piace a tutti.
Vi auguro un felice week end di sole come a Milano!
 
 
 
Ingredienti:
 
avanzo di polenta Molino Tognali
farina di mais
olio di semi
sale
 
 
1 Tagliate la polenta formando dei piccoli rettangoli, non troppo lunghi, passateli nella farina di mai facendo cadere la farina in eccesso.
 
 
2 Scaldate l’olio di semi in un ampia padella, quando l’olio sfrigola (se volete essere sicuri che abbia raggiunto la giusta temperatura inserite uno stick), mettete gli stick, pochi alla volta e ben distanziati fra loro; fate friggere per 5 minuti, non di più, a metà cottura girateli delicatamente aiutandovi con due forchette. Scolate su un piatto con carta assorbente, salate, servite caldi.

 

You Might Also Like

37 Comments

  • Reply
    SABRINA RABBIA
    1 novembre 2014 at 14:06

    che piatto prelibato, mi fai venire l'acquolina in bocca!!!!!baci Sabry

  • Reply
    Erica Di Paolo
    1 novembre 2014 at 14:15

    Ti giuro che avanzerei la polenta apposta per farne queste delizie ^_^ Che meraviglia. Guai a buttare qualcosa e tu hai messo insieme grandi ingredienti. Brava!!
    Buon weekend tesoro.

  • Reply
    La Greg
    1 novembre 2014 at 14:47

    non ho mai fritto la polenta! voglio assolutamente provarla appena il papino macina il suo mais ed arriva un po' di freddo

    buon weekend

  • Reply
    giochidizucchero
    1 novembre 2014 at 15:20

    Ma che idea alternativa per l'aperitivo lilli!! Devo ricordarmelo per la prossima volta… non si sa mai cosa preparare e questa tia idea mi sembra perfetta! Bacioni cara!

    • Reply
      lillinelpaesedellestoviglie
      2 novembre 2014 at 18:16

      in inverno la faccio spesso, rapida, economica, riciclo della polenta, e fa la sua scena, felice di averti dato uno spunto! baci

  • Reply
    Michela Sassi
    1 novembre 2014 at 15:56

    Spettacolare…. una bellissima idea… bacioni!

  • Reply
    Tante Mali
    1 novembre 2014 at 16:19

    Hmmm, looks soooo good!
    Wonderful!
    Happy happy days
    Elisabeth

  • Reply
    Claudia
    1 novembre 2014 at 17:00

    Li hoprovati così!!!!! troppo buoni.. e sfiziosi! smack e buona domenica 🙂

  • Reply
    consuelo tognetti
    1 novembre 2014 at 17:06

    Ma che bell'idea 😀 Golosa, semplice ed economica ^_^
    Buon we cara <3

  • Reply
    Sara e Laura-PancettaBistrot
    1 novembre 2014 at 17:54

    Potremmo impazzire per un tagliere del genere!!! Che ottima idea aperitivo, da riproporre prestissimo 🙂
    Bravissima Lilli, un grosso bacio e buona serata!

  • Reply
    Lilli
    2 novembre 2014 at 10:59

    SCHE BONTA' INFINITA QUEL TAGLIERE!!! che voglia pazzesca di montagna che mi fai venire! .. a proposito di ricette ben riuscite, ieri ho fatto la tua Torta cioccolato, amaretti e zucca ed è venuta buonissima! Lo testimonio pubblicamente: ragazzi fatela, è un successo!

  • Reply
    Silvia Brisigotti
    2 novembre 2014 at 19:02

    Sono deliziosi!! Stasera la voglia di cucinare manca, ci vorrebbero proprio!! La polenta è troppo versatile!!
    Un bacioneeee!!

    • Reply
      lillinelpaesedellestoviglie
      3 novembre 2014 at 20:01

      pure io, ho mangiato quello che ho trovato presa da altro, grande la polenta! diluvia, ti sto pensando sperando che a genova non stia piovendo, un bacio grande

  • Reply
    Virginia S. Il GattoPasticcione
    2 novembre 2014 at 20:45

    Hai avuto un'idea ottima nel fare questo aperitivo, veloce ed utile per smaltire della polenta avanzata, bravissima! Devo provare a farli anch'io questi stick ;-)! Bacioni e buona serata!

  • Reply
    Clara pasticcia
    3 novembre 2014 at 9:57

    ehhh … mi fai andare con la mente a quando ero bimba e la mia nonna lombarda lombarda che di più non si poteva mi proponeva la polenta in ogni modo. Anche così e io mi commuovevo per la bontà!
    Brava, bellissima proposta!

  • Reply
    elenuccia
    3 novembre 2014 at 12:34

    In casa mia abbiamo sempre avuto l'abitudine di friggere la polenta che avanzava. Ne facevamo una grande quantita', una parte la mangiamo subito con salsiccia o formaggi, poi quella che resta la tagliamo a fettine e la friggiamo. Deliziosa!

  • Reply
    Greta Damancaunbraulio
    3 novembre 2014 at 15:35

    Ai lov polenta.

    E' la cosa più semplice ma più zozza del mondo… mai provata la crosticina?? Mmmmmmmh!

  • Reply
    Zonzo Lando
    3 novembre 2014 at 20:48

    Eh ma allora quando fai queste cose chiamami che arrivo subito! Che combinazione deliziosa e irresistibile!!! Bravissima! Un abbraccio cara 🙂

  • Reply
    Maria Bassi
    5 novembre 2014 at 15:22

    Ciao da una nuova amica cuoca! Ieri a pranzo ho fatto la polenta con il ragù e quella rimasta oggi l'ho fritta nello strutto ed era una bontà ma senza infarinarla!

  • Reply
    Maria Bassi
    5 novembre 2014 at 18:15

    Ciao e grazie per avermi risposto subito,io sono Maria sono romagnola doc e abito in un paese vicino a Imola in campagna e mio marito ha un allevamento di maiali! Per friggere uso sempre lo strutto e anche nella ciambella!ciao al prossimo commento!

    • Reply
      lillinelpaesedellestoviglie
      5 novembre 2014 at 18:57

      maria già mi piaci, stai parlando con una a cui scorre sangue faentino nelle vene, la famiglia di mia mamma è di faenza, uno dei miei posti del cuore! buona serata e a presto!

    Leave a Reply

    CONSIGLIA Torta di mais